Home > Catholica

Una vita dedicata ai bimbi abbandonati

27.01.2018 - aggiornato: 27.01.2018 - 13:48

SPECIALE SABATO - L’Associazione ticinese “Futuro e Speranza” aiuta da circa 20 anni l'opera portata avanti da un prete di strada nella cittadina kenyota Meru.

 

di Cristina Vonzun

 

Padre Francis Limo Riwa è il coraggioso protagonista di una straordinaria opera educativa nata in Kenya circa 20 anni fa e sostenuta dall'Associazione ticinese “Futuro e Speranza”. Lui è un energico prete di strada che si oppone nei fatti a quella «cultura dello scarto» contro la quale papa Bergoglio lancia quotidianamente i suoi moniti. Gli «scarti» di cui si occupa padre Francis sono i bambini orfani, malati di AIDS e abbandonati della città kenyota di Meru.

 

bambini2_giusta.jpg

 

Nato nel 1956 in Tanzania, Francis Limo Riwa emigra giovanissimo in terra kenyota. «Sono diventato prete nel 1983» ci racconta durante una recente visita in Ticino. «Il vescovo mi ha nominato vicerettore del Seminario minore, dandomi il compito di formatore e professore. Ma io sentivo il bisogno di dedicarmi ai poveri. A un certo punto ho potuto attuare questa vocazione: dal 1987 al 1998 ho vissuto con i pastori nomadi del Kenya, nelle capanne, dedicandomi a risolvere molti problemi concreti: ho fatto costruire un acquedotto di 17 km e mi sono occupato di risolvere i problemi sanitari di quella gente».

Tra i nomadi, grazie ad aiuti dall’Italia e dall’Olanda, il sacerdote si è dedicato anche all’educazione dando vita a una scuola a cui hanno partecipato, senza però riuscire ad avere una frequenza regolare a causa del nomadismo, almeno 10mila bambini. Tra loro una ragazzina che oggi è diventata medico. Purtroppo le lotte etniche tra le tribù della zona, soprattutto contro i nomadi, hanno procurato diversi guai a padre Francis, al punto da subire un attacco armato. «Mi hanno sparato per uccidermi, ma per fortuna hanno colpito solo la jeep», ci racconta. «Nel 1999 ho dovuto lasciare quella zona, per ripiegare nella città di Meru», continua.

 

pianta.jpg

 

Padre Francis, nel 1999 lei, dopo l’esperienza pastorale tra i nomadi, arriva a Meru, in Kenya. Cosa trova e cosa succede?

A Meru il vescovo mi ha dato la responsabilità di coordinare 7 ospedali e 43 dispensari. Durante questo lavoro, al mattino e alla sera, incontravo nelle strade della città tanti bambini che mi chiedevano del pane. Erano bambini che dormivano sulla strada. Insieme ad una suora italiana che mi aiutava, abbiamo cominciato a distribuire due volte alla settimana, pane e latte. Mi mancavano  i soldi per fare di più e per questo esitavo ad attuare altri progetti. Ma la religiosa italiana mi ha fortemente incoraggiato: «Non devi aspettare di avere i soldi, agisci affidandoti alla provvidenza», mi ha detto. Così ho fatto, fidandomi della fede di questa donna. Grazie a lei, ho cominciato a raccogliere i primi aiuti.

Leggi l'intervista completa a Padre Francis e quella a Paolo Frangi, dell’Associazione ticinese “Futuro e Speranza”, nell'inserto di Catholica

 

Catholica

Dalle fiamma olimpica alla fede

IL PERSONAGGIO - Yuna Kim, 28 anni, è una grande campionessa coreana di pattinaggio artistico (anche alle Olimpiadi coreane) che ha scoperto il Dio cristiano. …

Catholica

La ricerca di Dio nell'uomo

SPECIALE SABATO - Dal 19 al 26 febbraio la Settimana Intensiva alla Facoltà di Teologia di Lugano. Ne parliamo con il coordinatore, Manfred Hauke. 

Catholica

Nei lager portò la carità cristiana

IL PERSONAGGIO - Teresio Olivelli, morto a soli 29 anni nel campo di concentramento di Hersbruck, è stato beatificato nella sua diocesi di Vigevano.

Catholica

In Terra Santa con gli occhi di un bimbo

IL PERSONAGGIO - Abbiamo incontrato padre Francesco Ielpo, Commissario di Terra Santa per il Nord Italia, a Lugano per l’iniziativa "OgniVentiAlleVenti". …

Catholica

La vita della gente illumina il Vangelo

IL PERSONAGGIO - La storia di don Roberto Seregni, sacerdote fidei donum della diocesi di Como in missione in Perù, Paese che in questi giorni accoglie il Papa.

Catholica

Il Papa celebra le nozze in volo

(LE FOTO) Francesco ha unito in matrimonio una hostess e uno steward cileni della compagnia Latam. È la prima volta che un Pontefice celebra delle nozze in aereo.

Catholica

Da Ginevra alle Ande: il Vangelo dei poveri

IL PERSONAGGIO - Il Papa visiterà l’opera del missionario svizzero padre Xavier Arbex a Puerto Maldonado, nel cuore dell’Amazzonia peruviana.

Catholica

Visita del Papa: "Troppo poveri per il viaggio"

SPECIALE SABATO - Intervista alla ticinese suor Nadia Gianolli, missionaria in una zona indigente del Perù.

Catholica

Coltivare la fede con curiosità e altruismo

SPECIALE SABATO - Il Gruppo Santa Lucia di Unitas, associazione che raggruppa ciechi e ipovedenti, offre visite alle Parrocchie, ritiri spirituali e pellegrinaggi.

Catholica

"Il peccato divide, sempre"

Nella prima udienza generale del 2018, il Pontefice ha proseguito con il ciclo di riflessioni dedicate alla Celebrazione eucaristica, spiegando il significato dell'atto …

Catholica

"Quel giorno quel neonato..."

SPECIALE SABATO - 40 anni di storie di accoglienza e di condivisione: quelle dei progetti portati avanti dalla Conferenza missionaria della Svizzera italiana.

Catholica

Il Papa in visita nelle terre di Padre Pio

Il Pontefice si recherà il 17 marzo 2018 a Pietrelcina e a San Giovanni Rotondo per il Centenario dell'apparizione delle sue stimmate e il 50esimo dalla sua …

Catholica

"Costruttore di ponti, non di muri"

IL PERSONAGGIO - L’impegno di don Giusto di Como a favore dei migranti, il quale ha fatto della sua parrocchia un centro di accoglienza.

Catholica

Panettone ticinese per la prima volta dal Papa

A fare assaggiare al Pontefice a Roma il prelibato dolce è stata la Società Mastri Panettieri-Pasticcieri ticinese. Francesco ha gradito e ringraziato …

Catholica

Una silenziosa bellezza tra le favelas

IL PERSONAGGIO - La 20enne ticinese Maria Paola ci racconta di Rosetta, missionaria italiana oggi 75enne, che 50 anni fa lasciò tutto per servire i più …

Catholica

Il povero che c'è in me

Domenica 19 novembre 2017 la prima Giornata mondiale dei poveri. Il commento del direttore di Caritas Ticino, Marco Fantoni. 

Accesso e-GdP

Banner Libro Bonefferie

banner_sanremo_2018.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg