Home > Costume

Tutto pronto per i 30 anni di Radio 3i

11.05.2017 - aggiornato: 11.05.2017 - 11:24

La forza dell'emittente privata è da sempre l’interazione con il pubblico, quello con cui è pronta a festeggiare sabato sera a Lugano. Ne parliamo con Boris Piffaretti, "veterano" della radio.

di Chiara Tomasini

 

Il 2017 è l’anno delle radio private: Radio 3i compie 30 anni, mentre Radio Fiume Ticino spegne 20 candeline. La loro storia è legata a quella della concessione della trasmissione con la legge del 1 novembre 1983. Prima di quella data, infatti, oltre al monopolio di Radio Monte Ceneri (che poi diventerà la RSI), circa una dozzina di radio italiane trasmettevano oltre confine raggiungendo gli ascoltatori ticinesi. Per parlare della nascita di Radio 3i e ripercorrere questi 30 anni ci affidiamo all’esperienza di Boris Piffaretti, animatore della prima ora che lavora all’emittente fin dalla sua nascita. 

Com’è nata Radio 3i?

L’idea di fondare Radio 3i viene a Dino Bornatico, che sarà poi il primo direttore, e diventa realizzabile grazie al finanziamento di Bruno Baumgartner. La radio prende vita nel 1987 negli studi di Mendrisio, io ho iniziato a lavorarci un mese dopo la prima emissione.

Inizialmente il legame con Mendrisio era molto forte…

Sì, eravamo considerati un po’ la radio di Mendrisio. All’inizio avevamo la concessione solo per il Sottoceneri, ma eravamo forti soprattutto nel Mendrisiotto. Bisogna considerare che sbarcare in un panorama radiofonico fino ad allora monopolizzato non è stato facile. Oltre alla RSI, in Ticino tutti ascoltavano la radio italiana che aveva regole ben diverse da quelle a cui dovevamo sottostare noi. Come privati, potevamo vendere un minuto all’ora di pubblicità, per un totale di 24 minuti al giorno e solo nei giorni feriali. 

Cos’è cambiato con lo spostamento a Melide nel 2007? 

Siamo cresciuti. Quando siamo arrivati eravamo già abbastanza consolidati anche a Lugano poi, sette anni fa, abbiamo ottenuto la concessione per trasmettere su tutto il territorio cantonale e ora con il digitale DAB+ arriviamo fino a San Bernardino!

Boris, sei in radio da così tanto che fai quasi parte dell’arredamento…

Non più, visto che è cambiato anche quello! (ride, ndr.) 

Certo che 30 anni sono tanti…

Vivere tanti anni di esperienza con la stessa famiglia è qualcosa di incredibile. Ti rendi conto di come cambiamo le dinamiche, incontri tantissime persone e lavori sotto direzioni diverse. La forza di Matteo Pelli (alla testa di Radio 3i da 7 anni, ndr.), secondo me, è stata quella di arrivare in radio da fuori, senza conoscere le dinamiche interne e riuscendo così davvero a portare una ventata di aria fresca. E i risultati che abbiamo ottenuto confermano che la strada intrapresa è quella giusta.

Forse non tutti sanno che anche il nome della radio ha una storia da raccontare...

Quando è nata nel 1987, sapevamo che l’anno dopo la RSI avrebbe lanciato Rete Tre, il canale “giovane”. L’idea era di mettere il numero 3 nel nome per creare un po’ di confusione. Le tre “i” stavano invece per lo slogan “intrattenere, informare e integrare”. 

Negli ultimi anni la radio è sempre più da guardare, non solo da ascoltare… 

È cambiato il mercato e anche il pubblico. Un tempo la voce in radio aveva un non so che di magico, non sapevi a chi appartenesse. Oggi è diverso e l’interazione, che è sempre stata la forza di Radio 3i, passa da canali differenti. Per noi è importante perché abbiamo insegnato ai nostri ascoltatori che sono loro a fare la radio. Ad esempio con le informazioni sul traffico. Forse la radio ha perso quella magia, ma ha guadagnato molto e rimane il mezzo più aggiornato. 

Per festeggiare questo compleanno avete fatto le cose in grande, con un evento sabato sera al Padiglione Conza di Lugano. 

La festa inizia alle 20.30 e ci saranno tutti gli animatori di Radio 3i, ognuno proporrà la propria musica. Inoltre saliranno sul palco molti ospiti, ma sono tutti top secret! Io trasmetterò in diretta dal Conza, quindi alla radio si potrà seguire tutto quello che accade sul palco. 

 

I biglietti per la festa si possono acquistare su www.mediatickets.ch o al centralino di TeleTicino. Le porte apriranno alle 19.45 e la festa andrà avanti fino alla 1. Con il biglietto entrata libera al Seven Lugano per l’after party.

 

Costume e società

Il Papa di Wenders e le famiglie di Kore-eda

DIARIO DA CANNES - Il documentario del regista tedesco e il film giapponese affrontano da ottiche diverse il tema della povertà, rivelandosi vere opere provocatorie.

Costume e società

Dalle provocazioni di Lars a Lago d'argento

DIARIO DA CANNES - "The House That Jack Built" ha spaventato gli spettatori, usciti prima della fine della proiezione. Ma la giornata è di Travolta con la …

Costume e società

Il primo filmato con Topolino, 90 anni fa

(IL VIDEO) Esattamente il 15 maggio 1928 veniva proiettato al pubblico il primo cortometraggio della serie Mickey Mouse, "Aereo impazzito".

Costume e società

Nel giorno di Star Wars è Spike Lee a colpire

DIARIO DA CANNES - In "BlacKkKlansman" il regista affronta il suo tema per antonomasia, in modo originale e tenendo viva l’attenzione per le due ore di …

Costume e società

Tra divieti e imprevisti brilla l’opera di Wang

DIARIO DA CANNES - L'edizione 71 parte senza le anteprime per la stampa e senza selfie. Ma a riscattare un’edizione ricca di proibizioni è il coraggio di …

Costume e società

La coppia Cruz-Bardem apre il Festival

DIARIO DA CANNES - (LE FOTO) "Todos lo Saben", il film d'apertura a Cannes, nonostante le buone premesse non è stato un piacere per tutti. Ma il red carpet …

Costume e società

Diario dal red carpet di Cannes

Durante i giorni della 71esima edizione del Festival vi proporremo curiosità e aneddoti in arrivo direttamente dalle sale e dalle strade di Cannes.

Costume e società

5 buone abitudini per vivere a lungo

Una ricerca della Harvard T.H. Chan School of Public Health di Boston rivela che queste sane abitudini allunghino la vita di oltre 10 anni.

Costume e società

Youtube, 8 milioni di video rimossi

Questa cifra riguarda solo gli ultimi 3 mesi del 2017. La maggior parte risultava contraria agli standard della piattaforma ed è stata eliminata prima che qualcuno …

Costume e società

Haiti e i suoi numeri da record

La mucca, che vive a Grasswil (BE), festeggerà i 20 anni il prossimo 21 aprile ed è l'esemplare svizzero che ha prodotto il maggiore volume di latte …

Costume e società

Ecco l'uomo più anziano al mondo

Si chiama Masako Nonaka, ha 112 anni e ama dolci, terme e incontri di sumo; il suo primato potrebbe però venire scansato da una donna, in attesa di certificazione …

Costume e società

Vittime del loro successo

Dopo la baia thailandese di Maya Bay, resa celebre dalle nuotate di Di Caprio in "The beach", chiude per 6 mesi anche l'isola di Boracay, nelle Filippine.

Costume e società

Gianna Nannini cade sul palco e si ferisce

La cantante italiana si è infortunata ieri sera durante un concerto a Genova, che è poi stato interrotto; per lei si sospetta la frattura alla caviglia.

Costume e società

Fotocamera spunta dalle acque dopo 2 anni

L'immagine del ritrovamento dell'apparecchio, a Taiwan, è stata pubblicata su Facebook e vista anche dalla proprietaria, una studentessa giapponese.

Costume e società

Domenica scatta l'ora estiva!

Alle 2 del mattino le lancette degli orologi dovranno essere portate avanti di un'ora (alle 3) e, di conseguenza, si dormirà un'ora in meno.

Costume e società

Trovato il più antico messaggio in bottiglia

La scoperta è stata fatta da una famiglia su una spiaggia australiana: un foglio datato 12 giugno 1886 e affidato al mare quindi ben 132 anni fa da una nave tedesca …

Accesso e-GdP

banner_cannes3.jpg

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg