Home > Catholica

Una Veglia d'Avvento in Cattedrale

04.12.2017 - aggiornato: 04.12.2017 - 17:29

(LE FOTO) Si è tenuta sabato sera presso la chiesa madre di Lugano, con le riflessioni e i ritmi della Comunità brasiliana Shalom. Per una Chiesa giovane e vicina.

Sfoglia la gallery

 

di don Rolando Leo,

assistente di Pastorale giovanile

 

Una Veglia speciale, diversa, nuova davvero, sulla scia degli ultimi eventi proposti dalla Pastorale giovanile, ricca di musica, danze e canti, veicolo di gioia, entusiasmo e fede per i giovani d’oggi. Questa serata è stata affidata alla comunità cattolica brasiliana Shalom in un luogo simbolico e significativo: la nostra Cattedrale, appena riaperta, un luogo che vuole conquistarsi un posto nel cuore pulsante dei giovani ticinesi. Innanzitutto celebrando proprio qui la Veglia di preparazione al Natale si è voluto esprimere la gratitudine verso tutti coloro che hanno promosso in vario modo quest’opera: «La Cattedrale ci dà la gioia di appartenere, come giovani, alla Chiesa. È questa l’esperienza che vogliamo fare questa sera», così si sono espressi i giovani organizzatori.

Si è invocata pertanto, sulla serata, l’azione di Maria, Madre e Protettrice dei giovani. Infatti la prossima GMG è stata messa dal Papa sotto la tutela speciale della Madre di Cristo. Inoltre nel 2017 si sono celebrati due importanti anniversari: i 300 anni del ritrovamento dell’immagine della Madonna Aparecida in Brasile e i 100 anni dalle apparizioni di Fatima, in Portogallo. Ancora i giovani: «Maria propone ai giovani l’atteggiamento giusto verso la vita: camminare non solo facendo memoria del passato, ma avendo anche coraggio nel presente e speranza per il futuro. Inoltre Maria, come ha detto inoltre il Papa, non è quel tipo di persona che per stare bene ha bisogno di un “divano caldo e rassicurante”: quando sua cugina ha bisogno, nonostante le sue condizioni di salute, prende in mano la situazione e parte per raggiungerla. Un esempio grandissimo di buona e santa volontà!».

Si sono compiuti due atti fondamentali ispirandosi a Maria: da una parte si è recitata una preghiera mariana rivoluzionaria, il Magnificat, il canto di una giovane piena di fede, consapevole dei suoi limiti ma fiduciosa nella misericordia divina; d’altra parte si sono offerti dei fiori, come San Martino di Porres, uno dei Santi patroni dell’America latina e della GMG del 2019, che nel suo umile servizio quotidiano aveva l’abitudine di offrire i fiori migliori a Maria, come segno di amore filiale. Si sono sensibilizzati i giovani a coltivare una relazione di famigliarità e amicizia con la Madonna, affidandole gioie, inquietudini, tribolazioni. L’idea è stata di prepararsi a rispondere all’appello del Papa che ha detto ai ragazzi: siate protagonisti della vostra storia, decidete il vostro futuro! Questo verrà fatto alla fine della preparazione del sinodo dedicato ai giovani.

Durante la preghiera si sono affrontati tre momenti: uno per il mondo, uno per la Chiesa e uno per i giovani. Si è voluto far rimarcare ai giovani presenti che il primo nemico da combattere è il senso generale di stanchezza e di sconforto che si respira nel vivere quotidiano e che rischia molte volte di bruciare “i fragili germogli della speranza”.

Così ancora un’esortazione da parte dei giovani di Shalom: «Ma è scoccata l’ora – ed è quella che stiamo vivendo! – in cui il Signore ci invita ad uscire dal cerchio chiuso delle nostre constatazioni di fallimento, di decadenza generale, d’inutilità: Giovane, esci e fermati alla presenza del Signore!». Il Vescovo, proponendo il Vangelo della prima domenica d’Avvento, ha ricordato come il cristiano sia colui che è chiamato ad attendere e vivere già la promessa del Signore Gesù che viene e viene ancora; ha incoraggiato i giovani a vigilare, vegliare.

Tanti i ragazzi che hanno riempito la Cattedrale, che si sono confessati e che si sono messi a ballare al ritmo dei canti e della musica composta da chitarre, tastiere e batteria. È stata una bella visione di Chiesa giovane quella di sabato sera. Una Chiesa vicina ai ragazzi, una strada giusta da intraprendere con loro, al loro fianco.
 

 

Catholica

Dalle fiamma olimpica alla fede

IL PERSONAGGIO - Yuna Kim, 28 anni, è una grande campionessa coreana di pattinaggio artistico (anche alle Olimpiadi coreane) che ha scoperto il Dio cristiano. …

Catholica

La ricerca di Dio nell'uomo

SPECIALE SABATO - Dal 19 al 26 febbraio la Settimana Intensiva alla Facoltà di Teologia di Lugano. Ne parliamo con il coordinatore, Manfred Hauke. 

Catholica

Nei lager portò la carità cristiana

IL PERSONAGGIO - Teresio Olivelli, morto a soli 29 anni nel campo di concentramento di Hersbruck, è stato beatificato nella sua diocesi di Vigevano.

Catholica

In Terra Santa con gli occhi di un bimbo

IL PERSONAGGIO - Abbiamo incontrato padre Francesco Ielpo, Commissario di Terra Santa per il Nord Italia, a Lugano per l’iniziativa "OgniVentiAlleVenti". …

Catholica

La vita della gente illumina il Vangelo

IL PERSONAGGIO - La storia di don Roberto Seregni, sacerdote fidei donum della diocesi di Como in missione in Perù, Paese che in questi giorni accoglie il Papa.

Catholica

Il Papa celebra le nozze in volo

(LE FOTO) Francesco ha unito in matrimonio una hostess e uno steward cileni della compagnia Latam. È la prima volta che un Pontefice celebra delle nozze in aereo.

Catholica

Da Ginevra alle Ande: il Vangelo dei poveri

IL PERSONAGGIO - Il Papa visiterà l’opera del missionario svizzero padre Xavier Arbex a Puerto Maldonado, nel cuore dell’Amazzonia peruviana.

Catholica

Visita del Papa: "Troppo poveri per il viaggio"

SPECIALE SABATO - Intervista alla ticinese suor Nadia Gianolli, missionaria in una zona indigente del Perù.

Catholica

Coltivare la fede con curiosità e altruismo

SPECIALE SABATO - Il Gruppo Santa Lucia di Unitas, associazione che raggruppa ciechi e ipovedenti, offre visite alle Parrocchie, ritiri spirituali e pellegrinaggi.

Catholica

"Il peccato divide, sempre"

Nella prima udienza generale del 2018, il Pontefice ha proseguito con il ciclo di riflessioni dedicate alla Celebrazione eucaristica, spiegando il significato dell'atto …

Catholica

"Quel giorno quel neonato..."

SPECIALE SABATO - 40 anni di storie di accoglienza e di condivisione: quelle dei progetti portati avanti dalla Conferenza missionaria della Svizzera italiana.

Catholica

Il Papa in visita nelle terre di Padre Pio

Il Pontefice si recherà il 17 marzo 2018 a Pietrelcina e a San Giovanni Rotondo per il Centenario dell'apparizione delle sue stimmate e il 50esimo dalla sua …

Catholica

"Costruttore di ponti, non di muri"

IL PERSONAGGIO - L’impegno di don Giusto di Como a favore dei migranti, il quale ha fatto della sua parrocchia un centro di accoglienza.

Catholica

Panettone ticinese per la prima volta dal Papa

A fare assaggiare al Pontefice a Roma il prelibato dolce è stata la Società Mastri Panettieri-Pasticcieri ticinese. Francesco ha gradito e ringraziato …

Catholica

Una silenziosa bellezza tra le favelas

IL PERSONAGGIO - La 20enne ticinese Maria Paola ci racconta di Rosetta, missionaria italiana oggi 75enne, che 50 anni fa lasciò tutto per servire i più …

Catholica

Il povero che c'è in me

Domenica 19 novembre 2017 la prima Giornata mondiale dei poveri. Il commento del direttore di Caritas Ticino, Marco Fantoni. 

Accesso e-GdP

Banner Libro Bonefferie

banner_sanremo_2018.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg