Home > Catholica

“La dottrina non cambia, il Sinodo cerca soluzioni pastorali”

19.10.2015 - aggiornato: 24.06.2016 - 12:25

Nel "briefing" quotidiano dei padri sinodali, mons. Mark Benedict Coleridge, arcivescovo di Brisbane, ha detto che è ancora forte l'eco del discorso di abato del Papa.

 (AP Photo/Alessandra Tarantino)

Tra i padri è ancora forte l’eco del discorso del Papa sulla sinodalità pronunciato sabato, in occasione dei 50 anni dell’Istituzione del Sinodo. Un altro tema trattato è la prospettiva dell’Anno della misericordia sul nodo della comunione ai divorziati risposati.  Ne ha parlato monsignor Mark Benedict Coleridge, arcivescovo di Brisbane, al briefing quotidiano sul Sinodo in Vaticano.

Coleridge ha definito «programmatico», il discorso del Papa, certamente  il «più notevole del Sinodo». «La cosa che mi ha colpito di più è che ha parlato di sinodalità in tutta la Chiesa. Stiamo celebrando un Sinodo a Roma, sì, ma la sinodalità deve essere una caratteristica permanente di tutta la Chiesa. In questo contesto il Papa parla di collegialità episcopale. Quando torno a casa cosa succede? Mi è venuto in mente che forse è il momento di un sinodo nazionale».

Per Coleridge, «se una cosa che è certa sulla prossima domenica è che noi non avremo finito il nostro lavoro: il cammino continuerà». L’altro tema forte, sollevato nel briefing dalle domande dei giornalisti è quello della comunione ai divorziati risposati. Sul percorso penitenziale proposto già lo scorso anno dal card. Kasper, i padri presenti al briefing spiegano che, in alcuni casi, ad esempio alla presenza di figli, è possibile un “percorso di discernimento” attraverso il quale la Chiesa possa “accompagnare” le persone che hanno vissuto un fallimento matrimoniale e “dialogare” con esse.

Perché magari proprio da questo dialogo - afferma Coleridge - “può emergere un pentimento, un senso di colpa” e arrivare dunque ad un cammino di “conversione” e “riconciliazione”. In ogni caso, ha precisato il patriarca di Gerusalemme, mons. Twal (pure presente al briefing), “siamo in un campo, non dico minato, ma molto delicato”, per cui non si può “generalizzare”.

“Non tutti i casi sono gli stessi - fa eco l’arcivescovo di Brisbane -. Non si possono avere visioni troppo ‘manichee’, tutto o niente, perché la realtà dell’esperienza umana è molto più sfumata e vasta. Si parla comunque di situazione di peccato - sottolinea - ma dire che ogni seconda unione è un adulterio è una generalizzazione troppo grossa. Ad esempio, un matrimonio stabile con bambini non è la stessa cosa di una coppia che si vede in un alberghetto di provincia nei weekend e tiene la relazione segreta”.  

Pertanto è fondamentale “avere discernimento pastorale, valutare queste storie, non solo andare avanti e mostrare la dottrina della chiesa”. Ci sono, infatti, “tante persone in situazioni irregolari ma ogni storia è diversa”; la cosa più “preoccupante” è “che queste si sentono messe da parte dalla Chiesa e ciò le porta ad isolarsi”.

Cosa deciderà quindi il Sinodo in merito? “Deciderà il Papa”, ribatte l’arcivescovo. In Aula c’è qualcuno che ha fatto appello al Papa perché compia un “gesto eccezionale di misericordia” durante il Giubileo. Ciò non nuocerà alla dottrina della Chiesa verso cui “non ci saranno modifiche”. Tuttavia, speranza di mons. Coleridge, condivisa da altri vescovi, è che da questo Sinodo “ci sia un movimento verso un nuovo, davvero nuovo, approccio pastorale”, che comporti anche “un nuovo linguaggio”. L’importante è che sia “qualcosa di vero, non solo un cambiamento cosmetico superficiale”.

(agenzie/red)

Catholica

Dalle fiamma olimpica alla fede

IL PERSONAGGIO - Yuna Kim, 28 anni, è una grande campionessa coreana di pattinaggio artistico (anche alle Olimpiadi coreane) che ha scoperto il Dio cristiano. …

Catholica

La ricerca di Dio nell'uomo

SPECIALE SABATO - Dal 19 al 26 febbraio la Settimana Intensiva alla Facoltà di Teologia di Lugano. Ne parliamo con il coordinatore, Manfred Hauke. 

Catholica

Nei lager portò la carità cristiana

IL PERSONAGGIO - Teresio Olivelli, morto a soli 29 anni nel campo di concentramento di Hersbruck, è stato beatificato nella sua diocesi di Vigevano.

Catholica

In Terra Santa con gli occhi di un bimbo

IL PERSONAGGIO - Abbiamo incontrato padre Francesco Ielpo, Commissario di Terra Santa per il Nord Italia, a Lugano per l’iniziativa "OgniVentiAlleVenti". …

Catholica

La vita della gente illumina il Vangelo

IL PERSONAGGIO - La storia di don Roberto Seregni, sacerdote fidei donum della diocesi di Como in missione in Perù, Paese che in questi giorni accoglie il Papa.

Catholica

Il Papa celebra le nozze in volo

(LE FOTO) Francesco ha unito in matrimonio una hostess e uno steward cileni della compagnia Latam. È la prima volta che un Pontefice celebra delle nozze in aereo.

Catholica

Da Ginevra alle Ande: il Vangelo dei poveri

IL PERSONAGGIO - Il Papa visiterà l’opera del missionario svizzero padre Xavier Arbex a Puerto Maldonado, nel cuore dell’Amazzonia peruviana.

Catholica

Visita del Papa: "Troppo poveri per il viaggio"

SPECIALE SABATO - Intervista alla ticinese suor Nadia Gianolli, missionaria in una zona indigente del Perù.

Catholica

Coltivare la fede con curiosità e altruismo

SPECIALE SABATO - Il Gruppo Santa Lucia di Unitas, associazione che raggruppa ciechi e ipovedenti, offre visite alle Parrocchie, ritiri spirituali e pellegrinaggi.

Catholica

"Il peccato divide, sempre"

Nella prima udienza generale del 2018, il Pontefice ha proseguito con il ciclo di riflessioni dedicate alla Celebrazione eucaristica, spiegando il significato dell'atto …

Catholica

"Quel giorno quel neonato..."

SPECIALE SABATO - 40 anni di storie di accoglienza e di condivisione: quelle dei progetti portati avanti dalla Conferenza missionaria della Svizzera italiana.

Catholica

Il Papa in visita nelle terre di Padre Pio

Il Pontefice si recherà il 17 marzo 2018 a Pietrelcina e a San Giovanni Rotondo per il Centenario dell'apparizione delle sue stimmate e il 50esimo dalla sua …

Catholica

"Costruttore di ponti, non di muri"

IL PERSONAGGIO - L’impegno di don Giusto di Como a favore dei migranti, il quale ha fatto della sua parrocchia un centro di accoglienza.

Catholica

Panettone ticinese per la prima volta dal Papa

A fare assaggiare al Pontefice a Roma il prelibato dolce è stata la Società Mastri Panettieri-Pasticcieri ticinese. Francesco ha gradito e ringraziato …

Catholica

Una silenziosa bellezza tra le favelas

IL PERSONAGGIO - La 20enne ticinese Maria Paola ci racconta di Rosetta, missionaria italiana oggi 75enne, che 50 anni fa lasciò tutto per servire i più …

Catholica

Il povero che c'è in me

Domenica 19 novembre 2017 la prima Giornata mondiale dei poveri. Il commento del direttore di Caritas Ticino, Marco Fantoni. 

Accesso e-GdP

Banner Libro Bonefferie

banner_sanremo_2018.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg