Home > Catholica

Eremita in Svizzera: un ex agente ci prova

20.08.2017 - aggiornato: 21.08.2017 - 07:44

IL PERSONAGGIO - La storia di Micheal Daum, ex poliziotto tedesco, che si è ritirato nell’ottobre 2016 nell’antico eremitaggio di Santa Verena, a nord di Soletta.

Michael Daum, sposato e padre di cinque figli.

di Cristin Vonzun

C’è qualcuno in Svizzera che ha scelto la vita eremitica e non è l’unico. Le cronache più recenti nella Svizzera tedesca hanno riportato l’attenzione, nell’anno del seicentesimo di Nicolao della Flüe, su scelte di vita simili a quella del Santo Patrono, in particolare si è sentito parlare nei mesi scorsi dall’ex poliziotto tedesco Michael Daum, ritiratosi nell’ottobre 2016 nell’antico eremitaggio di Santa Verena, a nord di Soletta. La storia dell’eremo della Verenaschlucht viene fatta risalire addirittura all’anno 300 circa, quando in un angusto antro nella roccia a nord di Soletta avrebbe abitato Santa Verena in persona, giunta lì dall’Egitto. Grazie a lei gli Alemanni si sarebbero convertiti al cristianesimo. Una delle due cappelle dell’eremo risale in parte al XII secolo. La prima notizia di un eremita abitante in questo luogo è del 1442. Dal 1588 è poi provata una serie ininterrotta di successori giunti fino ad oggi. Questo luogo, abitato per secoli da eremiti e eremite, oggi è amministrato dal consiglio patriziale del luogo che sceglie anche, su concorso, a chi affidare l’eremo. Un luogo che dovrebbe essere riservato al silenzio e che così si vorrebbe preservare, anche se poi lo si trova tra le mete delle proposte turistiche del sito del locale ente di Soletta città. Un via vai di gente che ha causato, almeno negli ultimi anni, malumore negli eremiti che si sono succeduti.

Michael Daum è il corpulento signore tedesco con una folta barba bianca che è subentrato in questo luogo di ritiro, ad una religiosa che ha abitato l’eremo per un certo tempo, ma che poi è partita proprio perché non le pareva che la tranquillità eremitica fosse rispettata dai numerosi visitatori e perchè, donna, aveva subito delle minacce. Il nuovo eremita è sposato e padre di 5 figli, di cui uno, come dice lui, già «in Cielo». Daum ha alle spalle una carriera nella polizia tedesca che si è precocemente interrotta nel 1984 a causa di un incidente. Da quel momento l’ex poliziotto si è rifatto una vita: ha studiato teologia cattolica, pedagogia e psicologia. Negli anni successivi ha frequentato monasteri, conventi, ritiri spirituali e ha approfondito la contemplazione cristiana. L’incontro con monaci e monache di clausura ha fatto il resto, facendo maturare in Michael Daum il desiderio di una vita eremitica. Queste sue caratteristiche hanno spinto il patriziato ad attribuire l’eremo di Santa Verena proprio a lui. La cappella di Santa Verena è a disposizione di chi si reca a visitare l’eremo e viene aperta da Daum ogni mattina alle 10 e chiusa ogni sera alle 17. Daum è molto fermo sul via vai di gente. «Desidero che questo luogo resti riservato al silenzio. Le persone vengono a cercare esattamente questo: tranquillità e silenzio». Luogo di silenzio ma anche di dialogo spirituale, così interpreta Daum l’eremo di Santa Verena e la sua presenza. «Non sono un recluso, ho scelto una vita di questo tipo restando tuttavia aperto all’incontro con la gente, come un uomo del popolo». I visitatori arrivano all’eremo anche da paesi stranieri. «Dal Brasile, Costa Rica, dalla Russia», dice Daum.  Molti vengono perché sono attirati dall’incontro con la curiosa figura di un eremita. Michael Daum però non vede se stesso come un personaggio pubblico. «Io non sono importante, ma è questo luogo di silenzio ad esserlo», ha dichiarato nell’unica intervista rilasciata mesi fa, un’eccezione perchè l’eremita non vuole avere visibilità mediatica. L’ex poliziotto non ha però troncato i rapporti con la famiglia, consenziente con la sua scelta e con la quale comunica via internet. I suoi figli arrivano di tanto in tanto all’eremo e sono le uniche persone a cui è permesso dormire all’interno della clausura. Per il resto, non c’è che augurare successo all’eremita, anche se gli ideali che hanno spinto Daum a Santa Verena si stanno confrontando in questi mesi con la realtà poco discreta del XXI secolo, dove tutto rischia sempre di essere troppo “social”   pubblico, soprattutto per chi cerca la solitudine per Dio e la preghiera. 

Catholica

Dalle fiamma olimpica alla fede

IL PERSONAGGIO - Yuna Kim, 28 anni, è una grande campionessa coreana di pattinaggio artistico (anche alle Olimpiadi coreane) che ha scoperto il Dio cristiano. …

Catholica

La ricerca di Dio nell'uomo

SPECIALE SABATO - Dal 19 al 26 febbraio la Settimana Intensiva alla Facoltà di Teologia di Lugano. Ne parliamo con il coordinatore, Manfred Hauke. 

Catholica

Nei lager portò la carità cristiana

IL PERSONAGGIO - Teresio Olivelli, morto a soli 29 anni nel campo di concentramento di Hersbruck, è stato beatificato nella sua diocesi di Vigevano.

Catholica

In Terra Santa con gli occhi di un bimbo

IL PERSONAGGIO - Abbiamo incontrato padre Francesco Ielpo, Commissario di Terra Santa per il Nord Italia, a Lugano per l’iniziativa "OgniVentiAlleVenti". …

Catholica

La vita della gente illumina il Vangelo

IL PERSONAGGIO - La storia di don Roberto Seregni, sacerdote fidei donum della diocesi di Como in missione in Perù, Paese che in questi giorni accoglie il Papa.

Catholica

Il Papa celebra le nozze in volo

(LE FOTO) Francesco ha unito in matrimonio una hostess e uno steward cileni della compagnia Latam. È la prima volta che un Pontefice celebra delle nozze in aereo.

Catholica

Da Ginevra alle Ande: il Vangelo dei poveri

IL PERSONAGGIO - Il Papa visiterà l’opera del missionario svizzero padre Xavier Arbex a Puerto Maldonado, nel cuore dell’Amazzonia peruviana.

Catholica

Visita del Papa: "Troppo poveri per il viaggio"

SPECIALE SABATO - Intervista alla ticinese suor Nadia Gianolli, missionaria in una zona indigente del Perù.

Catholica

Coltivare la fede con curiosità e altruismo

SPECIALE SABATO - Il Gruppo Santa Lucia di Unitas, associazione che raggruppa ciechi e ipovedenti, offre visite alle Parrocchie, ritiri spirituali e pellegrinaggi.

Catholica

"Il peccato divide, sempre"

Nella prima udienza generale del 2018, il Pontefice ha proseguito con il ciclo di riflessioni dedicate alla Celebrazione eucaristica, spiegando il significato dell'atto …

Catholica

"Quel giorno quel neonato..."

SPECIALE SABATO - 40 anni di storie di accoglienza e di condivisione: quelle dei progetti portati avanti dalla Conferenza missionaria della Svizzera italiana.

Catholica

Il Papa in visita nelle terre di Padre Pio

Il Pontefice si recherà il 17 marzo 2018 a Pietrelcina e a San Giovanni Rotondo per il Centenario dell'apparizione delle sue stimmate e il 50esimo dalla sua …

Catholica

"Costruttore di ponti, non di muri"

IL PERSONAGGIO - L’impegno di don Giusto di Como a favore dei migranti, il quale ha fatto della sua parrocchia un centro di accoglienza.

Catholica

Panettone ticinese per la prima volta dal Papa

A fare assaggiare al Pontefice a Roma il prelibato dolce è stata la Società Mastri Panettieri-Pasticcieri ticinese. Francesco ha gradito e ringraziato …

Catholica

Una silenziosa bellezza tra le favelas

IL PERSONAGGIO - La 20enne ticinese Maria Paola ci racconta di Rosetta, missionaria italiana oggi 75enne, che 50 anni fa lasciò tutto per servire i più …

Catholica

Il povero che c'è in me

Domenica 19 novembre 2017 la prima Giornata mondiale dei poveri. Il commento del direttore di Caritas Ticino, Marco Fantoni. 

Accesso e-GdP

Banner Libro Bonefferie

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg