Home > Egitto: fonti, 38 jihadisti filo-Isis uccisi nel nord del Sinai

Egitto: fonti, 38 jihadisti filo-Isis uccisi nel nord del Sinai

25.02.2015 - aggiornato: 25.02.2015 - 19:36

In raid aerei egiziani nel Sinai settentrionale sono rimasti uccisi oggi 38 jihadisti filo-Isis e altri 27 feriti. Lo ha riferito una fonte militare, precisando che si tratta di nuove uccisioni di ex "Ansar Bait al-Maqdis", nell'ambito di una campagna dell'esercito egiziano volta a "ripulire il Sinai dai terroristi".

Questi "Partigiani di Gerusalemme" sono il principale gruppo jihadista egiziano basato nella penisola e ribattezzatosi "Welayet Sinai" (Stato del Sinai) nel quadro di un'alleanza-affiliazione con l'Isis annunciata in novembre.

Questo mese erano stati segnalati raid anche da 25-30 terroristi uccisi con un picco di 151 in tre giorni a metà mese. Si tratta della reazione dell'esercito ai quattro attacchi coordinati rivendicati dai Welayet Sinai e condotti a fine gennaio contro postazioni militari in tre centri della parte settentrionale della penisola causando 32 morti, tra cui alcuni civili. Per numero di vittime e complessità dell'azione, l'attacco era stato il più grave degli ultimi anni.

Accesso e-GdP

Banner Libro Bonefferie

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

banner_spot_youtube_chi_siamo.png

misericordia_2015.jpg

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg