Home > Catholica

Laici, testimoni della famiglia

11.10.2014 - aggiornato: 24.06.2016 - 13:28

Ieri sono intervenuti gli uditori, quasi tutti laici impegnati nell’ambito della pastorale familiare, della bioetica e dell’ecologia umana. Aprovato un messaggio indirizzato alle famiglie di Siria, Iraq e di tutto il Medio Oriente, «vittime innocenti della barbarie in atto».  

(AP photo)

Tra la serata di giovedì e la mattinata di ieri si è conclusa la discussione generale – tornata ancora, tra l’altro, sull’ipotesi di concedere la comunione ai divorziati risposati dopo un percorso penitenziale – ipotesi che verrà riassunta nella “relatio post disceptationem” di lunedì. «È stata evidenziata - si legge in una sintesi diffusa ieri dalla sala stampa della Santa Sede - la necessità di un percorso penitenziale, accompagnato anche da una riflessione sui divorziati rimasti soli, che spesso soffrono in silenzio, ai margini della vita sociale. In secondo luogo, si è sottolineato il bisogno di tutelare i figli di coniugi divorziati dalle ricadute psicologiche del divorzio su di loro». 

«Siamo tutti in attesa della relazione di lunedì, non sta a me anticipare i contenuti», ha detto padre Lombardi nel briefing con la stampa. «Io sono già rimasto colpito dalla evoluzione che c’è stata dall’instrumentum laboris (documento di base del sinodo, ndr) alla relatio ante-disceptationem (presentata lunedì dal cardinale relatore Peter Erdo, ndr), ora i padri sinodali hanno ascoltato 240 interventi e hanno avuto molti testi, vediamo cosa ci diranno», ha proseguito il Gesuita, sottolineando che la «dinamica» del sinodo è quella di una «comunità che sta riflettendo nella preghiera» sui temi della famiglia, con una «serenità» tanto più accentuata a causa del fatto che è già previsto che il dibattito proseguirà l’anno prossimo con un sinodo ordinario. Il Papa «non è mai intervenuto», dopo l’indirizzo introduttivo, perché in questa fase vuole «ascoltare».
La discussione proseguirà nei  gruppi da lunedì e si concluderà, il 19 ottobre, con una “relatio finalis”. 

Ieri intanto sono intervenuti gli uditori, quasi tutti laici impegnati nell’ambito della pastorale familiare, della bioetica e dell’ecologia umana.  I laici – è stato rimarcato – devono essere attivi e competenti nella difesa pubblica dei valori della vita e della famiglia. Gli interventi si sono, quindi, soffermati sul bisogno di formare in modo adeguato e permanente i sacerdoti sui temi della famiglia, in particolare sull’apertura alla vita, affinché riescano a spiegare e a parlare con naturalezza e chiarezza dell’amore coniugale. Anche perché, ad esempio, è stato notato che se la pianificazione naturale della famiglia viene spiegata in modo approfondito, evidenziandone il valore positivo, essa rinsalda la vita di coppia. Un ulteriore spunto di riflessione ha messo in luce l’importanza della testimonianza: i giovani non hanno bisogno di tanta teoria, si è detto, ma comprendono molto bene la centralità della famiglia se essa viene dimostrata dalle famiglie stesse, testimoni credibili e soggetto di evangelizzazione. 

 

Messaggio alle famiglie di Iraq e Siria 

«Riuniti attorno al Successore dell’Apostolo Pietro, noi Padri sinodali della III Assemblea generale straordinaria del Sinodo dei vescovi, insieme a tutti i partecipanti, condividiamo la paterna sollecitudine del Santo Padre, esprimendo profonda vicinanza a tutte le famiglie che soffrono a causa dei numerosi conflitti in corso».

Si apre così il messaggio approvato ieri dal Sinodo, indirizzato in particolare alle famiglie di Siria, Iraq e di tutto il Medio Oriente, «vittime innocenti della barbarie in atto».  «Eleviamo al Signore la nostra supplica per le famiglie irachene e siriane, costrette, a causa della fede cristiana che professano o dell’appartenenza ad altre comunità etniche o religiose, ad abbandonare tutto e a fuggire verso un futuro privo di ogni certezza», si legge nel messaggio approvato dai padri. 

«Con il Santo Padre Francesco ribadiamo che “nessuno può usare il nome di Dio per commettere violenza” e che “uccidere in nome di Dio è un grande sacrilegio!”. Nel ringraziare le organizzazioni internazionali e i Paesi per la loro solidarietà, invitiamo le persone di buona volontà a offrire la necessaria assistenza e l’aiuto alle vittime innocenti della barbarie in atto, e allo stesso tempo chiediamo alla comunità internazionale di adoperarsi per ristabilire la convivenza pacifica in Iraq, in Siria e in tutto il Medio Oriente», proseguono i padri sinodali, che rivolgono il loro pensiero, nel prosieguo del messaggio, anche «alle famiglie lacerate e sofferenti nelle altre parti del mondo, che subiscono persistenti violenze».
 
 

(Vaticaninsider/red)

Catholica

Venduta la Lamborghini "del Papa"

Il ricavato dell'asta, 715mila euro, sarà destinato al finanziamento di tre progetti di carità. L'auto era stata donata a Francesco lo scorso 27 novembre …

Catholica

La suora che "cura" il Sud Sudan

IL PERSONAGGIO - Conosciamo suor Maria Martinelli, medico chirurgo in Sud Sudan, che venerdì sera ha portato la sua testimonianza al centro San Giuseppe di Lugano.

Catholica

Don Tonino, prete dalla parte degli ultimi

IL PERSONAGGIO - Mons. Antonio Bello, un vescovo dalle scelte forti e coraggiose, che il Papa ha voluto omaggiare visitando le sue terre e pregando sulla sua tomba.

Catholica

I 91 anni di papa Ratzinger

Per il compleanno del papa emerito viene presentato il documentario "Benedetto XVI, l’ora della verità", in onda per l'occasione su TV2000.

Catholica

Lo spunto per la predica? Da un'App

È nata l'applicazione che aiuta i sacerdoti nelle omelie. È il teologo Rupnik l’autore dei testi di "Clerus-App", l’ultimo strumento …

Catholica

"Sono rimasta, come atto d'amore"

IL PERSONAGGIO DELLA SETTIMANA - Conosciamo meglio Anan Alkass Yousif, vergine consacrata in una Baghdad dilaniata​.

Catholica

Speranza dentro la miseria

IL PERSONAGGIO DELLA SETTIMANA - La svizzera Lotti Latrous ha lasciato tutto per aiutare i malati di Aids.

Catholica

Accanto a chi porta una croce pesante

SPECIALE SETTIMANA SANTA - Incontro con don Vincent, cappellano della Fondazione Maddalena Grassi di Milano, che si occupa di disabili gravi e malati incurabili.

Catholica

Ricostruite le fattezze dell'uomo della Sindone

La rappresentazione 3D è stata realizzata da un artista a partire dagli studi di un professore dell’Università di Padova, studioso della reliquia.

Catholica

"Desidero vedere gli Adivasi felici"

SACRIFICIO QUARESIMALE - Dall’India la testimonianza di padre Caesar, uno degli ospiti della Campagna Ecumenica, che presenta il progetto nello Stato dell’Assam.

Catholica

In scena il dramma di Cristo sulla croce

IL PERSONAGGIO - Padre Finco, francescano che da anni firma spettacoli teatrali, propone nella chiesa del monastero delle Clarisse di Cademario l'opera di Haydn …

Catholica

Lanciato il trailer del film sul Papa

(IL VIDEO) "Papa Francesco. Un uomo di parola", che prende spunto dalla volontà che non fosse un film su papa Francesco ma con papa Francesco.

Catholica

Sulle sue labbra il "programma di Cristo"

IL PERSONAGGIO - Questa settimana vi presentiamo don Francesco Alberti, al centro di un incontro nell’ambito degli eventi de "Il Giardino dei Giusti" di …

Catholica

Verso il cambiamento tutelando i braccianti

SPECIALE SABATO - È in Sudafrica uno dei progetti della campagna ecumenica di Sacrificio Quaresimale, che si impegna in particolare nella formazione dei lavoratori.

Catholica

Musica e fede a sostegno dei più piccoli

SPECIALE SABATO - "Medjugorje per l’infanzia" compie 30 anni; numerosi i progetti concretizzati a favore di bambini e minorenni a cui la vita aveva tolto le …

Catholica

Viaggio del Papa nei Paesi baltici

Francesco si recherà in Lituania, Lettonia ed Estonia dal 22 al 25 settembre di quest'anno, dando seguito a un invito dei rispettivi capo di Stato e dei Vescovi.

Accesso e-GdP

banner_cannes3.jpg

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg