Home > Ticino e Regioni > Locarnese e valli

Aumentano i soccorsi in montagna, 60 nel 2014

21.01.2015 - aggiornato: 21.01.2015 - 14:03

Tredici interventi  in più del 2013. Dal capo della Colonna, Andres Maggini, un rinnovato appello alla prudenza e un ringraziamento a tutti i soccorritori.

Fondamentale l’affinamento tecnico per aiutare chi ha bisogno in montagna, su tutti i terreni e in tutte le stagioni.

Un altro anno di grande impegno per la Colonna di Soccorso del CAS Locarno. Infatti nel 2014 gli interventi sono stati 60, ossia 13 in più del 2013, senza contare una decina di allarmi risolti senza uscite vere e proprie. Il mese più «caldo» è stato agosto con 14 chiamate, seguito da luglio con 9. Diciotto soccorsi sono stati effettuati in Vallemaggia e ben 10 a Brissago, dove, per la ricerca di un disperso, 25 soccorritori hanno lavorato per 3 giorni e per 363 ore complessive.

Queste statistiche confermano che la Colonna di Locarno è fra le più sollecitate. A livello Svizzero per l’anno 2014 il primo posto per numero di interventi spetta al SATI (Soccorso Alpino Ticino), che comprende anche le colonne di Bellinzona, Biasca, Olivone, Airolo, Lugano e San Bernardino. Fortunatamente l’anno scorso non ci sono stati incidenti da attribuire ai cercatori di funghi, sempre numerosi in passato.

Questa mole di lavoro conferma  che le nostre montagne, anche se non raggiungono quote elevate, possono essere particolarmente insidiose oltre che distribuite su un territorio molto vasto. Esse risultano sempre molto frequentate soprattutto da escursionisti stranieri sull’arco di tutte le stagioni. «È quindi doveroso un ennesimo appello alla prudenza», rileva Andres Maggini, capo della Colonna di Locarno, che può contare sulla preziosa collaborazione di un centinaio di membri, reperibili nelle varie zone come Vallemaggia, Onsernone, Centovalli, Verzasca e Gambarogno.

 

soccorso2.jpg

 

La Colonna è formata da soccorritori molto preparati sotto il profilo tecnico e psicologico, specializzati nei vari settori operativi, con i relativi coordinatori, compreso il canyoning  che si avvale della proficua collaborazione della Polizia lacuale, così come tutte le operazioni sono coordinate dal comando e dagli agenti della Polizia cantonale, senza tralasciare le Centrali Operative del 1414 e 144.

«I soccorritori partecipano attivamente a una serie di corsi di perfezionamento che permettono di affinare le conoscenze teoriche e pratiche al fine di essere operativi per qualsiasi missione. Ci sono anche gli esercizi sugli impianti a fune, nel canyoning, in parete, con unità cinofile ecc. In più possiamo contare sul nuovo furgone che permette di razionalizzare e velocizzare i nostri interventi. Dobbiamo essere grati ai donatori che ci sostengono ogni anno». Un valore aggiunto per la Colonna del CAS è di poter contare su cinque medici  e una decina di soccorritori professionisti diplomati.

Andres Maggini desidera infine ringraziare tutti membri della colonna per il grande lavoro svolto e per la loro disponibilità che continua nel 2015. Un particolare ringraziamento a Juanito Ambrosini, suo predecessore, che in ottobre ha deciso di cessare l’attività quale soccorritore nella Colonna, per quanto ha fatto in tutti questi anni.

(T. V.)

Locarnese e valli

Una luce a sostegno dell'autismo

In occasione della Giornata mondiale per la Consapevolezza dell’Autismo il Comune di Losone ha acceso di blu la torre della più grande centrale termica del …

Locarnese e valli

103 candeline per Cesarina

La signora Binda ha festeggiato l'importante traguardo attorniata dai suoi cari presso la Casa San Giorgio di Brissago dove vive. È lei la decana del Comune.

Locarnese e valli

La Città in tasca con "Vivi Locarno"

La nuova app permetterà ai cittadini e ai sempre più numerosi turisti di essere informati sugli eventi promossi, nonché essere allertati in caso di …

Locarnese e valli

Si perde sul Gambarogno, salvato da un'app

Un giovane italiano ha perso l'orientamento e ha lanciato l'allarme con "GeoResq", sviluppata dal Soccorso Alpino italiano. Subito partiti, i soccorsi lo …

Locarnese e valli

Riecco il torneo di robotica per ragazzi

L’ottava edizione del First Lego League si terrà sabato 13 gennaio al DFA della SUPSI di Locarno e vi parteciperanno 13 squadre di ragazzi tra i 10 e i 16 …

Locarnese e valli

100 candeline per Laura Mattei

La signora ha festeggiato ieri, 14 dicembre, l'importante traguardo nella sua casa di Cevio, circondata da parenti e amici, ma anche dall'autorità comunale.

Locarnese e valli

Il trekking Ascona-Venezia compie 10 anni

Sono stati festeggiati al Porto patriziale con una proiezione e la mostra di foto di Massimo Pedrazzini. Anche quest’anno viaggi in catamarano.

Locarnese e valli

La Gendarmeria di Magadino tra la gente

Organizzate quattro giornate, tra luglio e agosto, a contatto con i residenti in Valle Verzasca e nel Gambarogno "per favorire i contatti e migliorare il servizio offerto …

Locarnese e valli

Così superammo l’anno senza estate

Una serata a Locarno per raccontare un anno terribile, il 1815, in cui anche il Ticino subì le conseguenze dell'esplosione del vulcano …

Locarnese e valli

Bignasco, container in fiamme

(LE FOTO) L'incendio è divampato ieri sera, giovedì, forse a causa di un sacco di cenere ancora attiva. Un episodio simile alcuni giorni fa al deposito del …

Locarnese e valli

Gambarogno: le FFS preparano i cantieri

Al via la messa in sicurezza delle aree e degli accessi di cantiere, la posa della segnaletica e la realizzazione delle infrastrutture per consentire l'avvio dei …

Locarnese e valli

Record di uccelli migratori alle Bolle

Ficedula e Fondazione Bolle di Magadino segnalano una grande concentrazione di specie alle Bolle di Magadino. Il merito è delle piogge di questi giorni.

Locarnese e valli

Rinato lo storico Hotel Fusio

Ieri la presentazione da parte dell’arch. Giovan Luigi Dazio. Dispone di 24 posti letto. Rigoroso restauro conservativo dell’albergo del 1880.

Locarnese e valli

Passaggio di testimone a TicinoSentieri

Dopo 24 anni il presidente di TicinoSentieri Ettore Cavadini passa le consegne a Stéphane Grounauer. 

Locarnese e valli

Ottimismo nel turismo sul Verbano

Nel 2017 a Locarno, dopo un 2016 positivo, la promozione è mirata alla Svizzera interna. AlpTransit è apprezzato, ma si chiedono anche treni diretti.

Locarnese e valli

Porte aperte al Papio

Ad Ascona sabato 8 aprile avranno luogo le porte aperte al Collegio Papio. Si potranno inoltre scoprire diversi progetti come quello della nuova mensa.

Accesso e-GdP

banner_cannes3.jpg

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg