Home > Catholica

Il Papa apre il Sinodo: difendere l'amore fedele

04.10.2015 - aggiornato: 05.10.2015 - 16:03

La Chiesa difende i valori fondamentali, senza dimenticare l’umanità ferita: questo, in sintesi, il cuore dell’omelia di Papa Francesco per la Messa inaugurale del XIV Sinodo generale ordinario sulla famiglia, celebrata nella Basilica Vaticana.

La Chiesa difende i valori fondamentali, senza dimenticare l’umanità ferita: questo, in sintesi, il cuore dell’omelia di Papa Francesco per la Messa inaugurale del XIV Sinodo generale ordinario sulla famiglia, celebrata nella Basilica Vaticana, insieme con numerosi Padri Sinodali. Il Papa ha ribadito l’indissolubilità del vincolo coniugale, esortando al contempo la Chiesa ad accogliere con misericordia le coppie ferite. 

Nel mondo globalizzato, i cuori sono sempre più vuoti
Il dramma della solitudine, l’amore tra uomo e donna, la famiglia: sono i tre assi portanti dell’omelia del Papa. Nel “paradosso di un mondo globalizzato”, dice, ci sono tante abitazioni lussuose, ma sempre meno il calore della casa e della famiglia; tanto divertimento, ma sempre più vuoto nel cuore; tanti piaceri, ma poco amore; tanta libertà, ma poca autonomia. Ecco, allora, che la solitudine colpisce gli anziani, i vedovi, i coniugi abbandonati, le persone incomprese ed inascoltate, quelle chiuse nell’egoismo, nella violenza, dello schiavismo del 'dio denaro'; i migranti ed i profughi in fuga da guerre e persecuzioni, i giovani vittime della cultura del consumismo e dello scarto. E la famiglia, sottolinea il Pontefice, è l’icona di questa realtà in cui c’è “sempre meno serietà nel portare avanti un rapporto solido e fecondo di amore”:

Dio ha creato l’uomo per la felicità e l’amore
“L’amore duraturo, fedele, coscienzioso, stabile, fertile è sempre più deriso e guardato come se fosse roba dell’antichità. Sembrerebbe che le società più avanzate siano proprio quelle che hanno la percentuale più bassa di natalità e la percentuale più alta di aborto, di divorzio, di suicidi e di inquinamento ambientale e sociale”. Al contrario – spiega il Pontefice - è proprio l’amore tra uomo e donna a cancellare la solitudine, perché  Dio ha creato l’essere umano “per la felicità”, “per vivere la stupenda esperienza dell’amore, cioè amare ed essere amato”, “per vedere il suo amore fecondo nei figli”: Nulla rende felice il cuore dell’uomo come un cuore che gli assomiglia, che gli corrisponde, che lo ama e che lo toglie dalla solitudine e dal sentirsi solo (…) Ecco il sogno di Dio per la sua creatura diletta: vederla realizzata nell’unione di amore tra uomo e donna; felice nel cammino comune, feconda nella donazione reciproca”.

Obiettivo della vita coniugale è amarsi per sempre
“Di fronte alla folla che lo seguiva e che praticava il divorzio come realtà consolidata e intangibile” continua il Papa, Gesù insegna che “Dio benedice l’amore umano” e unisce “nell’indissolubilità” i cuori di “un uomo ed una donna che si amano”: “Ciò significa che l’obiettivo della vita coniugale non è solamente vivere insieme per sempre, ma amarsi per sempre!”

Matrimonio non è utopia adolescenziale. L’uomo sogna amore autentico
Solo alla luce dell’amore insegnato da Gesù, quell’amore folle di gratuità, appare comprensibile anche “la follia della gratuità di un amore coniugale unico e fino alla morte”, che supera individualismo, gretto egoismo e legalismo, perché in fondo gli uomini hanno “sete di infinito”: “Per Dio il matrimonio non è utopia adolescenziale, ma un sogno senza il quale la sua creatura sarà destinata alla solitudine! (…) Paradossalmente anche l’uomo di oggi – che spesso ridicolizza questo disegno – rimane attirato e affascinato da ogni amore autentico, da ogni amore solido, da ogni amore fecondo, da ogni amore fedele e perpetuo. Lo vediamo andare dietro agli amori temporanei ma sogna l’amore autentico; corre dietro ai piaceri carnali ma desidera la donazione totale”.

Francesco ha infine citato san Giovanni Paolo II, che diceva: «L’errore e il male devono essere sempre condannati e combattuti; ma l’uomo che cade o che sbaglia deve essere compreso e amato... Noi dobbiamo amare il nostro tempo e aiutare l’uomo del nostro tempo». La Chiesa «deve cercarlo, accoglierlo e accompagnarlo, perché una Chiesa con le porte chiuse tradisce sé stessa e la sua missione, e invece di essere un ponte diventa una barriera».

Durante la preghiera dell'Angelus, Bergoglio ha pregato così: «Il Signore ci aiuti a non essere società-fortezza, ma società-famiglia, capaci di accogliere, con regole adeguate, ma accogliere». «Accogliere sempre - ha aggiunto il Pontefice a braccio - con amore».  «Oggi - ha detto - chiediamo al Signore che tutti i genitori e gli educatori del mondo, come anche l'intera società, si facciano strumenti di quell'accoglienza e di quell'amore con cui Gesù abbraccia i più piccoli. Egli guarda nei loro cuori con la tenerezza e la sollecitudine di un padre e al tempo stesso di una madre. Penso a tanti bambini affamati, abbandonati, sfruttati, costretti alla guerra, rifiutati». «È doloroso - ha confidato Francesco - vedere le immagini di bambini infelici, con lo sguardo smarrito, che scappano da povertà e conflitti, bussano alle nostre porte e ai nostri cuori implorando aiuto».

 

(redazione)

Catholica

Da Ginevra alle Ande: il Vangelo dei poveri

IL PERSONAGGIO - Il Papa visiterà l’opera del missionario svizzero padre Xavier Arbex a Puerto Maldonado, nel cuore dell’Amazzonia peruviana.

Catholica

Visita del Papa: "Troppo poveri per il viaggio"

SPECIALE SABATO - Intervista alla ticinese suor Nadia Gianolli, missionaria in una zona indigente del Perù.

Catholica

Coltivare la fede con curiosità e altruismo

SPECIALE SABATO - Il Gruppo Santa Lucia di Unitas, associazione che raggruppa ciechi e ipovedenti, offre visite alle Parrocchie, ritiri spirituali e pellegrinaggi.

Catholica

"Il peccato divide, sempre"

Nella prima udienza generale del 2018, il Pontefice ha proseguito con il ciclo di riflessioni dedicate alla Celebrazione eucaristica, spiegando il significato dell'atto …

Catholica

"Quel giorno quel neonato..."

SPECIALE SABATO - 40 anni di storie di accoglienza e di condivisione: quelle dei progetti portati avanti dalla Conferenza missionaria della Svizzera italiana.

Catholica

Il Papa in visita nelle terre di Padre Pio

Il Pontefice si recherà il 17 marzo 2018 a Pietrelcina e a San Giovanni Rotondo per il Centenario dell'apparizione delle sue stimmate e il 50esimo dalla sua …

Catholica

"Costruttore di ponti, non di muri"

IL PERSONAGGIO - L’impegno di don Giusto di Como a favore dei migranti, il quale ha fatto della sua parrocchia un centro di accoglienza.

Catholica

Panettone ticinese per la prima volta dal Papa

A fare assaggiare al Pontefice a Roma il prelibato dolce è stata la Società Mastri Panettieri-Pasticcieri ticinese. Francesco ha gradito e ringraziato …

Catholica

Una silenziosa bellezza tra le favelas

IL PERSONAGGIO - La 20enne ticinese Maria Paola ci racconta di Rosetta, missionaria italiana oggi 75enne, che 50 anni fa lasciò tutto per servire i più …

Catholica

Il povero che c'è in me

Domenica 19 novembre 2017 la prima Giornata mondiale dei poveri. Il commento del direttore di Caritas Ticino, Marco Fantoni. 

Catholica

Il programma del viaggio del Papa in Cile e Perù

Francesco si recherà dal 15 al 18 gennaio in Cile e dal 18 al 22 dello stesso mese in Perù. Due Paesi latino-americani uniti nella lingua, ma con storie diverse …

Catholica

Un nuovo sito per le Scuole cattoliche

Nuova offerta online per la Federazione svizzera, composta da 37 scuole membri a pieno titolo e 13 scuole private associate per un totale di 8.200 tra bambini e …

Catholica

Un'amicizia che colma tanti bisogni

IL PERSONAGGIO - Padre Maurizio Bezzi, nato e cresciuto vicino al lago d’Iseo, ora lavora con evangelici e islamici per i ragazzi di strada in Camerun.

Catholica

Martire della giustizia contro gli usurai

IL PERSONAGGIO - Sabato 4 novembre, una coraggiosa religiosa diventata troppo scomoda per tanti, suor Rani Maria, è stata beatificata in India.

Catholica

Frère Léo, nelle strade per gli ultimi

IL PERSONAGGIO - Neuchâtel ricorda con una targa il religioso, fondatore di un servizio di apostolato ecumenico di strada per persone fragili, a 10 anni dalla morte …

Catholica

Musulmani e cristiani insieme per la pace

SPECIALE SABATO - Incontro con il cardinale centrafricano Nzapalainga, che si oppone a chi definisce un conflitto tra gruppi religiosi ciò che sta accadendo nel suo …

Accesso e-GdP

Banner Libro Bonefferie

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

misericordia_2015.jpg

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg