Home > Catholica

L’assemblea sinodale entra nel vivo: ecco le sfide

06.10.2014 - aggiornato: 24.06.2016 - 12:29

Tanti i punti su cui discutere a riguardo della famiglia: divorziati risposati, Humanae Vitae, omosessualità, l’educazione, l’evangelizzazione, il contesto relazionale. 

L'assemblea entra nel vivo. (AP)

È partito il primo Sinodo dedicato alla famiglia con 191 padri sinodali in aula, oltre una trentina di uditori tra i quali diverse coppie. Questa mattina il primo intervento è stato di Francesco che in tre punti ha ribadito ai padri sinodali cosa intende il successore di Pietro per sinodalità: «Parlare con franchezza», «ascoltare con umiltà» e portare la voce delle Chiese locali, «senza temere nulla perchè i lavori si svolgono sempre cum Petro et sub Petro, e la presenza del Papa è garanzia per tutti e custodia della fede».

Altro fatto saliente del primo giorno la “relatio ante disceptationem” tenuta dal cardinale relatore al Sinodo, l’ungherese Erdö. Un testo che il porporato ha spiegato nel successivo briefing con i giornalisti. Il suo testo riporta, sintetizzandoli, i contributi che i padri sinodali sono stati invitati a far pervenire alla segreteria del sinodo. Erdö ha spiegato che senza sminuire la verità, essa va proposta ponendosi anche dall’angolazione di coloro che più «fanno fatica» a riconoscerla come tale e « a viverla». Il cardinale ha pure messo in evidenza davanti «ad una società che ha smarrito il valore dell’affettività e della sessualità, e dove tutto viene banalizzato e reso superficiale», «la testimonianza dei molti matrimoni e delle famiglie cristiane vissute felicemente. Queste esperienze positive non vanno perse di vista, malgrado le diffuse situazioni precarie ed irregolari».

Prima di indicare le possibili soluzioni relative al nodo della eucaristia ai divorziati risposati, Erdo ha voluto fare diverse premesse: «Non viene messa in questione la dottrina dell’indissolubilità del matrimonio in quanto tale» e «quindi, non le questioni dottrinali, ma le questioni pratiche - inseparabili d`altro canto dalle verità della fede».  

L’arcivescovo di Budapest ha poi indicato due piste. «I divorziati risposati civilmente appartengono alla Chiesa. Hanno bisogno e hanno il diritto di essere accompagnati dai loro pastori. Essi sono invitati ad ascoltare la Parola di Dio, a partecipare alla liturgia della Chiesa, alla preghiera e a compiere le opere buone della carità. La pastorale della Chiesa deve prendersi cura di loro in un modo tutto particolare, tenendo presente la situazione di ciascuno».  

La prima pista indicata da Erdo è la facilitazione della nullità matrimoniale (Francesco ha istituito una commissione che sta già lavorando alla questione), mentre la seconda riecheggia la proposta formulata dal cardinale Kasper di «esaminare più approfonditamente la prassi di alcune delle Chiese ortodosse, che prevede la possibilità di seconde nozze e terze connotate da un carattere penitenziale. Detto studio si rende necessario per evitare interpretazioni e conclusioni non sufficientemente fondate», ha detto Erdö.

Molti altri i temi toccati, più sinteticamente, da Erdo: dalla Humanae Vitae alla omosessualità (no alla discriminazione, no al matrimonio), l’educazione, l’evangelizzazione, il contesto relazionale. Al briefing è intervenuto anche mons. Bruno Forte, segretario generale del sinodo. Forte  ha sottolineato che «all’inizio del Concilio vaticano II Giovanni XXIII disse: questo Concilio sarà pastorale, e poi aggiunse che le anime sono da salvare. Lo stesso vale per il sinodo. Non che gli aspetti dottrinali siano ignorati, ma non sono una clava da ribadire in ogni momento. Se dovessimo ripetere ciò che si è sempre detto non serviva fare un altro Sinodo. Parlare in astratto di divorziati risposati può essere facile ma ci sono a volte bagagli di sofferenze... Se incontri queste persone, capisci le loro sofferenze e quindi servono tenerezza e misericordia».

Il cardinale Ving-Trois, di Parigi, al briefing ha ricordato la richiesta di Francesco di una parola chiara da parte di tutti «che - come ha detto Bergoglio «piaccia o meno al Papa».  Al briefing è intervenuto anche mons. Retes, messicano e presidente del Celam. Retes ha sottolineato che il Sinodo sulla famiglia si ispira nel metodo al convegno di Aparecida del 2007. 

(red)

Catholica

Una silenziosa bellezza tra le favelas

IL PERSONAGGIO - La 20enne ticinese Maria Paola ci racconta di Rosetta, missionaria italiana oggi 75enne, che 50 anni fa lasciò tutto per servire i più …

Catholica

Il povero che c'è in me

Domenica 19 novembre 2017 la prima Giornata mondiale dei poveri. Il commento del direttore di Caritas Ticino, Marco Fantoni. 

Catholica

Il programma del viaggio del Papa in Cile e Perù

Francesco si recherà dal 15 al 18 gennaio in Cile e dal 18 al 22 dello stesso mese in Perù. Due Paesi latino-americani uniti nella lingua, ma con storie diverse …

Catholica

Un nuovo sito per le Scuole cattoliche

Nuova offerta online per la Federazione svizzera, composta da 37 scuole membri a pieno titolo e 13 scuole private associate per un totale di 8.200 tra bambini e …

Catholica

Un'amicizia che colma tanti bisogni

IL PERSONAGGIO - Padre Maurizio Bezzi, nato e cresciuto vicino al lago d’Iseo, ora lavora con evangelici e islamici per i ragazzi di strada in Camerun.

Catholica

Martire della giustizia contro gli usurai

IL PERSONAGGIO - Sabato 4 novembre, una coraggiosa religiosa diventata troppo scomoda per tanti, suor Rani Maria, è stata beatificata in India.

Catholica

Frère Léo, nelle strade per gli ultimi

IL PERSONAGGIO - Neuchâtel ricorda con una targa il religioso, fondatore di un servizio di apostolato ecumenico di strada per persone fragili, a 10 anni dalla morte …

Catholica

Musulmani e cristiani insieme per la pace

SPECIALE SABATO - Incontro con il cardinale centrafricano Nzapalainga, che si oppone a chi definisce un conflitto tra gruppi religiosi ciò che sta accadendo nel suo …

Catholica

"La famiglia non è un ideale astratto”

SPECIALE SABATO -  Mons. Vincenzo Paglia ci illustra il rinnovamento accademico in atto nel centro di studi dopo il Motu Proprio di papa Francesco.

Catholica

Scartate da tutti, oggi sono capolavori

IL PERSONAGGIO - In Uganda, Paese poverissimo e martoriato dalle violenze, suor Rosemary Nyirumbe ha ridato speranza a oltre 2.000 ragazze.

Catholica

Una fede ragionata, vissuta e praticata

IL PERSONAGGIO - È quella di Bono, cantante degli U2, che ha fatto di nuovo parlare di sé per le recenti foto sui social mentre riceve l'Eucarestia e posa coi …

Catholica

Edizione speciale del Catechismo

Stampato a Varese per i 25 anni dalla pubblicazione del Catechismo della Chiesa cattolica promulgata da Giovanni Paolo II. Presenta un nuovo commento teologico pastorale.

Catholica

"Il cristiano non è fatto per la noia"

Nell'udienza generale del mercoledì Papa Francesco ha spiegato che la nostra esistenza sia laboriosa, per accogliere con gratitudine ogni giorno donatoci da Dio.

Catholica

Il programma del viaggio del Papa in Asia

Francesco, che si recherà dal 26 novembre al 2 dicembre in Myanmar e Bangladesh, incontrerà i giovani dei due Paesi e parteciperà a incontri interreligiosi …

Catholica

Testimone della fede fino all’ultimo istante

IL PERSONAGGIO - Il martirio di Giovan Battista Sidotti, morto in Giappone nel 1715. Abate palermitano è stato ucciso per aver battezzato i suoi custodi. 

Catholica

"Quando è tutto nuvoloso, parlate di sole"

All'Udienza generale, nel giorno di San Francesco d'Assisi, il Papa ha ricordato come i cristiani siano "persone che propagano speranza con il loro modo di amare …

Accesso e-GdP

Banner Libro Bonefferie

banner_concorso_presepi_2017.jpg

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

banner_spot_youtube_chi_siamo.png

misericordia_2015.jpg

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg