Home > Catholica

Dagli slum di Nairobi all’Uganda

28.11.2015 - aggiornato: 24.06.2016 - 12:25

La cronaca del viaggio del Papa in Africa: la visita alla baraccapoli di Kangemi e l'arrivo in Uganda.

 EPA/OSSERVATORE ROMANO 

Kangemi è una delle sette bidonville (slum) incastonate nel tessuto urbano di Nairobi. Vi sopravvivono circa novecentomila persone. Solo a Kangemi se ne contano oltre centomila.

Lo slum sorge a soli 5 chilometri dalla nunziatura e già semplicemente l’avvicinarsi è come un pugno nello stomaco: dalla strada, da lontano si vede un’immensa distesa di lamiere, stracci e tavole cadenti e, quando piove, un tappeto di fango. Francesco è arrivato con la papamobile, accompagnato da due ali di folla entusiasta.

Lo sterrato della via principale è stato un po’ sistemato per l’occasione, alcune buche sono state riempite. A Kangemi si vive di niente. Eppure, incrociando tanti sguardi, accanto alla stanchezza di una vita trascinata, s’incontra anche tanta dignità.

Davanti a una baracca, circondata da immondizie e detriti, una ragazza pulisce la soglia con uno straccio. Mezzo metro quadrato. Ovunque intorno c’è terra e sporcizia, ma la ragazza, a modo suo, si prepara ad accogliere il Papa. Ecco cosa significa quel «Karibu Nyumbani» («Benvenuto a casa») ripetuto a nome di tutti i presenti: «Benvenuto a casa: questa è la nostra vita, la dividiamo con te».

 

A Kangemi, grazie all’attività della parrocchia di San Giuseppe lavoratore, affidata al gesuita Pascal Mwaijage, si cerca di rendere le persone per quanto possibile protagoniste del proprio destino, non vittime passive di una società ingiusta. Qui si è svolto l’incontro con la gente, le testimonianze, la parola del Papa, gli abbracci e i saluti. A qualche chilometro di distanza, lo stadio Kasarani si era già riempito dell’entusiasmo dei giovani kenyani che con canti e danze hanno atteso l’arrivo (in ritardo) del Papa.

Quando è arrivato Francesco gli spalti ondeggiavano animati dalle “ola” delle decine di migliaia di presenti. Dopo le testimonianze di due giovani, il Papa ha pronunciato a braccio in spagnolo il suo discorso - durante il quale Francesco ha invitato tutti i presenti a stringersi le mani per testimoniare il «no» a ogni forma di tribalismo e divisione. Poi ha impartito la benedizione e si è recato in una sala dello stadio per incontrare i Vescovi del Paese.

Quindi il trasferimento alla nunziatura apostolica e, successivamente, all’aeroporto per il congedo dal Kenya e la partenza alla volta dell’Uganda, dove è giunto poco dopo le 17 locali. Il Papa in Uganda ha incontrato le autorità e poi i catechisti.

Alle autorità ha ricordato la ragione della visita, il ricordo dei 50 anni dalla canonizzazione dei martiri ugandesi ed ha espresso parole di elogio per «l’impegno eccezionale» mostrato dall’Uganda «nell’accogliere i rifugiati, permettendo loro di ricostruire le loro esistenze nella sicurezza e facendo loro percepire la dignità che deriva dal guadagnarsi da vivere con un onesto lavoro».          

 

La pagina speciale nell'inserto di Catholica di oggi

                          

 

 (agenzie/red)

Catholica

Oggi nell'inserto di Catholica

La tappa amazzonica del viaggio del Papa, l'attesa dei fedeli e il volume con gli Atti del Convegno per il centenario dell’ordinazione episcopale di Aurelio …

Catholica

Il Papa celebra le nozze in volo

(LE FOTO) Francesco ha unito in matrimonio una hostess e uno steward cileni della compagnia Latam. È la prima volta che un Pontefice celebra delle nozze in aereo.

Catholica

Da Ginevra alle Ande: il Vangelo dei poveri

IL PERSONAGGIO - Il Papa visiterà l’opera del missionario svizzero padre Xavier Arbex a Puerto Maldonado, nel cuore dell’Amazzonia peruviana.

Catholica

Visita del Papa: "Troppo poveri per il viaggio"

SPECIALE SABATO - Intervista alla ticinese suor Nadia Gianolli, missionaria in una zona indigente del Perù.

Catholica

Coltivare la fede con curiosità e altruismo

SPECIALE SABATO - Il Gruppo Santa Lucia di Unitas, associazione che raggruppa ciechi e ipovedenti, offre visite alle Parrocchie, ritiri spirituali e pellegrinaggi.

Catholica

"Il peccato divide, sempre"

Nella prima udienza generale del 2018, il Pontefice ha proseguito con il ciclo di riflessioni dedicate alla Celebrazione eucaristica, spiegando il significato dell'atto …

Catholica

"Quel giorno quel neonato..."

SPECIALE SABATO - 40 anni di storie di accoglienza e di condivisione: quelle dei progetti portati avanti dalla Conferenza missionaria della Svizzera italiana.

Catholica

Il Papa in visita nelle terre di Padre Pio

Il Pontefice si recherà il 17 marzo 2018 a Pietrelcina e a San Giovanni Rotondo per il Centenario dell'apparizione delle sue stimmate e il 50esimo dalla sua …

Catholica

"Costruttore di ponti, non di muri"

IL PERSONAGGIO - L’impegno di don Giusto di Como a favore dei migranti, il quale ha fatto della sua parrocchia un centro di accoglienza.

Catholica

Panettone ticinese per la prima volta dal Papa

A fare assaggiare al Pontefice a Roma il prelibato dolce è stata la Società Mastri Panettieri-Pasticcieri ticinese. Francesco ha gradito e ringraziato …

Catholica

Una silenziosa bellezza tra le favelas

IL PERSONAGGIO - La 20enne ticinese Maria Paola ci racconta di Rosetta, missionaria italiana oggi 75enne, che 50 anni fa lasciò tutto per servire i più …

Catholica

Il povero che c'è in me

Domenica 19 novembre 2017 la prima Giornata mondiale dei poveri. Il commento del direttore di Caritas Ticino, Marco Fantoni. 

Catholica

Il programma del viaggio del Papa in Cile e Perù

Francesco si recherà dal 15 al 18 gennaio in Cile e dal 18 al 22 dello stesso mese in Perù. Due Paesi latino-americani uniti nella lingua, ma con storie diverse …

Catholica

Un nuovo sito per le Scuole cattoliche

Nuova offerta online per la Federazione svizzera, composta da 37 scuole membri a pieno titolo e 13 scuole private associate per un totale di 8.200 tra bambini e …

Catholica

Un'amicizia che colma tanti bisogni

IL PERSONAGGIO - Padre Maurizio Bezzi, nato e cresciuto vicino al lago d’Iseo, ora lavora con evangelici e islamici per i ragazzi di strada in Camerun.

Catholica

Martire della giustizia contro gli usurai

IL PERSONAGGIO - Sabato 4 novembre, una coraggiosa religiosa diventata troppo scomoda per tanti, suor Rani Maria, è stata beatificata in India.

Accesso e-GdP

Banner Libro Bonefferie

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

misericordia_2015.jpg

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg