Home > Costume

Il Papa di Wenders e le famiglie di Kore-eda

16.05.2018 - aggiornato: 18.05.2018 - 16:43

DIARIO DA CANNES - Il documentario del regista tedesco e il film giapponese affrontano da ottiche diverse il tema della povertà, rivelandosi vere opere provocatorie.

© Focus Features via AP

da Cannes Francesca Monti

 

La temperatura è calata in questi giorni anche a Cannes, ma non al festival, che ha regalato diverse preziose visioni. Partiamo da uno degli eventi del fuori concorso più attesi: Papa Francesco. Un uomo di parola. Il film di Wim Wenders costruito attorno alla figura di Bergoglio e al suo pontificato ha colpito particolarmente la platea dei giornalisti, soprattutto per la capacità di Francesco di comunicare anche attraverso il medium cinematografico. Rinviando al prossimo approfondimento di Daniela Persico, venerdì sulle pagine del GdP e online, per l’analisi critica del film, possiamo anticiparvi che si tratta di una lunga intervista, in cui le risposte del Papa sono inframmezzate da filmati degli archivi vaticani che ripercorrono le tappe principali del suo percorso: il passato da vescovo di Buenos Aires, l’elezione al soglio pontificio, i viaggi in Africa e Asia, Stati Uniti e America latina, gli incontri con i carcerati, con i profughi, con i malati.

A fare da fil rouge a questo montaggio di immagini è la figura di San Francesco d’Assisi, evocata più volte dal Papa nei suoi interventi, insieme alla parola “povertà” e all’idea di una Chiesa che ne sappia recuperare il valore. Ascoltare queste parole in un contesto come quello del Festival, continua ostentazione di lusso e promozione di beni di consumo, è un’esperienza davvero particolare, un piccolo grande atto rivoluzionario destinato a rimanere nella memoria, e non solo in quella della manifestazione. Nato da un'idea di monsignor Dario Viganò, prefetto della Segreteria per la comunicazione della Santa Sede, il documentario ha richiesto ben 2 anni di lavoro e, come ha spiegato Wenders, «quattro lunghi colloqui di persona con il Pontefice, una ripresa ad Assisi, perché mi interessava filmare la Basilica e il ciclo degli affreschi di Giotto relativo alla vita del Santo in questa conservato, e poi un lungo lavoro di montaggio».

Se il focus del film è rappresentare il modo in cui la Chiesa di Francesco si pone rispetto a grandi temi della contemporaneità – la morte, l'immigrazione, l'ecologia, l'ineguaglianza economica, la famiglia – vi è anche modo di esaltare uno degli aspetti più caratteristici di questo Papa, il suo invito a sorridere e il senso dell’umorismo: «Tutte le mattine, dopo le Lodi, recito la preghiera del buonumore di San Tommaso Moro: Signore, dammi una buona digestione e anche qualche cosa da digerire...».

Ancora Estremo Oriente in Concorso

Mentre Lazzaro felice di Alice Rohrwacher - film italiano coprodotto da Amka Films e da RSI - ha portato nei giorni scorsi a riflettere sul tema della bontà, attraverso una storia di contadini sfruttati a loro insaputa, un altro film ha provato a raccontare la povertà nel mondo contemporaneo. Parliamo di Shoplifters del regista giapponese Hirokazu Kore-eda, tra i favoriti, attualmente, per la Palma. Al centro vi è la famiglia Shibata, con un padre che lavora in un’impresa di costruzioni, ma insegna al figlio i trucchi per rubare nei supermercati, una madre che fa la stiratrice e una nonna che contribuisce come può al magro bilancio familiare. Una sera d’inverno padre e figlio trovano una bimba, Juri, su un balcone. Dopo aver scoperto che la piccola subisce quotidianamente violenze fisiche dai genitori, gli Shibata decidono di accoglierla sotto il loro tetto come una figlia, interrogandosi - e interrogando lo spettatore - sulla liceità del loro gesto. Con estrema delicatezza, Kore-eda riesce ancora una volta a esplorare il mondo degli affetti e il significato della parola “famiglia”, celebrandone il valore, persino in una storia che pare lasciare poco spazio alla speranza come questa. E arriva a mostrare un volto poco noto del Giappone, ovvero il regime di menzogna e occultamento in cui gli ultimi spesso si trovano a vivere. Un pugno nello stomaco per il pubblico e per la giuria, che difficilmente potrà ignorare la grazia e la profondità di questo regista.

Costume e società

Il Papa di Wenders e le famiglie di Kore-eda

DIARIO DA CANNES - Il documentario del regista tedesco e il film giapponese affrontano da ottiche diverse il tema della povertà, rivelandosi vere opere provocatorie.

Costume e società

Dalle provocazioni di Lars a Lago d'argento

DIARIO DA CANNES - "The House That Jack Built" ha spaventato gli spettatori, usciti prima della fine della proiezione. Ma la giornata è di Travolta con la …

Costume e società

Il primo filmato con Topolino, 90 anni fa

(IL VIDEO) Esattamente il 15 maggio 1928 veniva proiettato al pubblico il primo cortometraggio della serie Mickey Mouse, "Aereo impazzito".

Costume e società

Nel giorno di Star Wars è Spike Lee a colpire

DIARIO DA CANNES - In "BlacKkKlansman" il regista affronta il suo tema per antonomasia, in modo originale e tenendo viva l’attenzione per le due ore di …

Costume e società

Tra divieti e imprevisti brilla l’opera di Wang

DIARIO DA CANNES - L'edizione 71 parte senza le anteprime per la stampa e senza selfie. Ma a riscattare un’edizione ricca di proibizioni è il coraggio di …

Costume e società

La coppia Cruz-Bardem apre il Festival

DIARIO DA CANNES - (LE FOTO) "Todos lo Saben", il film d'apertura a Cannes, nonostante le buone premesse non è stato un piacere per tutti. Ma il red carpet …

Costume e società

Diario dal red carpet di Cannes

Durante i giorni della 71esima edizione del Festival vi proporremo curiosità e aneddoti in arrivo direttamente dalle sale e dalle strade di Cannes.

Costume e società

5 buone abitudini per vivere a lungo

Una ricerca della Harvard T.H. Chan School of Public Health di Boston rivela che queste sane abitudini allunghino la vita di oltre 10 anni.

Costume e società

Youtube, 8 milioni di video rimossi

Questa cifra riguarda solo gli ultimi 3 mesi del 2017. La maggior parte risultava contraria agli standard della piattaforma ed è stata eliminata prima che qualcuno …

Costume e società

Haiti e i suoi numeri da record

La mucca, che vive a Grasswil (BE), festeggerà i 20 anni il prossimo 21 aprile ed è l'esemplare svizzero che ha prodotto il maggiore volume di latte …

Costume e società

Ecco l'uomo più anziano al mondo

Si chiama Masako Nonaka, ha 112 anni e ama dolci, terme e incontri di sumo; il suo primato potrebbe però venire scansato da una donna, in attesa di certificazione …

Costume e società

Vittime del loro successo

Dopo la baia thailandese di Maya Bay, resa celebre dalle nuotate di Di Caprio in "The beach", chiude per 6 mesi anche l'isola di Boracay, nelle Filippine.

Costume e società

Gianna Nannini cade sul palco e si ferisce

La cantante italiana si è infortunata ieri sera durante un concerto a Genova, che è poi stato interrotto; per lei si sospetta la frattura alla caviglia.

Costume e società

Fotocamera spunta dalle acque dopo 2 anni

L'immagine del ritrovamento dell'apparecchio, a Taiwan, è stata pubblicata su Facebook e vista anche dalla proprietaria, una studentessa giapponese.

Costume e società

Domenica scatta l'ora estiva!

Alle 2 del mattino le lancette degli orologi dovranno essere portate avanti di un'ora (alle 3) e, di conseguenza, si dormirà un'ora in meno.

Costume e società

Trovato il più antico messaggio in bottiglia

La scoperta è stata fatta da una famiglia su una spiaggia australiana: un foglio datato 12 giugno 1886 e affidato al mare quindi ben 132 anni fa da una nave tedesca …

Accesso e-GdP

banner_cannes3.jpg

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg