Home > Catholica

Mille volti per mille video di solidarietà e presenza

15.02.2014 - aggiornato: 24.06.2016 - 13:29

Caritas Ticino: Vent’anni fa la prima puntata di Caritas Insieme

di Robi Noris*
 
 
Estate 1994, una telefonata di Filippo Lombardi, direttore del GdP, che stava organizzando il magazine televisivo “Caffè del Popolo” da trasmettere sul canale TV Telecampione: «Non vorresti fare con noi una trasmissione televisiva settimanale di Caritas Ticino?». Sono andato dal vescovo Eugenio Corecco che mi ha detto «bisogna farlo». 
 
A Natale 1994 andava in onda la puntata di Caritas Insieme numero uno. E, dopo vent’anni, eccoci alla 1000esima puntata su YouTube e su TeleTicino. Doveroso un ricordo affettuoso e grato al Vescovo lungimirante che ci ha indicato la strada, l’amico saggio che aveva intuito i mutamenti profondi nella comunicazione, nonostante non fosse ancora esploso il mondo digitale della rete internet, anche per una piccola organizzazione socio-caritativa, che, accanto alla sua azione sociale sul terreno, doveva promuovere una visione solidale, doveva raggiungere la gente per portare un pensiero carico di speranza, con mezzi elettronici adeguati che entrano in tutte le case. 
 
Di fronte alle fortissime critiche di chi non capiva perché Caritas Ticino spendesse soldi per telecamere e, soprattutto, per trasmettere su un canale che di notte aveva una programmazione a luci rosse, il Vescovo diceva che bastava spegnere la TV di notte e guardarla di giorno quando trasmettevamo noi. La prima forma di carità evangelica è quella di diffondere idee sane.
 
Sullo stabile del CATISHOP.CH inaugurato un anno fa a Pregassona, un tabellone luminoso, metallico, di 600 kg e 4 metri x 8, ricorda ai passanti la sintesi del pensiero economico e sociale di tutta l’azione di Caritas Ticino, una frase del vescovo Eugenio del 1992: «È limitante guardare all’uomo e valutarlo a partire dal suo bisogno, poiché l’uomo è di più del suo bisogno».
 
È la valorizzazione delle risorse, delle potenzialità che vanno riscoperte sempre, anche in chi sembra non averne: un pensiero che si contrappone decisamente al piagnisteo sulla penuria del “non ce n’è per tutti”. Linee direttive del servizio sociale e dei programmi occupazionali di Caritas Ticino per ridare un lavoro ai disoccupati perché dalla povertà si esce solo diventando soggetti economici produttivi. Un principio di tipo imprenditoriale applicato a tutta la nostra organizzazione, che ha abbandonato completamente la logica filantropica delle collette, sviluppando un modello d’impresa sociale in cui si può anche finanziare uno studio televisivo e una produzione settimanale che dica a tutti, in particolare a quei 6000 disoccupati passati nei nostri programmi: «ce la puoi fare». Nella trasmissione CATIvideo la rubrica “Le faremo sapere” dà voce a chi è temporaneamente occupato in una delle nostre strutture e cerca lavoro: in qualche minuto una persona racconta in video la propria speranza per un futuro professionale migliore ma, in fondo, in filigrana, stiamo proponendo una visione economica etica e solidale dove la persona è soggetto attivo. 
 
Vent’anni di produzione televisiva, prima artigianale in solaio e poi sempre più professionale e tecnologica, osando, per catturare il pubblico, scelte di format inusuali e la realtà virtuale in 3D disegnata col computer; ma ciò che conta di più è quel fotogramma ideale che mi piacerebbe realizzare davvero coi mille volti delle persone che sono passate davanti e dietro alle nostre telecamere, custoditi nella memoria elettronica delle 1000 puntate andate in onda su TeleTicino e sul web. 
Dai nomi eccellenti alle persone più semplici, che ci hanno raccontato se stessi, le loro visioni e riflessioni, le loro speranze: Georges Cottier, Dominique Lapierre, Angelo Scola, Muhammad Yunus, Giacomo B. Contri, Oscar Andrés Rodriguez Maradiaga, padre Mauro Lepori, Carlo Doveri, Graziano Martignoni, Stefano Zamagni, o Ruth Fayon che ci ha mostrato il numero tatuato sul braccio ad Auschwitz e una suorina che da dietro le sbarre della clausura ci ha parlato di libertà vera. E il vescovo Giuseppe Torti che aveva dichiarato alle nostre telecamere: «Se San Paolo avesse avuto una parabola satellitare per comunicare, chissà cosa avrebbe combinato».
 
*direttore di Caritas Ticino
 
 
Catholica

Una fede ragionata, vissuta e praticata

IL PERSONAGGIO - È quella di Bono, cantante degli U2, che ha fatto di nuovo parlare di sé per le recenti foto sui social mentre riceve l'Eucarestia e posa coi …

Catholica

Edizione speciale del Catechismo

Stampato a Varese per i 25 anni dalla pubblicazione del Catechismo della Chiesa cattolica promulgata da Giovanni Paolo II. Presenta un nuovo commento teologico pastorale.

Catholica

"Il cristiano non è fatto per la noia"

Nell'udienza generale del mercoledì Papa Francesco ha spiegato che la nostra esistenza sia laboriosa, per accogliere con gratitudine ogni giorno donatoci da Dio.

Catholica

Il programma del viaggio del Papa in Asia

Francesco, che si recherà dal 26 novembre al 2 dicembre in Myanmar e Bangladesh, incontrerà i giovani dei due Paesi e parteciperà a incontri interreligiosi …

Catholica

Testimone della fede fino all’ultimo istante

IL PERSONAGGIO - Il martirio di Giovan Battista Sidotti, morto in Giappone nel 1715. Abate palermitano è stato ucciso per aver battezzato i suoi custodi. 

Catholica

"Quando è tutto nuvoloso, parlate di sole"

All'Udienza generale, nel giorno di San Francesco d'Assisi, il Papa ha ricordato come i cristiani siano "persone che propagano speranza con il loro modo di amare …

Catholica

Da Daro a Roma: prete, vescovo ed educatore

IL PERSONAGGIO - Un ricordo di Mons. Danzi a 10 anni dalla scomparsa. Il cardinale Scola: "Era un uomo libero e perciò spesso scomodo".

Catholica

Occhi e cuore aperti sulla Chiesa dei poveri

SPECIALE SABATO - Ottobre, come ogni anno, è il mese dedicato alla missione. Quest’anno la campagna di Missio ci porta a conoscere l’India.

Catholica

Il Papa domenica a Bologna e Cesena

Il programma della giornata prevede vari incontri, con la popolazione, il mondo del lavoro e poi ovviamente anche con il Clero. Messa del Pontefice allo stadio Dall' …

Catholica

Un popolo capace di fare figli ha futuro

Nell'Udienza del mercoledì il Papa ha ricordato le tappe del suo viaggio in Colombia. Al termine ha anche volto un pensiero alle vittime dell'alluvione a Livorno …

Catholica

Don Del-Pietro, una vita per i lavoratori

IL PERSONAGGIO - Ricorrono in questi giorni i 40 anni dalla morte del sacerdote ticinese, padre dell’OCST, che contribuì a dare al Ticino del dopoguerra il suo …

Catholica

A Taizé, dove Dio bussa al cuore dei giovani

SPECIALE SABATO - Un gruppo di ticinesi ha partecipato con 4mila giovani di tutta Europa a una settimana di vita comunitaria, amicizia e preghiera con i monaci della …

Catholica

"A difesa dei poveri nel nome del Vangelo"

SPECIALE SABATO - L'Arcivescovo Becciu, della Segreteria di Stato vaticana, ci parla di alcuni temi del magistero sociale del Papa alla vigilia del suo viaggio in Colombia …

Catholica

Si è spento l'ex primate inglese Murphy O'Connor

Murphy-O'Connor, arcivescovo emerito di Westminster e già primate cattolico d'Inghilterra e Galles, è stato il primo arcivescovo cattolico a recitare …

Catholica

Il Papa in dialogo con il sociologo Walton

Verrà dato prossimamente alle stampe in Francia un libro, dal titolo “Politique et société”, che contiene la trascrizione di dodici dialoghi di …

Catholica

Il viaggio del Papa in Colombia

Il Pontefice partirà mercoledì 6 settembre e farà tappa a Bogotà, Villavicencio, Madellin e Cartagena. Il suo rientro in Vaticano è …

Accesso e-GdP

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

banner_spot_youtube_chi_siamo.png

misericordia_2015.jpg

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg