Home > Catholica

L’assemblea sinodale entra nel vivo: ecco le sfide

06.10.2014 - aggiornato: 24.06.2016 - 12:29

Tanti i punti su cui discutere a riguardo della famiglia: divorziati risposati, Humanae Vitae, omosessualità, l’educazione, l’evangelizzazione, il contesto relazionale. 

L'assemblea entra nel vivo. (AP)

È partito il primo Sinodo dedicato alla famiglia con 191 padri sinodali in aula, oltre una trentina di uditori tra i quali diverse coppie. Questa mattina il primo intervento è stato di Francesco che in tre punti ha ribadito ai padri sinodali cosa intende il successore di Pietro per sinodalità: «Parlare con franchezza», «ascoltare con umiltà» e portare la voce delle Chiese locali, «senza temere nulla perchè i lavori si svolgono sempre cum Petro et sub Petro, e la presenza del Papa è garanzia per tutti e custodia della fede».

Altro fatto saliente del primo giorno la “relatio ante disceptationem” tenuta dal cardinale relatore al Sinodo, l’ungherese Erdö. Un testo che il porporato ha spiegato nel successivo briefing con i giornalisti. Il suo testo riporta, sintetizzandoli, i contributi che i padri sinodali sono stati invitati a far pervenire alla segreteria del sinodo. Erdö ha spiegato che senza sminuire la verità, essa va proposta ponendosi anche dall’angolazione di coloro che più «fanno fatica» a riconoscerla come tale e « a viverla». Il cardinale ha pure messo in evidenza davanti «ad una società che ha smarrito il valore dell’affettività e della sessualità, e dove tutto viene banalizzato e reso superficiale», «la testimonianza dei molti matrimoni e delle famiglie cristiane vissute felicemente. Queste esperienze positive non vanno perse di vista, malgrado le diffuse situazioni precarie ed irregolari».

Prima di indicare le possibili soluzioni relative al nodo della eucaristia ai divorziati risposati, Erdo ha voluto fare diverse premesse: «Non viene messa in questione la dottrina dell’indissolubilità del matrimonio in quanto tale» e «quindi, non le questioni dottrinali, ma le questioni pratiche - inseparabili d`altro canto dalle verità della fede».  

L’arcivescovo di Budapest ha poi indicato due piste. «I divorziati risposati civilmente appartengono alla Chiesa. Hanno bisogno e hanno il diritto di essere accompagnati dai loro pastori. Essi sono invitati ad ascoltare la Parola di Dio, a partecipare alla liturgia della Chiesa, alla preghiera e a compiere le opere buone della carità. La pastorale della Chiesa deve prendersi cura di loro in un modo tutto particolare, tenendo presente la situazione di ciascuno».  

La prima pista indicata da Erdo è la facilitazione della nullità matrimoniale (Francesco ha istituito una commissione che sta già lavorando alla questione), mentre la seconda riecheggia la proposta formulata dal cardinale Kasper di «esaminare più approfonditamente la prassi di alcune delle Chiese ortodosse, che prevede la possibilità di seconde nozze e terze connotate da un carattere penitenziale. Detto studio si rende necessario per evitare interpretazioni e conclusioni non sufficientemente fondate», ha detto Erdö.

Molti altri i temi toccati, più sinteticamente, da Erdo: dalla Humanae Vitae alla omosessualità (no alla discriminazione, no al matrimonio), l’educazione, l’evangelizzazione, il contesto relazionale. Al briefing è intervenuto anche mons. Bruno Forte, segretario generale del sinodo. Forte  ha sottolineato che «all’inizio del Concilio vaticano II Giovanni XXIII disse: questo Concilio sarà pastorale, e poi aggiunse che le anime sono da salvare. Lo stesso vale per il sinodo. Non che gli aspetti dottrinali siano ignorati, ma non sono una clava da ribadire in ogni momento. Se dovessimo ripetere ciò che si è sempre detto non serviva fare un altro Sinodo. Parlare in astratto di divorziati risposati può essere facile ma ci sono a volte bagagli di sofferenze... Se incontri queste persone, capisci le loro sofferenze e quindi servono tenerezza e misericordia».

Il cardinale Ving-Trois, di Parigi, al briefing ha ricordato la richiesta di Francesco di una parola chiara da parte di tutti «che - come ha detto Bergoglio «piaccia o meno al Papa».  Al briefing è intervenuto anche mons. Retes, messicano e presidente del Celam. Retes ha sottolineato che il Sinodo sulla famiglia si ispira nel metodo al convegno di Aparecida del 2007. 

(red)

Catholica

Dalle fiamma olimpica alla fede

IL PERSONAGGIO - Yuna Kim, 28 anni, è una grande campionessa coreana di pattinaggio artistico (anche alle Olimpiadi coreane) che ha scoperto il Dio cristiano. …

Catholica

La ricerca di Dio nell'uomo

SPECIALE SABATO - Dal 19 al 26 febbraio la Settimana Intensiva alla Facoltà di Teologia di Lugano. Ne parliamo con il coordinatore, Manfred Hauke. 

Catholica

Nei lager portò la carità cristiana

IL PERSONAGGIO - Teresio Olivelli, morto a soli 29 anni nel campo di concentramento di Hersbruck, è stato beatificato nella sua diocesi di Vigevano.

Catholica

In Terra Santa con gli occhi di un bimbo

IL PERSONAGGIO - Abbiamo incontrato padre Francesco Ielpo, Commissario di Terra Santa per il Nord Italia, a Lugano per l’iniziativa "OgniVentiAlleVenti". …

Catholica

La vita della gente illumina il Vangelo

IL PERSONAGGIO - La storia di don Roberto Seregni, sacerdote fidei donum della diocesi di Como in missione in Perù, Paese che in questi giorni accoglie il Papa.

Catholica

Il Papa celebra le nozze in volo

(LE FOTO) Francesco ha unito in matrimonio una hostess e uno steward cileni della compagnia Latam. È la prima volta che un Pontefice celebra delle nozze in aereo.

Catholica

Da Ginevra alle Ande: il Vangelo dei poveri

IL PERSONAGGIO - Il Papa visiterà l’opera del missionario svizzero padre Xavier Arbex a Puerto Maldonado, nel cuore dell’Amazzonia peruviana.

Catholica

Visita del Papa: "Troppo poveri per il viaggio"

SPECIALE SABATO - Intervista alla ticinese suor Nadia Gianolli, missionaria in una zona indigente del Perù.

Catholica

Coltivare la fede con curiosità e altruismo

SPECIALE SABATO - Il Gruppo Santa Lucia di Unitas, associazione che raggruppa ciechi e ipovedenti, offre visite alle Parrocchie, ritiri spirituali e pellegrinaggi.

Catholica

"Il peccato divide, sempre"

Nella prima udienza generale del 2018, il Pontefice ha proseguito con il ciclo di riflessioni dedicate alla Celebrazione eucaristica, spiegando il significato dell'atto …

Catholica

"Quel giorno quel neonato..."

SPECIALE SABATO - 40 anni di storie di accoglienza e di condivisione: quelle dei progetti portati avanti dalla Conferenza missionaria della Svizzera italiana.

Catholica

Il Papa in visita nelle terre di Padre Pio

Il Pontefice si recherà il 17 marzo 2018 a Pietrelcina e a San Giovanni Rotondo per il Centenario dell'apparizione delle sue stimmate e il 50esimo dalla sua …

Catholica

"Costruttore di ponti, non di muri"

IL PERSONAGGIO - L’impegno di don Giusto di Como a favore dei migranti, il quale ha fatto della sua parrocchia un centro di accoglienza.

Catholica

Panettone ticinese per la prima volta dal Papa

A fare assaggiare al Pontefice a Roma il prelibato dolce è stata la Società Mastri Panettieri-Pasticcieri ticinese. Francesco ha gradito e ringraziato …

Catholica

Una silenziosa bellezza tra le favelas

IL PERSONAGGIO - La 20enne ticinese Maria Paola ci racconta di Rosetta, missionaria italiana oggi 75enne, che 50 anni fa lasciò tutto per servire i più …

Catholica

Il povero che c'è in me

Domenica 19 novembre 2017 la prima Giornata mondiale dei poveri. Il commento del direttore di Caritas Ticino, Marco Fantoni. 

Accesso e-GdP

Banner Libro Bonefferie

banner_sanremo_2018.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg