Home > Catholica

Dal Ticino al Benin, diaconi per la Chiesa

28.10.2017 - aggiornato: 28.10.2017 - 18:43

SPECIALE SABATO - Oggi in Cattedrale l’ordinazione di quattro seminaristi, dai 28 ai 33 anni. Storie di una vocazione maturata in un cammino di fede iniziato in famiglia. 

di Ilaria Sargenti

 

È la prima ordinazione in Cattedrale, dopo i sette anni di chiusura per restauri. A ricevere il diaconato, questa mattina, sono quattro seminaristi che stanno percorrendo nella Diocesi di Lugano il cammino che porta al sacerdozio: Nazario Blandamura e Davide Matassa, del Seminario missionario Redemptoris Mater di Melano, e Carlo Vassalli e Arioste Denon del Seminario diocesano San Carlo. Quattro persone, quattro storie diverse.

Partiamo da don Carlo Vassalli, conosciuto in Diocesi per essere stato per anni animatore di diverse proposte pastorali giovanili e soprattutto dell’oratorio di Riva San Vitale, rivestendone per dieci anni il ruolo di responsabile. Dopo il liceo il 33enne ha frequentato i corsi di filosofia e teologia a Lugano, entrando in seminario nel 2012. "La mia è stata una scelta maturata nel tempo, una vocazione graduale, concretizzatasi sei anni fa, nel 2011, dopo la Giornata mondiale della gioventù di Madrid», ci racconta. 

Dal Seminario diocesano proviene anche don Arioste Denon che, al contrario di don Carlo, arriva da molto lontano: dal Benin. Parla quasi perfettamente italiano. 28 anni, primo di cinque figli, è entrato nel seminario minore della sua Diocesi a 12 anni. "Naturalmente non è che chi entra nel seminario minore poi diventa prete. È stato un cammino, un discernimento continuo con i formatori, le guide spirituali, i parroci. Pian pianino il desiderio si è concretizzato, con l’aiuto di Dio", ci spiega don Arioste. 

Don Nazario Blandamura, 28enne nato e cresciuto a Taranto, ha invece percorso il suo cammino verso il sacerdozio nel Seminario missionario Redemptoris Mater di Melano del movimento del Cammino neocatecumenale. Ha frequentato la Facoltà di teologia di Lugano, ottenendo il baccellierato in teologia e ora sta studiando Diritto canonico. Il suo percorso si è svolto all’interno del Cammino neocatecumenale a cui aderiscono i genitori. "A un certo punto però ho avuto un periodo di ribellione, di allontanamento da Dio", ci confida. 

La storia di don Nazario e quella di don Davide Matassa si sono incrociate a varie riprese. Anche don Davide ha genitori del Cammino neocatecumenale, entrambi hanno detto sì alla chiamata vocazionale nel 2007 a Loreto e infine sono stati destinati al Seminario di Melano, tra i tanti in cui sarebbero potuti andare. Don Davide ha però 30 anni, due anni in più di don Nazario, e proviene da Torino. "La mia vocazione è nata all’interno del Cammino grazie alla Parola di Dio e alla testimonianza di tanti fratelli", ci racconta.

Leggi le storie complete dei quattro diaconi nell'Inserto di Catholica di oggi

 

 

Catholica

Il povero che c'è in me

Domenica 19 novembre 2017 la prima Giornata mondiale dei poveri. Il commento del direttore di Caritas Ticino, Marco Fantoni. 

Catholica

Il programma del viaggio del Papa in Cile e Perù

Francesco si recherà dal 15 al 18 gennaio in Cile e dal 18 al 22 dello stesso mese in Perù. Due Paesi latino-americani uniti nella lingua, ma con storie diverse …

Catholica

Un nuovo sito per le Scuole cattoliche

Nuova offerta online per la Federazione svizzera, composta da 37 scuole membri a pieno titolo e 13 scuole private associate per un totale di 8.200 tra bambini e …

Catholica

Un'amicizia che colma tanti bisogni

IL PERSONAGGIO - Padre Maurizio Bezzi, nato e cresciuto vicino al lago d’Iseo, ora lavora con evangelici e islamici per i ragazzi di strada in Camerun.

Catholica

Martire della giustizia contro gli usurai

IL PERSONAGGIO - Sabato 4 novembre, una coraggiosa religiosa diventata troppo scomoda per tanti, suor Rani Maria, è stata beatificata in India.

Catholica

Frère Léo, nelle strade per gli ultimi

IL PERSONAGGIO - Neuchâtel ricorda con una targa il religioso, fondatore di un servizio di apostolato ecumenico di strada per persone fragili, a 10 anni dalla morte …

Catholica

Musulmani e cristiani insieme per la pace

SPECIALE SABATO - Incontro con il cardinale centrafricano Nzapalainga, che si oppone a chi definisce un conflitto tra gruppi religiosi ciò che sta accadendo nel suo …

Catholica

"La famiglia non è un ideale astratto”

SPECIALE SABATO -  Mons. Vincenzo Paglia ci illustra il rinnovamento accademico in atto nel centro di studi dopo il Motu Proprio di papa Francesco.

Catholica

Scartate da tutti, oggi sono capolavori

IL PERSONAGGIO - In Uganda, Paese poverissimo e martoriato dalle violenze, suor Rosemary Nyirumbe ha ridato speranza a oltre 2.000 ragazze.

Catholica

Una fede ragionata, vissuta e praticata

IL PERSONAGGIO - È quella di Bono, cantante degli U2, che ha fatto di nuovo parlare di sé per le recenti foto sui social mentre riceve l'Eucarestia e posa coi …

Catholica

Edizione speciale del Catechismo

Stampato a Varese per i 25 anni dalla pubblicazione del Catechismo della Chiesa cattolica promulgata da Giovanni Paolo II. Presenta un nuovo commento teologico pastorale.

Catholica

"Il cristiano non è fatto per la noia"

Nell'udienza generale del mercoledì Papa Francesco ha spiegato che la nostra esistenza sia laboriosa, per accogliere con gratitudine ogni giorno donatoci da Dio.

Catholica

Il programma del viaggio del Papa in Asia

Francesco, che si recherà dal 26 novembre al 2 dicembre in Myanmar e Bangladesh, incontrerà i giovani dei due Paesi e parteciperà a incontri interreligiosi …

Catholica

Testimone della fede fino all’ultimo istante

IL PERSONAGGIO - Il martirio di Giovan Battista Sidotti, morto in Giappone nel 1715. Abate palermitano è stato ucciso per aver battezzato i suoi custodi. 

Catholica

"Quando è tutto nuvoloso, parlate di sole"

All'Udienza generale, nel giorno di San Francesco d'Assisi, il Papa ha ricordato come i cristiani siano "persone che propagano speranza con il loro modo di amare …

Catholica

Da Daro a Roma: prete, vescovo ed educatore

IL PERSONAGGIO - Un ricordo di Mons. Danzi a 10 anni dalla scomparsa. Il cardinale Scola: "Era un uomo libero e perciò spesso scomodo".

Accesso e-GdP

Banner Libro Bonefferie

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

banner_spot_youtube_chi_siamo.png

misericordia_2015.jpg

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg