Home > Catholica

FTL: giubileo ricordando Giussani e Martini

07.10.2017 - aggiornato: 07.10.2017 - 18:33

SPECIALE SABATO - Fondata nel 1992 a Lugano dal compianto monsignor Corecco, la FTL sottolinea il giubileo con un convegno e numerosi altri eventi.

di Cristina Vonzun

 

«Con questi primi venticinque anni la Facoltà diventa più che maggiorenne, facendosi sempre più presente anche nel mondo sociale ticinese», ci dice il rettore della Facoltà di teologia di Lugano, prof. dr. René Roux, nel fare il punto e nel presentarci gli eventi previsti, che da questi mesi fino a primavera, accompagneranno il giubileo di quello che è il primo istituto universitario sorto sul suolo ticinese. «Sono arrivato da pochi anni in Ticino - continua il prof. Roux -, e non posso che esprimere la mia profonda ammirazione per tutte le persone che alla FTL hanno lavorato e continuano ad impegnarsi. Posso dire che risultati di questo genere non sono affatto scontati, allo stesso tempo questo importante anniversario ci chiede di guardare al futuro».

Guardando al futuro, prof. Roux come vede la collaborazione con gli istituti e le facoltà dell’Università della Svizzera italiana?

I rapporti sono davvero buoni. La collaborazione avviene a diversi livelli: da parte degli istituti, dei docenti, degli allievi, degli uffici. C’è il desiderio di andare nella direzione di un’ulteriore integrazione e di una maggiore sinergia, il tutto a vantaggio del polo universitario luganese. La nostra è una facoltà di teologia, dunque per natura siamo favorevoli a tutte le forme di collaborazione che si presentano, cercando di lavorare in questa direzione.

Lei intende che il processo di sinergie tra FTL e USI procede verso una sempre maggiore integrazione?

Sono molti gli elementi coinvolti in questo processo. Ci sono delle decisioni accademiche e dei cammini politici, ciascuno con i suoi tempi di riflessione e maturazione. La tradizione elvetica però ci aiuta: in Svizzera la collaborazione e l’integrazione delle facoltà teologiche nell’ambito del sapere universale è un dato di fatto, quindi non si vede per quale motivo non lasciarsi ispirare anche a Lugano da questa tradizione.

Alla FTL il numero degli studenti di teologia è in  crescita, un dato che fa di questa teologica un istituto in controtendenza rispetto a molte altre in Occidente. Quali sono le ragioni?

Infatti anche nel Dipartimento di teologia abbiamo una crescita di studenti. Mi piace pensare che la ragione risieda in alcune caratteristiche particolari della FTL. La prima è la sua internazionalità: siamo una facoltà di dimensioni medie ma con un numero di studenti e docenti di diversi paesi. Il secondo aspetto è l’ambiente è familiare che mette gli studenti a proprio agio. E, terzo aspetto, nella nostra offerta formativa vi è una certa ampiezza di prospettive: se osserviamo il numero di professori incaricati e docenti e consideriamo le posizioni teologiche che rappresentano, vediamo che c’è molta varietà. Mi piace pensare che questa pluralità crei un’atmosfera positiva per la formazione intellettuale.

Nel programma del 25° spiccano due eventi: in dicembre ci sarà un convegno su mons. Luigi Giussani, fondatore di Comunione e Liberazione e in primavera è previsto un secondo convegno dedicato alla figura del cardinale Carlo Maria Martini. Le ragioni di queste due scelte, decisamente diverse, quali sono?

Come facoltà teologica di lingua italiana volevamo concentrarci su dei pensatori che provenissero da questa area culturale, in controtendenza rispetto a molte facoltà teologiche che puntano su autori di lingua tedesca o statunitensi. Inoltre abbiamo cercato dei pensatori la cui opera avesse avuto un impatto reale sulla vita della gente e quindi rappresentassero una teologia non elaborata a tavolino, ma un pensiero teologico che è di stimolo per la vita, capace di trasformarsi in movimento e in vita organizzata e sociale. E questo è il caso sia di mons. Giussani, sia del cardinale Martini che, pur provenienti da ambiti teologici diversi, hanno avuto un impatto sulla vita di tantissime persone.

Continua a leggere nell'inserto di Catholica di oggi

Catholica

Dalle fiamma olimpica alla fede

IL PERSONAGGIO - Yuna Kim, 28 anni, è una grande campionessa coreana di pattinaggio artistico (anche alle Olimpiadi coreane) che ha scoperto il Dio cristiano. …

Catholica

La ricerca di Dio nell'uomo

SPECIALE SABATO - Dal 19 al 26 febbraio la Settimana Intensiva alla Facoltà di Teologia di Lugano. Ne parliamo con il coordinatore, Manfred Hauke. 

Catholica

Nei lager portò la carità cristiana

IL PERSONAGGIO - Teresio Olivelli, morto a soli 29 anni nel campo di concentramento di Hersbruck, è stato beatificato nella sua diocesi di Vigevano.

Catholica

In Terra Santa con gli occhi di un bimbo

IL PERSONAGGIO - Abbiamo incontrato padre Francesco Ielpo, Commissario di Terra Santa per il Nord Italia, a Lugano per l’iniziativa "OgniVentiAlleVenti". …

Catholica

La vita della gente illumina il Vangelo

IL PERSONAGGIO - La storia di don Roberto Seregni, sacerdote fidei donum della diocesi di Como in missione in Perù, Paese che in questi giorni accoglie il Papa.

Catholica

Il Papa celebra le nozze in volo

(LE FOTO) Francesco ha unito in matrimonio una hostess e uno steward cileni della compagnia Latam. È la prima volta che un Pontefice celebra delle nozze in aereo.

Catholica

Da Ginevra alle Ande: il Vangelo dei poveri

IL PERSONAGGIO - Il Papa visiterà l’opera del missionario svizzero padre Xavier Arbex a Puerto Maldonado, nel cuore dell’Amazzonia peruviana.

Catholica

Visita del Papa: "Troppo poveri per il viaggio"

SPECIALE SABATO - Intervista alla ticinese suor Nadia Gianolli, missionaria in una zona indigente del Perù.

Catholica

Coltivare la fede con curiosità e altruismo

SPECIALE SABATO - Il Gruppo Santa Lucia di Unitas, associazione che raggruppa ciechi e ipovedenti, offre visite alle Parrocchie, ritiri spirituali e pellegrinaggi.

Catholica

"Il peccato divide, sempre"

Nella prima udienza generale del 2018, il Pontefice ha proseguito con il ciclo di riflessioni dedicate alla Celebrazione eucaristica, spiegando il significato dell'atto …

Catholica

"Quel giorno quel neonato..."

SPECIALE SABATO - 40 anni di storie di accoglienza e di condivisione: quelle dei progetti portati avanti dalla Conferenza missionaria della Svizzera italiana.

Catholica

Il Papa in visita nelle terre di Padre Pio

Il Pontefice si recherà il 17 marzo 2018 a Pietrelcina e a San Giovanni Rotondo per il Centenario dell'apparizione delle sue stimmate e il 50esimo dalla sua …

Catholica

"Costruttore di ponti, non di muri"

IL PERSONAGGIO - L’impegno di don Giusto di Como a favore dei migranti, il quale ha fatto della sua parrocchia un centro di accoglienza.

Catholica

Panettone ticinese per la prima volta dal Papa

A fare assaggiare al Pontefice a Roma il prelibato dolce è stata la Società Mastri Panettieri-Pasticcieri ticinese. Francesco ha gradito e ringraziato …

Catholica

Una silenziosa bellezza tra le favelas

IL PERSONAGGIO - La 20enne ticinese Maria Paola ci racconta di Rosetta, missionaria italiana oggi 75enne, che 50 anni fa lasciò tutto per servire i più …

Catholica

Il povero che c'è in me

Domenica 19 novembre 2017 la prima Giornata mondiale dei poveri. Il commento del direttore di Caritas Ticino, Marco Fantoni. 

Accesso e-GdP

Banner Libro Bonefferie

banner_sanremo_2018.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg