Home > Catholica

La bellezza dei Vangeli raccontata da quattro donne

06.04.2015 - aggiornato: 24.06.2016 - 13:26

Per la prima volta i testi evangelici commentati da quattro teologhe italiane. La forza della Parola incontra lo sguardo femminile al testo sacro. 

Le autrici con Papa Francesco. 

di Cristina Vonzun

 

Rosanna Virgili (licenziata in Scienze bibliche al Pontificio Istituto Biblico di Roma, docente di Esegesi presso l’Istituto Teologico Marchigiano e curatrice del volume), Rosalba Manes (consacrata nell’Ordo virginum, ha conseguito il dottorato in Teologia biblica presso la Pontificia Università Gregoriana, dove insegna), Annalisa Guida (assistente alla cattedra di Nuovo Testamento presso la Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale, membro della redazione della rivista biblica “Parole di vita”) e Marida Nicolaci (dottore in teologia biblica) hanno portato a compimento  la prima traduzione in italiano con commento dei Vangeli realizzata da quattro donne. Il loro lavoro è durato 4 anni e alla fine il risultato è un volume in cui si incontra la bellezza della narrazione, la forza del messaggio cristiano e anche - va sottolineato - uno sguardo al femminile sul testo sacro. 

Ma qual è, ci si potrebbe chiedere, lo scopo dell’operazione? In linea teorica poco dovrebbe incidere il genere femminile o maschile di uno studioso, ai fini della realizzazione di una buona traduzione dei Vangeli, ma nella realtà concreta questa opzione mette in luce la presenza ormai affermata e qualificata delle donne nella conoscenza della Bibbia, nonché nella docenza e nella ricerca delle Scienze ad essa consacrate.

 

 

Il feeling tra testi sapienziali e intuito femminile

La curatrice, Rosanna Virgili, nell’introduzione all’opera, dà questa spiegazione: «L’entrata in scena delle donne nel mondo degli studi biblici comincia a far vedere i suoi primi frutti. A una passione di rara intensità che esse generalmente mostrano per la Scrittura, si unisce il rigore scientifico custodito da un impegno diligente e tenace, quale la vastità degli studi stessi prevede e chiede. A tutto ciò le donne aggiungono una capacità di intuizione speciale nella comprensione e l’impatto con la profonda e complessa esperienza umana e spirituale che la Bibbia contiene e con l’espressione letteraria con cui essa si consegna. Trattandosi di una scrittura sapienziale, la Bibbia si presenta, infatti, particolarmente consona all’intelligenza femminile che è fatta di buon senso, intelletto, capacità di discernimento e saggia decisione».
Il volume è stato presentato anche a papa Francesco che ha simpaticamente salutato ed incoraggiato, al termine di una recente udienza generale, le quattro autrici e i rappresentanti della casa editrice Ancora. Ognuna di queste teologhe ha tradotto e commentato un Vangelo, portando avanti un lavoro scientifico che nello stesso tempo ha voluto essere accessibile a tutti. «Era questo l’intento dell’editore: da un lato far conoscere al largo pubblico, cristiano e laico, la presenza di donne molto impegnate nella teologia del mondo cattolico – spiega ancora Rosanna Virgili –, dall’altro tradurre i Vangeli perché fossero fruiti da tutti con un linguaggio comprensibile».

 

 

«Far conoscere i Vangeli  al vasto pubblico»

Particolare attenzione è stata riservata, nei commenti e nel saggio conclusivo, alla presenza decisiva delle donne nel racconto evangelico. Il testo delle quattro teologhe presenta delle importanti novità a livello sia di traduzione che di commento.  Il libro è arricchito dal saggio “Profumo di donna”, dedicato alle presenze femminili nei Vangeli, che spicca soprattutto il mattino di Pasqua: è infatti una donna, Maria di Magdala, la prima a credere nel Signore risorto. «È un testo di consultazione - spiega ancora la Virgili- ed il timbro del testo è tipicamente femminile, perché c’è un linguaggio simile a quello di papa Francesco, in quanto si vuole far conoscere i Vangeli al vasto pubblico. Speriamo che possa essere di aiuto ai cristiani, con la speranza che possa essere conosciuto anche dai non credenti». Tra le tante cose che emergono da questo lavoro, la Virgili mette in evidenza «la mitezza di Gesù» che «mostra tutte le sfumature dell’umanità come la delicatezza, la determinazione, la passione… Nei confronti delle donne Gesù si mostra anche bisognoso di “affetto”. Gesù si lascia lavare i piedi da un nardo profumato e non vuole risparmiarlo. Emerge una figura più immediata di Gesù, molto umana e proprio per questo anche divina». 

 

 

Uno sguardo sulla periferia femminile 

«Quest’opera – dice ancora la Virgili – vuole aprire una finestra su quella periferia stupenda che è lo spaccato del vangelo stesso. Periferia che parla alle periferie. 
Questo impatto vuole essere promosso da una terza “periferia”: quella delle donne nella Chiesa, ma anche nella società civile; quella delle tante donne laiche che lavorano e impiegano un autentico ministero al servizio della comunità umana, civile ed ecclesiale, non sempre adeguatamente riconosciuto e non senza un oneroso carico di difficoltà e di resistenze; ma anche quella delle donne consacrate che per secoli sono state escluse da qualsiasi forma di approccio allo studio della Bibbia e destinate esclusivamente ai servizi materiali nella Chiesa». 
Un’opera da leggere dunque, ricordando, magari, anche i nomi di quelle donne del Vangelo che per prime hanno ricevuto l’annuncio della Risurrezione e lo hanno portato agli apostoli.

 

R. Manes, A. Guida, R.Virgili,  M. Nicolaci, “I Vangeli”,  edizioni Ancora, 2015.

 

Catholica

"Il cristianesimo non è ideologia o filosofia"

"Non è tanto la nostra ricerca nei confronti di Dio, ma la ricerca di Dio nei nostri confronti: così papa Francesco durante l'udienza generale del …

Catholica

Buona Pasqua!

La riflessione del Vescovo di Lugano mons. Valerio Lazzeri per la Pasqua. Il sito del GdP riprenderà gli aggiornamenti lunedì 17 aprile. 

Catholica

La solidità dell'attesa

Ma dove guardano quegli occhi invetriati di porcellana stravolti verso il cielo? Che direttrice vuole darci un quadro come questo? Ce ne parla Davide Dall'Ombra.

Catholica

Francesco: "Chi ama perde potere"

"L'amore è il motore che fa andare avanti la nostra speranza". Così il papa durante l'Udienza generale sul tema “Speranze del mondo e …

Catholica

115 anni per l'Oratorio di Lugano

(LE FOTO) Al via i festeggiamenti per questo importante anniversario che culmineranno il 30 settembre e il 1° ottobre con l'inaugurazione della nuova struttura.

Catholica

Il programma del viaggio del Papa in Egitto

Francesco si recherà nel Paese nord-africano il 28 e 29 aprile, dove incontrerà il Grande Imam di Al-Azhar e parteciperà alla Conferenza sulla Pace. …

Catholica

"Penso ai civili iracheni, bisogna proteggerli"

Lo ha detto papa Francesco durante l'udienza generale in Piazza San Pietro, durante la quale ha proseguito il ciclo di catechesi sulla speranza cristiana.

Catholica

Migranti: "La più grande tragedia del dopoguerra"

Lo ha detto Papa Francesco questa mattina durante l'udienza generale del mercoledì in Piazza San Pietro a Roma.

Catholica

Il programma del viaggio del Papa a Milano

Sabato 25 marzo Francesco sarà prima a Milano e poi a Monza: ecco tutti i dettagli dell'intensa visita, che seguiremo in diretta sul nostro sito, e le informazioni …

Catholica

Il programma del viaggio del Papa a Fatima

Francesco si recherà in Portogallo il 12 e il 13 maggio, in occasione del centenario delle apparizioni della Beata Vergine Maria alla Cova da Iria.

Catholica

Laurea ad honorem in medicina per il Papa

Lo ha annunciato il rettore dell'università di Salerno, che ha definito Bergoglio “medico delle anime e intimo conoscitore dei bisogni delle persone pi …

Catholica

L'amore è un dono, non nasce da noi stessi

Durante l'udienza generale del mercoledì, Papa Francesco ha commentato la Lettera di San Paolo ai Romani.

Catholica

Il Papa sulla copertina di Rolling Stone

Bergoglio appare nella foto sorridente e con il gesto del pollice alzato. "Un Pontefice che ha conquistato tutti i giovani con le sue parole", ha …

Catholica

"La speranza cristiana non esclude nessuno"

Così Papa Francesco nell'udienza generale in Aula Paolo VI, intervallata più volte da canti e cori di fedeli provenienti da tutto il mondo.

Catholica

"Chi soffre dà un esempio di speranza"

Papa Francesco ha proseguito oggi in Udienza generale il ciclo delle catechesi sulla speranza cristiana. Sono i fratelli in difficoltà che "danno la …

Catholica

Il Papa al Super Bowl

"Lo sport è cultura di incontro e di pace": per la prima volta un Pontefice ha realizzato un videomessaggio per la finale del campionato della National …