Home > Catholica

Papa Francesco nella bidonville di Nairobi

27.11.2015 - aggiornato: 24.06.2016 - 13:25

Prima di partire per l'Uganda, il Santo Padre si è recato a Kangemi dove vivono oltre centomila persone, senza servizi né drenaggio delle acque nere: «Non si può ignorare la terribile ingiustizia dell'emarginazione urbana»

(foto EPA)

«Mi sento a casa tra voi!». Con queste parole Papa Francesco, ha salutato la popolazione keniota, nell'ultimo giorno della sua visita in Kenya (QUI la cronaca e le parole di Francesco della giornata precedente). Con la sua papamobile questa mattina ha percorso la strada sterrata di Kangemi, una delle bidonville di Nairobi, situata in fondo a una piccola vallata che confina con un'altra baraccopoli. Un luogo in cui vivono oltre centomila persone "dimenticate" dal governo keniota, senza fogne, senza servizi, in baracche.

LA FOTOGALLERY DEL VIAGGIO DEL PAPA IN AFRICA

Come racconta Vatican Insider il Papa si è fermato a parlare con la gente: una residente dello slum in abiti tradizionali, Pamela Akwede, gli ha spiegato che il 60 per cento della popolazione di Nairobi viva nelle baraccopoli le quali occupano solo il 5 per cento dell'area totale della città. La gente qui «sopravvive con meno di un dollaro al giorno - dice -. Ci sono stati focolai di colera, specialmente all'inizio di quest'anno». 

Poi il Pontefice ha raggiunto la chiesa di San Giuseppe Lavoratore costruita dai gesuiti, dove si è fatto benedire da u nprede su una sedia a rotelle, ha salutato i malati e ha parlato davanti a tanti bambini seduti per terra.

Francesco, scrive ancora il sito, che da arcivescovo di Buenos Aires aveva mandato molti preti a vivere nelle baraccopoli, è visibilmente felice: «Mi sento a casa condividendo questo momento con fratelli e sorelle che, non mi vergogno a dire, hanno un posto speciale nella mia vita e nelle mie scelte». Ma prima di «denunciare le ingiustizie subite» dagli abitanti degli slums, Bergoglio parla della «saggezza dei quartieri popolari», di quei «valori evangelici che la società del benessere, intorpidita dal consumo sfrenato, sembrerebbe aver dimenticato».

«Voi - dice il Papa - siete in grado di tessere legami di appartenenza e di convivenza che trasformano l’affollamento in un’esperienza comunitaria in cui si superano le barriere dell’egoismo». E cita valori come «la solidarietà, dare la propria vita per l’altro, preferire la nascita alla morte; dare una sepoltura cristiana ai propri morti. Offrire un posto per i malati nella propria casa, condividere il pane con l'affamato», perché «dove mangiano 10 mangiano in 12», spiega Francesco. «Ogni essere umano è più importante del dio denaro. Grazie per averci ricordato che esiste un altro tipo di cultura possibile. Vorrei rivendicare in primo luogo questi valori che voi praticate, valori che non si quotano in Borsa, valori con i quali non si specula né hanno prezzo di mercato».

Dopo aver ricordato che «il cammino di Gesù è iniziato in periferia, va dai poveri e con i poveri verso tutti», il Papa ha detto che non si può «in alcun modo ignorare la terribile ingiustizia della emarginazione urbana», le «ferite provocate dalle minoranze che concentrano il potere, la ricchezza e sperperano egoisticamente mentre la crescente maggioranza deve rifugiarsi in periferie abbandonate, inquinate, scartate».

Il Papa ha quindi criticato duramente «l’ingiusta distribuzione del terreno» e la mancanza di servizi, soprattutto la mancanza di acqua potabile, «un diritto umano essenziale, fondamentale e universale, perché determina la sopravvivenza delle persone». Ha usato toni duri contro le «organizzazioni criminali, al servizio di interessi economici o politici», che «utilizzano i bambini e i giovani come “carne da cannone” per i loro affari insanguinati».

Tutto ciò non è il risultato di «una combinazione casuale di problemi isolati. Sono piuttosto una conseguenza di nuove forme di colonialismo», non mancano «di fatto, pressioni affinché si adottino politiche di scarto come quella della riduzione della natalità che pretende di legittimare l’attuale modello distributivo, in cui una minoranza si crede in diritto di consumare in una proporzione che sarebbe impossibile generalizzare».

Il Papa si appella quindi «a tutti i cristiani, in particolare ai pastori, a rinnovare lo slancio missionario, a prendere l’iniziativa contro tante ingiustizie, a coinvolgersi nei problemi dei cittadini, ad accompagnarli nelle loro lotte».

«So che fate molto» riconosce Bergoglio «ma vi chiedo di ricordare che non è un compito in più, ma forse il più importante, perché  - spiega citando Benedetto XVI - i poveri sono i destinatari privilegiati del Vangelo». «Preghiamo, lavoriamo e impegniamoci insieme - conclude - perché ogni famiglia abbia una casa decente, abbia accesso all’acqua potabile, abbia un bagno, abbia energia sicura per illuminare, per cucinare, per migliorare le proprie abitazioni... perché ogni quartiere abbia strade, piazze, scuole, ospedali, spazi sportivi, ricreativi e artistici; perché i servizi essenziali arrivino ad ognuno di voi; perché siano ascoltati i vostri appelli e il vostro grido che chiede opportunità; perché tutti possiate godere della pace e della sicurezza che meritate secondo la vostra infinita dignità umana».

Catholica

Venduta la Lamborghini "del Papa"

Il ricavato dell'asta, 715mila euro, sarà destinato al finanziamento di tre progetti di carità. L'auto era stata donata a Francesco lo scorso 27 novembre …

Catholica

La suora che "cura" il Sud Sudan

IL PERSONAGGIO - Conosciamo suor Maria Martinelli, medico chirurgo in Sud Sudan, che venerdì sera ha portato la sua testimonianza al centro San Giuseppe di Lugano.

Catholica

Don Tonino, prete dalla parte degli ultimi

IL PERSONAGGIO - Mons. Antonio Bello, un vescovo dalle scelte forti e coraggiose, che il Papa ha voluto omaggiare visitando le sue terre e pregando sulla sua tomba.

Catholica

I 91 anni di papa Ratzinger

Per il compleanno del papa emerito viene presentato il documentario "Benedetto XVI, l’ora della verità", in onda per l'occasione su TV2000.

Catholica

Lo spunto per la predica? Da un'App

È nata l'applicazione che aiuta i sacerdoti nelle omelie. È il teologo Rupnik l’autore dei testi di "Clerus-App", l’ultimo strumento …

Catholica

"Sono rimasta, come atto d'amore"

IL PERSONAGGIO DELLA SETTIMANA - Conosciamo meglio Anan Alkass Yousif, vergine consacrata in una Baghdad dilaniata​.

Catholica

Speranza dentro la miseria

IL PERSONAGGIO DELLA SETTIMANA - La svizzera Lotti Latrous ha lasciato tutto per aiutare i malati di Aids.

Catholica

Accanto a chi porta una croce pesante

SPECIALE SETTIMANA SANTA - Incontro con don Vincent, cappellano della Fondazione Maddalena Grassi di Milano, che si occupa di disabili gravi e malati incurabili.

Catholica

Ricostruite le fattezze dell'uomo della Sindone

La rappresentazione 3D è stata realizzata da un artista a partire dagli studi di un professore dell’Università di Padova, studioso della reliquia.

Catholica

"Desidero vedere gli Adivasi felici"

SACRIFICIO QUARESIMALE - Dall’India la testimonianza di padre Caesar, uno degli ospiti della Campagna Ecumenica, che presenta il progetto nello Stato dell’Assam.

Catholica

In scena il dramma di Cristo sulla croce

IL PERSONAGGIO - Padre Finco, francescano che da anni firma spettacoli teatrali, propone nella chiesa del monastero delle Clarisse di Cademario l'opera di Haydn …

Catholica

Lanciato il trailer del film sul Papa

(IL VIDEO) "Papa Francesco. Un uomo di parola", che prende spunto dalla volontà che non fosse un film su papa Francesco ma con papa Francesco.

Catholica

Sulle sue labbra il "programma di Cristo"

IL PERSONAGGIO - Questa settimana vi presentiamo don Francesco Alberti, al centro di un incontro nell’ambito degli eventi de "Il Giardino dei Giusti" di …

Catholica

Verso il cambiamento tutelando i braccianti

SPECIALE SABATO - È in Sudafrica uno dei progetti della campagna ecumenica di Sacrificio Quaresimale, che si impegna in particolare nella formazione dei lavoratori.

Catholica

Musica e fede a sostegno dei più piccoli

SPECIALE SABATO - "Medjugorje per l’infanzia" compie 30 anni; numerosi i progetti concretizzati a favore di bambini e minorenni a cui la vita aveva tolto le …

Catholica

Viaggio del Papa nei Paesi baltici

Francesco si recherà in Lituania, Lettonia ed Estonia dal 22 al 25 settembre di quest'anno, dando seguito a un invito dei rispettivi capo di Stato e dei Vescovi.

Accesso e-GdP

banner_cannes3.jpg

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg