Home > Catholica

I 25 anni della Facoltà di Teologia

19.09.2017 - aggiornato: 19.09.2017 - 17:07

Nella ricorrenza della fondazione della prima istituzione universitaria in Ticino, il rettore Roux e il vescovo Lazzeri ricordano il fondatore, mons. Corecco, e sottolineano novità e sfide.

© foto Crinari

di Cristina Vonzun

 

ll 20 novembre 1993, l’allora vescovo di Lugano mons. Eugenio Corecco, mediante un decreto della Congregazione dell’Educazione Cattolica, istituiva la Facoltà di Teologia di Lugano (FTL), già creata un anno prima come Istituto di teologia: era la prima istituzione universitaria eretta in Ticino. Da allora sono trascorsi 25 anni. Un quarto di secolo che in particolare in questo 2017 e inizio 2018 la Facoltà di Teologia vuole sottolineare in modi diversi.

Ieri, all’inizio del nuovo Anno Accademico, il vescovo di Lugano, mons. Lazzeri ha celebrato nella Basilica del Sacro Cuore a Lugano, una Santa Messa per gli studenti, i professori, il personale e gli amici della FTL. Insieme al rettore prof. René Roux, il vescovo ha anche incontrato gli studenti. L’importante ricorrenza è stata oggetto di riflessioni sia da parte del rettore, sia da parte del vescovo Lazzeri. Il rettore ha voluto sottolineare sostanzialmente questi elementi: la FTL è profondamente radicata nella realtà del territorio ticinese, però è anche molto internazionale: per l’eterogeneità del corpo docente e degli studenti provenienti da diversi continenti e Paesi e per le relazioni con il mondo accademico svizzero e internazionale.

Roux ha citato le convenzioni stipulate con vari enti in Ticino e la qualità degli studi che si compiono e sono riconosciuti alla FTL. La FTL in 25 anni di storia ha indubbiamente affrontato svolte e intrapreso direzioni non previste all’inizio, come d’altronde accade quando qualcosa di nuovo nasce e questo nuovo è legato alla ricerca, allo studio, allo sviluppo, al mondo accademico. Mons. Lazzeri, vescovo di Lugano ma anche Gran cancelliere della Facoltà, ha sottolineato il ruolo avuto dalla FTL nella formazione di operatori pastorali e cristiani adulti nella fede non solo per la Diocesi ma anche per la Svizzera e l’estero.

 

teomess_07.jpg

 

Dall’eredità di Corecco ad oggi

Mons. Lazzeri ha anche ripreso alcuni aspetti dell’intuizione originaria di Eugenio Corecco che in questi anni sono maturati, portando nuovi frutti. «Anzitutto - ha osservato il vescovo Valerio - il desiderio di una teologia accademica e scientifica, capace di dialogare con i massimi livelli del pensiero umano elaborato nei vari ambiti del sapere universitario ma, nel medesimo tempo profondamente ecclesiale, consapevole di essere una componente irrinunciabile della missione affidata da Cristo alla sua Chiesa».

Una teologia dunque che «sia capace di intercettare ciò che rimane “pagano” nel cuore umano per metterlo a confronto con la verità di Cristo». Il Vescovo ha sottolineato anche come svolgere questo compito. «La teologia deve svilupparsi con un linguaggio, dei metodi e degli strumenti» suoi propri, «che non possono essere identici a quelli degli altri compiti ecclesiali», curando comunque le «delicate e vitali transizioni che a essi la connettono».

 

teomess_01.jpg

 

"Raggiungere l’uomo reale"

L’altro compito che la Facoltà è chiamata a svolgere è quello di arrivare all’uomo reale. «Il Vangelo di Gesù Cristo - ha continuato mons. Lazzeri - deve infatti arrivare a parlare all’uomo reale di ogni epoca, a illuminare la sua esperienza concreta, a intercettare le sue domande di senso più radicali», perchè - ha proseguito il mons. Valerio - «la fede si esplicita come fonte di meraviglia quando diventa capace di mettere in moto il lavoro dell’intelligenza. Solo in quel momento si manifesta come grande e si presenta come degna di essere vissuta».

In conclusione, il Vescovo ha formulato ancora un pensiero sulla storia della FTL, nel rapporto tra eredità del passato e sviluppi presenti e futuri. «I contributi sono stati e sono molteplici. In certi momenti forse non risulta facilissimo coordinarli ed equilibrarli», eppure, nonostante le inevitabili difficoltà, c’è una continuità con l’intuizione e gli auspici iniziali di mons. Corecco. La FTL è una realtà con tanti «carismi», che sono dati «come dono da mettere a servizio di tutta la Chiesa e per il bene di tutti». Un’immagine che fa pensare anche ai diversi e prestigiosi Istituti, che negli anni si sono costituiti nella FTL e oggi offrono un contributo non indifferente, in campi distinti e complementari, alla ricerca e alla formazione di sacerdoti e di laici provenienti sia dalla Diocesi di Lugano, sia dall’estero.

 

Catholica

Venduta la Lamborghini "del Papa"

Il ricavato dell'asta, 715mila euro, sarà destinato al finanziamento di tre progetti di carità. L'auto era stata donata a Francesco lo scorso 27 novembre …

Catholica

La suora che "cura" il Sud Sudan

IL PERSONAGGIO - Conosciamo suor Maria Martinelli, medico chirurgo in Sud Sudan, che venerdì sera ha portato la sua testimonianza al centro San Giuseppe di Lugano.

Catholica

Don Tonino, prete dalla parte degli ultimi

IL PERSONAGGIO - Mons. Antonio Bello, un vescovo dalle scelte forti e coraggiose, che il Papa ha voluto omaggiare visitando le sue terre e pregando sulla sua tomba.

Catholica

I 91 anni di papa Ratzinger

Per il compleanno del papa emerito viene presentato il documentario "Benedetto XVI, l’ora della verità", in onda per l'occasione su TV2000.

Catholica

Lo spunto per la predica? Da un'App

È nata l'applicazione che aiuta i sacerdoti nelle omelie. È il teologo Rupnik l’autore dei testi di "Clerus-App", l’ultimo strumento …

Catholica

"Sono rimasta, come atto d'amore"

IL PERSONAGGIO DELLA SETTIMANA - Conosciamo meglio Anan Alkass Yousif, vergine consacrata in una Baghdad dilaniata​.

Catholica

Speranza dentro la miseria

IL PERSONAGGIO DELLA SETTIMANA - La svizzera Lotti Latrous ha lasciato tutto per aiutare i malati di Aids.

Catholica

Accanto a chi porta una croce pesante

SPECIALE SETTIMANA SANTA - Incontro con don Vincent, cappellano della Fondazione Maddalena Grassi di Milano, che si occupa di disabili gravi e malati incurabili.

Catholica

Ricostruite le fattezze dell'uomo della Sindone

La rappresentazione 3D è stata realizzata da un artista a partire dagli studi di un professore dell’Università di Padova, studioso della reliquia.

Catholica

"Desidero vedere gli Adivasi felici"

SACRIFICIO QUARESIMALE - Dall’India la testimonianza di padre Caesar, uno degli ospiti della Campagna Ecumenica, che presenta il progetto nello Stato dell’Assam.

Catholica

In scena il dramma di Cristo sulla croce

IL PERSONAGGIO - Padre Finco, francescano che da anni firma spettacoli teatrali, propone nella chiesa del monastero delle Clarisse di Cademario l'opera di Haydn …

Catholica

Lanciato il trailer del film sul Papa

(IL VIDEO) "Papa Francesco. Un uomo di parola", che prende spunto dalla volontà che non fosse un film su papa Francesco ma con papa Francesco.

Catholica

Sulle sue labbra il "programma di Cristo"

IL PERSONAGGIO - Questa settimana vi presentiamo don Francesco Alberti, al centro di un incontro nell’ambito degli eventi de "Il Giardino dei Giusti" di …

Catholica

Verso il cambiamento tutelando i braccianti

SPECIALE SABATO - È in Sudafrica uno dei progetti della campagna ecumenica di Sacrificio Quaresimale, che si impegna in particolare nella formazione dei lavoratori.

Catholica

Musica e fede a sostegno dei più piccoli

SPECIALE SABATO - "Medjugorje per l’infanzia" compie 30 anni; numerosi i progetti concretizzati a favore di bambini e minorenni a cui la vita aveva tolto le …

Catholica

Viaggio del Papa nei Paesi baltici

Francesco si recherà in Lituania, Lettonia ed Estonia dal 22 al 25 settembre di quest'anno, dando seguito a un invito dei rispettivi capo di Stato e dei Vescovi.

Accesso e-GdP

banner_cannes3.jpg

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg