Home > Catholica

"Il mio apostolato della stampa con don Leber"

11.06.2017 - aggiornato: 12.06.2017 - 13:18

IL PERSONAGGIO - I ricordi di suor Ester Isepponi di Poschiavo, 98enne religiosa delle suore di St. Maurice in Vallese, che lavorò al GdP 60 anni fa! 

© foto GdP

di Cristina Vonzun

 

Ottant’anni di fedeltà al Signore. È il bellissimo traguardo, un “record” quasi, che suor Ester Isepponi di Poschiavo, religiosa delle suore di St. Maurice in Vallese ha festeggiato con letizia lo scorso 24 maggio. Suor Ester che è nata ben 98 anni fa in val Poschiavo, nella sua vita è anche passata dal Ticino, per 5 anni, dal 1945 al 1950, lavorando con altre consorelle alla Buona Stampa, quando la tipografia stampava il Giornale del Popolo.

Ester, infatti, dopo l’infanzia trascorsa negli anni ’20 del secolo scorso in val Poschiavo, conclusa la scuola dell’obbligo, va a St. Maurice a studiare francese, accompagnata da una cugina, suor Agnese, che era già nella congregazione di St. Augustine. “Fin da piccola ho sentito il desiderio di dedicare a Dio la mia vita, ma non in monastero, anche se in valle avevamo una vita monastica, quella delle agostiniane. Io volevo qualcosa di attivo e poi sentivo la necessità di allontanarmi”.

La località di St. Maurice in quegli anni è molto legata alla vallata grigionese. “Il rapporto tra St. Maurice e la val Poschiavo – racconta suor Ester - era dato dalla presenza di molti poschiavini impiegati nei lavori per la costruzione della tratta ferroviaria tra Martigny e Chamonix”. L’incontro con le religiose di St. Augustine dischiude al “sì” definitivo il desiderio di Ester di donare la vita al Signore in una congregazione religiosa di vita attiva che ha nel carisma della preghiera e dell’apostolato della stampa, soprattutto di bollettini, i suoi punti forti.

 

sresther2.jpg

 

Dopo due anni di noviziato, il 24 maggio 1937, suor Ester pronuncia i voti. Non c’è per lei una cerimonia pubblica perché all’epoca la Costituzione federale vietava i conventi. “Nessuno sapeva che eravamo suore, non avevamo abiti religiosi, portavamo solo una veste nera”. La sobria cerimonia di professione religiosa di suor Esther ha luogo alla conclusione di un normale giorno lavorativo. Ma non è l’unica difficoltà: le suore sono vittime di un’altra discriminazione: i sindacati vietano alle donne di seguire un apprendistato nei mestieri tipografici. Per superare questo ostacolo le religiose assumono dei laici che possano insegnare loro il mestiere. “Il lavoro era molto pesante, soprattutto fisico, non c’era l’ausilio di macchine né per piegare i bollettini e neppure per imballarli”, racconta l’anziana religiosa.

Nel 1945 suor Ester che nel frattempo ha appreso la professione di tipografa, arriva in Ticino. Le suore di St. Augustine infatti furono chiamate a Lugano un secolo fa, nel 1917, da monsignor Bacciarini quando nacque la Buona Stampa. Successivamente, nel 1926, Bacciarini fondò il Giornale del Popolo. Le religiose vennero impiegate per decenni nel lavoro tipografico, in particolare nella stampa dei bollettini e –successivamente- in quella del GdP.

Ho un bellissimo ricordo di Lugano e di don Alfredo Leber, il direttore del Giornale del Popolo di allora – racconta suor Ester. Io lavoravo alla spedizione dei bollettini parrocchiali e talvolta anche a quella del GdP. Dovevamo spedire il Giornale del Popolo ogni sera”.

Le religiose, ci racconta suor Ester, facevano questo lavoro durante la notte. “Una persona di Lugano che ricordo sempre con tanto affetto e che lavorava con me è la signora Rose De Maria. Rose si è fatta viva da noi qui a St. Maurice per tanti anni”. Di altri ticinesi suor Ester non ricorda più, essendo la religiosa anche anziana.

Dopo 5 anni trascorsi in Ticino, suor Ester riparte verso St. Maurice, con la speranza di andare missionaria in Africa, in Togo. Il Signore ha voluto però altrimenti e la religiosa è rimasta in Vallese, lavorando nella tipografia del convento, responsabile di un reparto con diversi impiegati laici. Suor Ester nei suoi 98 anni di vita di cui 80 come religiosa ha imparato in un semplice e resistente “abbandono quotidiano nella preghiera, ad essere accolta dal Signore”, confida.

Grazie di cuore, suor Ester, dai tuoi “giovani colleghi” del GdP!

 

Catholica

"Il Signore ci dona la speranza di essere santi"

Così il Papa nell'udienza generale, durante la quale ha aggiunto che si può essere santi nella vita di tutti i giorni facendo il proprio dovere con il cuore …

Catholica

Il Papa in Cile e Perù a gennaio 2018

Bergoglio si recherà dal 15 al 21 gennaio nelle citta cilene di Santiago, Temuco e Iquique e quelle peruviane di Lima, Puerto Maldonado e Trujillo.

Catholica

Ad Haiti seminiamo per un futuro migliore

SPECIALE SABATO - Sta ormai per terminare la fase preparatoria del progetto di formazione dei docenti curato dalla diocesi ad Haiti. In autunno la partenza dei primi tre …

Catholica

Mazzolari e Milani: due profeti scomodi

SPECIALE SABATO - Il vescovo emerito di Lugano traccia un profilo dei due sacerdoti, in vista del pellegrinaggio del Papa nelle loro terre d'origine. 

Catholica

"Dio ci ama sempre: tutti, buoni e cattivi"

Così il Papa durante l'udienza generale. In precedenza Francesco si è recato in aula Paolo VI, dove alcuni gruppi di malati si sono sistemati per …

Catholica

"Il mio apostolato della stampa con don Leber"

IL PERSONAGGIO - I ricordi di suor Ester Isepponi di Poschiavo, 98enne religiosa delle suore di St. Maurice in Vallese, che lavorò al GdP 60 anni fa! 

Catholica

Tutta la freschezza di un giovane "sì"

IL PERSONAGGIO - Tre missionari della comunità Shalom di Bioggio si raccontano. Scopriamo chi sono e conosciamo meglio le loro storie.

Catholica

"Il cristiano semina speranza"

Nell'Udienza del mercoledì il Papa ha sottolineanto il rapporto tra la speranza cristiana e lo Spirito Santo, ricordando l'imminenza della Pentecoste, " …

Catholica

Il Papa incontra il premier canadese

L'intenzione di Trudeau era quella di rinnovare l'invito al Pontefice a visitare il Canada e di sollevare la questione della riconciliazione con le comunità …

Catholica

Una vita in carcere, ma libero

IL PERSONAGGIO - Storia del cardinale vietnamita Van Thuân, dichiarato venerabile, temuto dalle autorità perché parlava di amore e perdono.

Catholica

"Ogni uomo è una storia di amore"

Maria Maddalena, "l’apostola della speranza", protagonista dell'Udienza generale di papa Francesco. Il saluto ai familiari delle vittime di Rigopiano.

Catholica

Papa Francesco in visita a Genova

Sabato 27 maggio il Pontefice sarà nel capoluogo ligure (IL PROGRAMMA) Il card. Bagnasco: "Quando vedrà il porto e la splendida città, una …

Catholica

Povero tra i poveri, martire tra le Ande

IL PERSONAGGIO - La storia di padre Daniele Badiali, missionario valtellinese ucciso in Perù vent’anni fa. Dedicò la sua vita ai giovani.

Catholica

"Il cristianesimo non è ideologia o filosofia"

"Non è tanto la nostra ricerca nei confronti di Dio, ma la ricerca di Dio nei nostri confronti" così papa Francesco durante l'udienza generale del …

Catholica

Buona Pasqua!

La riflessione del Vescovo di Lugano mons. Valerio Lazzeri per la Pasqua. Il sito del GdP riprenderà gli aggiornamenti lunedì 17 aprile. 

Catholica

La solidità dell'attesa

Ma dove guardano quegli occhi invetriati di porcellana stravolti verso il cielo? Che direttrice vuole darci un quadro come questo? Ce ne parla Davide Dall'Ombra.