Home > Catholica

Una Commissione teologica post sinodale?

16.10.2015 - aggiornato: 24.06.2016 - 12:25

Lo scopo sarebbe quello di approfondire l'importanza del vincolo matrimoniale e le varie questioni ad esso legate, fra cui quella dell'ammissione all'Eucarestia dei divorziati-risposati.

AP Photo/Alessandra Tarantino

Una commissione post sinodale di esperti per approfondire l’importanza del vincolo matrimoniale e le varie questioni ad esso legate tra cui, soprattutto, quella dell’ammissione all’Eucaristia dei divorziati-risposati. È l’idea che si è delineata ieri pomeriggio nel corso della congregazione generale che ha concluso l’esame sulla terza parte dell’“Instrumentum laboris”, quella che affronta le sfide più complesse e più controverse, dai cammini penitenziali per i divorziati risposati all’accoglienza delle persone omosessuali.

La proposta di istituire una commissione fa parte di una terza posizione - tra coloro che esprimono la necessità di ribadire la dottrina tradizionale senza alcuna deroga e coloro che vorrebbero un’apertura pastorale più esplicita. C’è anche stato chi ha invitato a proseguire la discussione, «raccogliendo con serenità le varie proposte, e consegnandole al Pontefice con la stessa serenità», perché questa è proprio la funzione del Sinodo.

Chi ha rispolverato l’idea di una commissione teologica ha pensato a quella a cui si affidò Paolo VI prima di scrivere l’Humanae Vitae. «La commissione potrebbe concentrarsi sul tema, per evitare che si prenda una decisione affrettata e prematura», ha riportato mons. Bernd Hagenkord durante il quotidiano briefing organizzato dal portavoce vaticano padre Federico Lombardi, a cui hanno preso parte anche due delegati fraterni, il reverendo anglicano Timothy Thornton e il primate ortodosso di Estonia Stephanos.

 Nel pomeriggio di giovedì gli interventi dei padri sinodali sono stati trenta, cui si sono aggiunti tre interventi di coniugi. Ieri mattina la parola è invece stata data a dodici delegati di altre confessioni e a 27 uditori e uditrici. «A cambiare sono stati soprattutto i toni del dibattito: rispetto ai giorni precedenti gli interventi sono stati in generale più emotivi, spesso sono partiti da testimonianze di vita», ha aggiunto mons. Hagenkord.

Sono stati toccati i temi della procreazione e della contraccezione, dell’adozione, degli orfani, delle violenze e degli abusi sessuali all’interno della famiglia, dell’accompagnamento degli anziani come prevenzione del suicidio e dell’eutanasia. Spazio è stato dato alla preparazione al matrimonio, all’educazione sessuale che ora è in mano alla società civile perché i genitori spesso non l’affrontano: «È ora che la Chiesa prenda parte a questa educazione, parlando chiaro. Che affermi che la sessualità non è peccato, ma amore». L’importanza della sessualità tra gli sposi è stata anche sottolineata, e in questo sono le coppie e le comunità che si occupano di famiglia - è stato detto - che devono guidare la Chiesa.

Un aspetto che torna regolarmente all’interno della discussione è la sofferenza dei cristiani nel Medio Oriente e la necessità di aiutarli in maniera adeguata.     

 

(red/Avvenire)    

 

 

Catholica

Una silenziosa bellezza tra le favelas

IL PERSONAGGIO - La 20enne ticinese Maria Paola ci racconta di Rosetta, missionaria italiana oggi 75enne, che 50 anni fa lasciò tutto per servire i più …

Catholica

Il povero che c'è in me

Domenica 19 novembre 2017 la prima Giornata mondiale dei poveri. Il commento del direttore di Caritas Ticino, Marco Fantoni. 

Catholica

Il programma del viaggio del Papa in Cile e Perù

Francesco si recherà dal 15 al 18 gennaio in Cile e dal 18 al 22 dello stesso mese in Perù. Due Paesi latino-americani uniti nella lingua, ma con storie diverse …

Catholica

Un nuovo sito per le Scuole cattoliche

Nuova offerta online per la Federazione svizzera, composta da 37 scuole membri a pieno titolo e 13 scuole private associate per un totale di 8.200 tra bambini e …

Catholica

Un'amicizia che colma tanti bisogni

IL PERSONAGGIO - Padre Maurizio Bezzi, nato e cresciuto vicino al lago d’Iseo, ora lavora con evangelici e islamici per i ragazzi di strada in Camerun.

Catholica

Martire della giustizia contro gli usurai

IL PERSONAGGIO - Sabato 4 novembre, una coraggiosa religiosa diventata troppo scomoda per tanti, suor Rani Maria, è stata beatificata in India.

Catholica

Frère Léo, nelle strade per gli ultimi

IL PERSONAGGIO - Neuchâtel ricorda con una targa il religioso, fondatore di un servizio di apostolato ecumenico di strada per persone fragili, a 10 anni dalla morte …

Catholica

Musulmani e cristiani insieme per la pace

SPECIALE SABATO - Incontro con il cardinale centrafricano Nzapalainga, che si oppone a chi definisce un conflitto tra gruppi religiosi ciò che sta accadendo nel suo …

Catholica

"La famiglia non è un ideale astratto”

SPECIALE SABATO -  Mons. Vincenzo Paglia ci illustra il rinnovamento accademico in atto nel centro di studi dopo il Motu Proprio di papa Francesco.

Catholica

Scartate da tutti, oggi sono capolavori

IL PERSONAGGIO - In Uganda, Paese poverissimo e martoriato dalle violenze, suor Rosemary Nyirumbe ha ridato speranza a oltre 2.000 ragazze.

Catholica

Una fede ragionata, vissuta e praticata

IL PERSONAGGIO - È quella di Bono, cantante degli U2, che ha fatto di nuovo parlare di sé per le recenti foto sui social mentre riceve l'Eucarestia e posa coi …

Catholica

Edizione speciale del Catechismo

Stampato a Varese per i 25 anni dalla pubblicazione del Catechismo della Chiesa cattolica promulgata da Giovanni Paolo II. Presenta un nuovo commento teologico pastorale.

Catholica

"Il cristiano non è fatto per la noia"

Nell'udienza generale del mercoledì Papa Francesco ha spiegato che la nostra esistenza sia laboriosa, per accogliere con gratitudine ogni giorno donatoci da Dio.

Catholica

Il programma del viaggio del Papa in Asia

Francesco, che si recherà dal 26 novembre al 2 dicembre in Myanmar e Bangladesh, incontrerà i giovani dei due Paesi e parteciperà a incontri interreligiosi …

Catholica

Testimone della fede fino all’ultimo istante

IL PERSONAGGIO - Il martirio di Giovan Battista Sidotti, morto in Giappone nel 1715. Abate palermitano è stato ucciso per aver battezzato i suoi custodi. 

Catholica

"Quando è tutto nuvoloso, parlate di sole"

All'Udienza generale, nel giorno di San Francesco d'Assisi, il Papa ha ricordato come i cristiani siano "persone che propagano speranza con il loro modo di amare …

Accesso e-GdP

Banner Libro Bonefferie

banner_concorso_presepi_2017.jpg

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

banner_spot_youtube_chi_siamo.png

misericordia_2015.jpg

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg