Home > Catholica

Papa Francesco apre la Porta santa

08.12.2015 - aggiornato: 24.06.2016 - 12:25

Al via il Giubileo della Misericordia - Il Pontefice ha aperto la Porta santa in una Piazza San Pietro gremita di fedeli provenienti da tutto il mondo.

ORE 11 - Papa Francesco ha solennemente inaugurato l’Anno Santo straordinario della Misericordia aprendo e varcando, poco dopo le 11, la Porta Santa della Basilica vaticana, dopo aver presieduto poco prima in Piazza San Pietro, di fronte a 50 mila persone, la Messa nel giorno della Solennità dell’Immacolata.

Finita la messa sul sagrato, ha indossato un mantello bianco e ascoltato il diacono leggere le parole di introduzione al rito. Quindi è entrato nell'atrio e, dopo aver recitato una preghiera, ha salito i gradini e ha aperto la porta, sostando in silenzio sulla soglia.

"Anteporre la misericordia al giudizio, e in ogni caso il giudizio di Dio sarà sempre nella luce della sua misericordia. Attraversare la Porta Santa, dunque, ci faccia sentire partecipi di questo mistero di amore, di tenerezza". E' il messaggio di Papa Francesco alla messa che sta celebrando a Piazza San Pietro per aprire le celebrazioni dell'Anno Santo del Giubileo. Il Papa ha invitato ad abbandonare ogni "paura e timore" e vivere la "gioia". Il Papa ha anche mandato un tweet di auguri ai pellegrini.

Davanti alla Porta Santa Papa Francesco ha incontrato il Papa emerito Benedetto XVI. I due si sono stretti in un abbraccio.

 

ORE 9.30 - Papa Francesco presiede in una Piazza San Pietro gremita la Messa di apertura dell’anno Santo straordinario della Misericordia, durante la quale aprirà la Porta Santa giubilare della Basilica vaticana. 

"Dobbiamo anteporre la misericordia al giudizio, e in ogni caso il giudizio di Dio sarà sempre nella luce della sua misericordia". Lo ha detto papa Francesco nella messa in Piazza San Pietro, poco prima dell'apertura della Porta santa del giubileo.

"Tra poco avrò la gioia di aprire la Porta Santa della Misericordia. Compiamo questo gesto, tanto semplice quanto fortemente simbolico, alla luce della Parola di Dio che pone in primo piano il primato della grazia", ha detto il Papa.

Secondo il Papa, "viene fatto torto a Dio e alla sua grazia quando si afferma anzitutto che i peccati sono puniti dal suo giudizio, senza anteporre invece che sono perdonati dalla sua misericordia come afferma Sant'Agostino". "Questo Anno Santo Straordinario è dono di grazia. Entrare per quella Porta significa scoprire la profondità della misericordia del Padre che tutti accoglie e ad ognuno va incontro personalmente". Ha affermato ancora Francesco.

 

ORE 8.30 - La messa è stata preceduta alle 8,20 dal suono delle campane e poi dalla recita del rosario. In piazza anche le delegazioni che, secondo il cerimoniale, dovrebbero essere state salutate dal Pontefice intorno alle 9,15, all'interno della basilica, presso la cappella della Pietà. 

 

ORE 6.30 - Aperti all'alba i varchi d'accesso all'area 'blindata' di San Pietro; dopo la messa papa Francesco aprirà la Porta santa, poi l'angelus e nel pomeriggio l'omaggio di Bergoglio alla statua dell'Immacolata a piazza di Spagna.

 

Giubileo nel solco del Concilio

Il momento clou dell’apertura della Porta Santa avverrà dopo la comunione della Messa che Francesco presiederà in Piazza San Pietro. L’8 dicembre 2015 ricorda anche i 50 anni dalla fine del Vaticano II. Per questo la celebrazione sarà introdotta dalla lettura di alcuni brani delle quattro Costituzioni conciliari (Dei Verbum, Lumen gentium, Sacrosanctum concilium e Gaudium et spes), e da due brani rispettivamente di Unitatis redintegratio sull’ecumenismo e Dignitatis humanae sulla libertà religiosa. L’eredità del Concilio sarà peraltro simboleggiata da un gesto speciale: sullo stesso tronetto sul quale, durante tutte le sessioni di lavoro di 50 anni fa, veniva poggiato l’Evangeliario sarà collocato quello appositamente preparato per l’Anno Santo dall’artista gesuita, padre Marco Ivan Rupnik.

 

Città blindata 

Dalle 7 alle 19 no-fly zone in un raggio di 10 km; in campo 2.000 uomini delle forze dell'ordine e 900 vigili urbani. Maglie strette per i pellegrini in arrivo alla Basilica di San Pietro. Al primo controllo, le forze dell'ordine guardano borse, tasche e anche passeggini e carrozzine. 

Nove mesi fa, era il 13 marzo di quest’anno, Papa Francesco annunciava alla Chiesa e al mondo l’intenzione di indire un Anno Santo straordinario della misericordia. Un mese dopo, l’11 aprile, l’indizione era ufficializzata dalla consegna della Bolla Misericordiae Vultus", letta alla presenza del Papa davanti alla Porta Santa chiusa della Basilica di San Pietro. La stessa Porta che nella Solennità dell'Immacolata Francesco aprirà, alla presenza del Papa emerito Benedetto XVI, dando inizio al Giubileo che si concluderà il 20 novembre del 2016. 

 

Le Porte sante in Ticino

Quella di San Pietro non sarà l'unica Porta Santa del Giubileo. Papa Francesco aveva aperto la prima a fine novembre a Bangui, ma saranno aperte anche nelle diocesi di tutto il mondo. In Ticino saranno aperte due Porte sante: alla chiesa della Madonna delle Grazie di Bellinzona (apertura alle 17.30 di sabato) e al Sacro Cuore di Lugano (alle 10 di domenica).

 

(Red / RadioVaticana)

 

Articoli correlati:

Giubileo, il programma dell'apertura

Speciale: Giubileo della Misericordia

Il Giubileo è esperienza di vita

 

Catholica

Dalle fiamma olimpica alla fede

IL PERSONAGGIO - Yuna Kim, 28 anni, è una grande campionessa coreana di pattinaggio artistico (anche alle Olimpiadi coreane) che ha scoperto il Dio cristiano. …

Catholica

La ricerca di Dio nell'uomo

SPECIALE SABATO - Dal 19 al 26 febbraio la Settimana Intensiva alla Facoltà di Teologia di Lugano. Ne parliamo con il coordinatore, Manfred Hauke. 

Catholica

Nei lager portò la carità cristiana

IL PERSONAGGIO - Teresio Olivelli, morto a soli 29 anni nel campo di concentramento di Hersbruck, è stato beatificato nella sua diocesi di Vigevano.

Catholica

In Terra Santa con gli occhi di un bimbo

IL PERSONAGGIO - Abbiamo incontrato padre Francesco Ielpo, Commissario di Terra Santa per il Nord Italia, a Lugano per l’iniziativa "OgniVentiAlleVenti". …

Catholica

La vita della gente illumina il Vangelo

IL PERSONAGGIO - La storia di don Roberto Seregni, sacerdote fidei donum della diocesi di Como in missione in Perù, Paese che in questi giorni accoglie il Papa.

Catholica

Il Papa celebra le nozze in volo

(LE FOTO) Francesco ha unito in matrimonio una hostess e uno steward cileni della compagnia Latam. È la prima volta che un Pontefice celebra delle nozze in aereo.

Catholica

Da Ginevra alle Ande: il Vangelo dei poveri

IL PERSONAGGIO - Il Papa visiterà l’opera del missionario svizzero padre Xavier Arbex a Puerto Maldonado, nel cuore dell’Amazzonia peruviana.

Catholica

Visita del Papa: "Troppo poveri per il viaggio"

SPECIALE SABATO - Intervista alla ticinese suor Nadia Gianolli, missionaria in una zona indigente del Perù.

Catholica

Coltivare la fede con curiosità e altruismo

SPECIALE SABATO - Il Gruppo Santa Lucia di Unitas, associazione che raggruppa ciechi e ipovedenti, offre visite alle Parrocchie, ritiri spirituali e pellegrinaggi.

Catholica

"Il peccato divide, sempre"

Nella prima udienza generale del 2018, il Pontefice ha proseguito con il ciclo di riflessioni dedicate alla Celebrazione eucaristica, spiegando il significato dell'atto …

Catholica

"Quel giorno quel neonato..."

SPECIALE SABATO - 40 anni di storie di accoglienza e di condivisione: quelle dei progetti portati avanti dalla Conferenza missionaria della Svizzera italiana.

Catholica

Il Papa in visita nelle terre di Padre Pio

Il Pontefice si recherà il 17 marzo 2018 a Pietrelcina e a San Giovanni Rotondo per il Centenario dell'apparizione delle sue stimmate e il 50esimo dalla sua …

Catholica

"Costruttore di ponti, non di muri"

IL PERSONAGGIO - L’impegno di don Giusto di Como a favore dei migranti, il quale ha fatto della sua parrocchia un centro di accoglienza.

Catholica

Panettone ticinese per la prima volta dal Papa

A fare assaggiare al Pontefice a Roma il prelibato dolce è stata la Società Mastri Panettieri-Pasticcieri ticinese. Francesco ha gradito e ringraziato …

Catholica

Una silenziosa bellezza tra le favelas

IL PERSONAGGIO - La 20enne ticinese Maria Paola ci racconta di Rosetta, missionaria italiana oggi 75enne, che 50 anni fa lasciò tutto per servire i più …

Catholica

Il povero che c'è in me

Domenica 19 novembre 2017 la prima Giornata mondiale dei poveri. Il commento del direttore di Caritas Ticino, Marco Fantoni. 

Accesso e-GdP

Banner Libro Bonefferie

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg