Home > Catholica

La provocazione della povertà di Dio

23.12.2017 - aggiornato: 23.12.2017 - 17:45

SPECIALE SABATO - La riflessione natalizia di suor Sandra, che osserva come la nascita di Cristo nelle condizioni di quel tempo racchiuda un forte messaggio di essenzialità.

L’adorazione dei pastori (Lorenzo Lotto, 1534 – Pinacoteca Tosio, Brescia)

di suor Sandra Künzli

Monastero S.Caterina, Locarno

 

La ricorrenza del Natale ci invita a riflettere sulla povertà di un Dio che si umilia per farsi uomo come noi. “Cristo Gesù pur essendo di natura divina, non considerò un tesoro geloso la sua uguaglianza con Dio; ma spogliò se stesso, assumendo la condizione di servo e divenendo simile agli uomini” (Fil 2, 6). Gesù si fa bimbo fragile, bisognoso di tutto. Non nasce in un palazzo lussuoso, ma in una povera grotta. I primi ad adorarlo sono gente rozza: i pastori. Il Natale porta con sé un messaggio; forse anche noi siamo invitati a vivere in modo più semplice. Sant’Agostino nella sua Regola afferma che si è più felici avendo meno bisogni che possedendo più cose…

Con la nascita di Cristo è stata elevata la dignità dell’uomo e della donna. Sentiamo Agostino: “Celebriamo il Natale del Signore con la solennità dovuta. Esultino gli uomini, esultino le donne: Cristo è nato uomo ed è nato da una donna e l’uno e l’altro sesso ne sono stati onorati".

Maria è stata più grande per aver accolto la Parola del Figlio nel suo cuore divenendo sua discepola, che per averlo concepito. Saremo veramente discepoli di Gesù se osserveremo la sua Parola, come leggiamo nel Vangelo: “Beati piuttosto coloro che ascoltano la parola di Dio e la osservano”, (Lc, 11,28). Gesù è venuto per ricapitolare tutto in sé e per salvare ogni uomo; ricco o povero, intelligente o ignorante. La sua nascita è una benedizione per tutti noi e ci rende più ricchi di grazia. William Edwin Orchard, pastore protestante, divenuto poi prete cattolico, ha scritto: "Gli hanno dato una mangiatoia come culla, la panchina di un falegname come pulpito, le spine come corona e una croce come trono. Lui ha preso ciò e ne ha fatto la gloria del suo essere".

C’è una bella leggenda sul Natale… Fra i pastori che, dopo aver sentito l’annuncio degli angeli, erano pronti per portare i loro doni al Salvatore nato in una povera grotta, c’era una bimba che non aveva nulla da offrire. Lacrime di dispiacere cominciarono a rigare il suo viso e caddero fino a terra. Con sua grande sorpresa, là dove erano cadute le lacrime, fiorirono delle bellissime rose bianche: le rose di Natale. La bambina, piena di gioia, le raccolse e presentò così il suo bouquet a Gesù infante.

Il Natale per molti è regali, cenoni e superfluo, ma per molti di più sono lacrime e povertà: il Signore le raccoglie e le trasforma in perle preziose per il suo Regno, come dice il salmista: “Le mie lacrime nell’otre tuo raccogli; non sono forse scritte nel tuo libro?” (Salmo 55,9).

Ricordiamoci anche di chi non ha nulla in questa ricorrenza; magari donando un regalo a chi non ha da ricambiarci, scrivendo gli auguri, facendo una visita o una telefonata a chi si sente solo, compiendo un piacere a chi non se lo aspetta e sarà un Natale più bello, più umano e… divino!

Si racconta che una sera di Natale, Madre Teresa di Calcutta si trovava con le sue suore per una cena frugale, quando qualcuno suonò alla porta. Una suora andò ad aprire e tornò con un cestino ricoperto. Madre Teresa si allietò al pensiero che qualche benefattore anonimo, avesse voluto offrire un dono per rallegrare la loro mensa. Quale meraviglia quando la Madre, togliendo la coperta, trovò un bambino appena nato! Con gli occhi lucidi lo prese fra le sue braccia e disse: “In questo Natale veramente Gesù Bambino è nato per noi!”

Termino con una preghiera che ho scritto qualche anno fa: “Signore anche noi vogliamo unirci alla gioia degli angeli e cantare con loro che tu sei apparso sulla terra per essere il nostro Salvatore. Con la tua nascita ti sei unito a ogni uomo, e nessuno può più dire di essere solo, perché tu sei il Dio con noi. Vogliamo unirci a Maria e Giuseppe, che in silenzio adorano il Figlio di Dio fatto uomo. Vogliamo unirci allo stupore dei pastori, che ti contemplano bambino fragile, che giaci in una mangiatoia. Vogliamo unirci alla fede dei Magi, che dopo un lungo cammino trovano conferma della loro speranza. Vogliamo unirci agli uomini di buona volontà, che ti cercano con cuore sincero e trovano la Via per arrivare a te”.

 

Catholica

Venduta la Lamborghini "del Papa"

Il ricavato dell'asta, 715mila euro, sarà destinato al finanziamento di tre progetti di carità. L'auto era stata donata a Francesco lo scorso 27 novembre …

Catholica

La suora che "cura" il Sud Sudan

IL PERSONAGGIO - Conosciamo suor Maria Martinelli, medico chirurgo in Sud Sudan, che venerdì sera ha portato la sua testimonianza al centro San Giuseppe di Lugano.

Catholica

Don Tonino, prete dalla parte degli ultimi

IL PERSONAGGIO - Mons. Antonio Bello, un vescovo dalle scelte forti e coraggiose, che il Papa ha voluto omaggiare visitando le sue terre e pregando sulla sua tomba.

Catholica

I 91 anni di papa Ratzinger

Per il compleanno del papa emerito viene presentato il documentario "Benedetto XVI, l’ora della verità", in onda per l'occasione su TV2000.

Catholica

Lo spunto per la predica? Da un'App

È nata l'applicazione che aiuta i sacerdoti nelle omelie. È il teologo Rupnik l’autore dei testi di "Clerus-App", l’ultimo strumento …

Catholica

"Sono rimasta, come atto d'amore"

IL PERSONAGGIO DELLA SETTIMANA - Conosciamo meglio Anan Alkass Yousif, vergine consacrata in una Baghdad dilaniata​.

Catholica

Speranza dentro la miseria

IL PERSONAGGIO DELLA SETTIMANA - La svizzera Lotti Latrous ha lasciato tutto per aiutare i malati di Aids.

Catholica

Accanto a chi porta una croce pesante

SPECIALE SETTIMANA SANTA - Incontro con don Vincent, cappellano della Fondazione Maddalena Grassi di Milano, che si occupa di disabili gravi e malati incurabili.

Catholica

Ricostruite le fattezze dell'uomo della Sindone

La rappresentazione 3D è stata realizzata da un artista a partire dagli studi di un professore dell’Università di Padova, studioso della reliquia.

Catholica

"Desidero vedere gli Adivasi felici"

SACRIFICIO QUARESIMALE - Dall’India la testimonianza di padre Caesar, uno degli ospiti della Campagna Ecumenica, che presenta il progetto nello Stato dell’Assam.

Catholica

In scena il dramma di Cristo sulla croce

IL PERSONAGGIO - Padre Finco, francescano che da anni firma spettacoli teatrali, propone nella chiesa del monastero delle Clarisse di Cademario l'opera di Haydn …

Catholica

Lanciato il trailer del film sul Papa

(IL VIDEO) "Papa Francesco. Un uomo di parola", che prende spunto dalla volontà che non fosse un film su papa Francesco ma con papa Francesco.

Catholica

Sulle sue labbra il "programma di Cristo"

IL PERSONAGGIO - Questa settimana vi presentiamo don Francesco Alberti, al centro di un incontro nell’ambito degli eventi de "Il Giardino dei Giusti" di …

Catholica

Verso il cambiamento tutelando i braccianti

SPECIALE SABATO - È in Sudafrica uno dei progetti della campagna ecumenica di Sacrificio Quaresimale, che si impegna in particolare nella formazione dei lavoratori.

Catholica

Musica e fede a sostegno dei più piccoli

SPECIALE SABATO - "Medjugorje per l’infanzia" compie 30 anni; numerosi i progetti concretizzati a favore di bambini e minorenni a cui la vita aveva tolto le …

Catholica

Viaggio del Papa nei Paesi baltici

Francesco si recherà in Lituania, Lettonia ed Estonia dal 22 al 25 settembre di quest'anno, dando seguito a un invito dei rispettivi capo di Stato e dei Vescovi.

Accesso e-GdP

banner_cannes3.jpg

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg