Home > Catholica

Due Papi attraversano la porta Santa

09.12.2015 - aggiornato: 24.06.2016 - 12:25

Decine di migliaia di fedeli ieri in fila fin da prima delle 6 del mattino. Bergoglio saluta all’entrata il papa emerito Benedetto XVI.

(L'Osservatore Romano/Pool Photo via AP)

di Cristina Vonzun

 

 

Fra solide misure di sicurezza Francesco ieri a Roma con una Messa in Piazza San Pietro ha aperto la porta Santa della Basilica, dando il via ad un nuovo Anno Santo della storia. Dieci giorni fa a Bangui in Centrafrica c’era stato l’indimenticabile preludio, voluto ad ogni costo da un Papa che non ha esitato a recarsi in zona di guerra pur di sottolineare che la Chiesa e il mondo devono guardare alle periferie. Ieri a Roma, sotto la pioggia, prima delle 6 del mattino, c’erano già molti fedeli in fila per accedere a piazza san Pietro (la Messa è cominciata alle 9.30), ma tanti di loro, a causa del rallentamento dovuto ai controlli di sicurezza, hanno avuto accesso alla piazza solo a Messa già iniziata, non pochi ormai a celebrazione conclusa.

Il Papa all’omelia ha dato le chiavi di lettura del Giubileo straordinario della Misericordia che va vissuto, ha detto Francesco, «senza paura» nello «spirito emerso dal Vaticano II, quello del Samaritano», per continuare la «spinta missionaria» e «l’entusiasmo» apertasi con quell’evento di 50 anni fa, che è stato «un vero incontro tra la Chiesa e gli uomini del nostro tempo». Il programma di questo Giubileo è dunque «andare incontro ad ogni uomo là dove vive: nella sua città, nella sua casa, nel luogo di lavoro… dovunque c’è una persona, là la Chiesa è chiamata a raggiungerla per portare la gioia del Vangelo».

 

Dunque per Francesco il Giubileo deve incarnare lo slancio di una Chiesa ospedale da campo, in cui «dobbiamo anteporre la Misericordia al giudizio».  Proprio per sottolineare l’apertura dell’Anno Santo in concomitanza con l’anniversario della chiusura del Vaticano II, la celebrazione eucaristica è stata preceduta da alcune letture di documenti del Concilio.

 

Terminata la Messa, una lunga processione è entrata nella Basilica di San Pietro per attendere dall’interno l’apertura della porta Santa da parte di Francesco. 

Il Papa si è avvicinato alla porta, che è sulla destra guardando la Basilica. Lì è stato raggiunto da Ratzinger che Francesco ha calorosamente salutato. Poi il Papa, in piedi davanti alla porta Santa ha detto: «Questa è la porta del Signore... apritemi le porte della giustizia... per la tua grande misericordia entrerò nella tua casa, Signore». Francesco ha salito in silenzio i gradini antecedenti la Porta, ha aperto i battenti - dopo avere spinto le ante - e si è fermato a pregare silenziosamente sulla soglia. Quindi è entrato in San Pietro, seguito a pochi passi di distanza dal papa emerito Ratzinger.

 

Attraverso questa soglia passeranno i pellegrini durante il Giubileo, che si concluderà nel novembre 2016. Ma per la prima volta nella storia dei Giubilei, questa e quelle delle basiliche romane non saranno le uniche porte Sante: ad esse si aggiungeranno le porte di cattedrali e santuari di tutto il mondo. Un primo calcolo ancora sommario annuncia 9mila porte Sante aperte in tutto il mondo per un Giubileo che Francesco vuole il più diffuso possibile e il meno centralizzato a Roma, con un’attenzione particolare anche a luoghi periferici, quali le carceri e i centri di accoglienza.

Nel pomeriggio di ieri secondo la consolidata tradizione legata alla Festa dell’Immacolata, il Papa si è recato presso la statua di Maria a Piazza di Spagna. Da lì Francesco ha proseguito per la Basilica di Santa Maria Maggiore dove ha voluto affidare il Giubileo e la città di Roma all’intercessione della Madonna. 

 

L’Anno Santo in Ticino

 

 In Ticino la porte Sante sono due e saranno aperte dal Vescovo di Lugano sabato 12 e domenica 13 dicembre. Per il Sopraceneri la celebrazione sarà sabato 12 dicembre 2015 alle 17.30 con apertura della Porta Santa a Bellinzona, chiesa della Madonna delle Grazie. Per il Sottoceneri la celebrazione per l’apertura della Porta Santa sarà domenica 13 dicembre 2015 alle 10 a Lugano nella chiesa del Sacro Cuore. Informazioni sul sito: www.misericordia2016.ch

 

 

Articoli correlati:

Papa Francesco apre la Porta santa 

Giubileo, il programma dell'apertura

Speciale: Giubileo della Misericordia

Il Giubileo è esperienza di vita

«Dio è tanto buono e perdona tutto»

 

 

Catholica

Una silenziosa bellezza tra le favelas

IL PERSONAGGIO - La 20enne ticinese Maria Paola ci racconta di Rosetta, missionaria italiana oggi 75enne, che 50 anni fa lasciò tutto per servire i più …

Catholica

Il povero che c'è in me

Domenica 19 novembre 2017 la prima Giornata mondiale dei poveri. Il commento del direttore di Caritas Ticino, Marco Fantoni. 

Catholica

Il programma del viaggio del Papa in Cile e Perù

Francesco si recherà dal 15 al 18 gennaio in Cile e dal 18 al 22 dello stesso mese in Perù. Due Paesi latino-americani uniti nella lingua, ma con storie diverse …

Catholica

Un nuovo sito per le Scuole cattoliche

Nuova offerta online per la Federazione svizzera, composta da 37 scuole membri a pieno titolo e 13 scuole private associate per un totale di 8.200 tra bambini e …

Catholica

Un'amicizia che colma tanti bisogni

IL PERSONAGGIO - Padre Maurizio Bezzi, nato e cresciuto vicino al lago d’Iseo, ora lavora con evangelici e islamici per i ragazzi di strada in Camerun.

Catholica

Martire della giustizia contro gli usurai

IL PERSONAGGIO - Sabato 4 novembre, una coraggiosa religiosa diventata troppo scomoda per tanti, suor Rani Maria, è stata beatificata in India.

Catholica

Frère Léo, nelle strade per gli ultimi

IL PERSONAGGIO - Neuchâtel ricorda con una targa il religioso, fondatore di un servizio di apostolato ecumenico di strada per persone fragili, a 10 anni dalla morte …

Catholica

Musulmani e cristiani insieme per la pace

SPECIALE SABATO - Incontro con il cardinale centrafricano Nzapalainga, che si oppone a chi definisce un conflitto tra gruppi religiosi ciò che sta accadendo nel suo …

Catholica

"La famiglia non è un ideale astratto”

SPECIALE SABATO -  Mons. Vincenzo Paglia ci illustra il rinnovamento accademico in atto nel centro di studi dopo il Motu Proprio di papa Francesco.

Catholica

Scartate da tutti, oggi sono capolavori

IL PERSONAGGIO - In Uganda, Paese poverissimo e martoriato dalle violenze, suor Rosemary Nyirumbe ha ridato speranza a oltre 2.000 ragazze.

Catholica

Una fede ragionata, vissuta e praticata

IL PERSONAGGIO - È quella di Bono, cantante degli U2, che ha fatto di nuovo parlare di sé per le recenti foto sui social mentre riceve l'Eucarestia e posa coi …

Catholica

Edizione speciale del Catechismo

Stampato a Varese per i 25 anni dalla pubblicazione del Catechismo della Chiesa cattolica promulgata da Giovanni Paolo II. Presenta un nuovo commento teologico pastorale.

Catholica

"Il cristiano non è fatto per la noia"

Nell'udienza generale del mercoledì Papa Francesco ha spiegato che la nostra esistenza sia laboriosa, per accogliere con gratitudine ogni giorno donatoci da Dio.

Catholica

Il programma del viaggio del Papa in Asia

Francesco, che si recherà dal 26 novembre al 2 dicembre in Myanmar e Bangladesh, incontrerà i giovani dei due Paesi e parteciperà a incontri interreligiosi …

Catholica

Testimone della fede fino all’ultimo istante

IL PERSONAGGIO - Il martirio di Giovan Battista Sidotti, morto in Giappone nel 1715. Abate palermitano è stato ucciso per aver battezzato i suoi custodi. 

Catholica

"Quando è tutto nuvoloso, parlate di sole"

All'Udienza generale, nel giorno di San Francesco d'Assisi, il Papa ha ricordato come i cristiani siano "persone che propagano speranza con il loro modo di amare …

Accesso e-GdP

Banner Libro Bonefferie

banner_concorso_presepi_2017.jpg

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

banner_spot_youtube_chi_siamo.png

misericordia_2015.jpg

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg