Home > Ticino e Regioni > Luganese

Addio alle zone tristi di Lugano

08.01.2016 - aggiornato: 08.01.2016 - 09:10

Il progetto “LuganoCreativa” intende riportare vita e colore nelle aree trascurate. I punti da risistemare a regola d’arte formeranno un interessante percorso turistico.

di Loris Trotti

 

 

Valorizzare le zone bistrattate di Lugano trasformandole in opere d’arte fruibili e attrattive a livello turistico: questa è l’idea che il giovane Giovanni Albertini (presidente di Ticino&Lavoro) ha sintetizzato nel progetto denominato “LuganoCreativa”, il quale verrà presentato a breve al Consiglio comunale cittadino sotto forma di mozione. Eccone i dettagli.

 

Com’è nata l’idea?

È nata mentre tornavo a piedi dal lavoro; passando sotto il tunnel di Besso ho apprezzato molto la rivalorizzazione del luogo mediante la copertura eseguita con i giornali. Vedendo alcuni turisti che si fermavano a leggerli e a fare delle foto, ho pensato di individuare altri posti “bistrattati” della Città di Lugano per abbellirli tramite degli accorgimenti artistici e creativi, per poi situarli lungo un percorso unitario concepito per ampliare l’offerta turistica. Un itinerario, quindi, che avrà un’apposita mappa e un prospetto di sorta.

 

 

arrurbanolug_2.jpg

 

 

In cosa consiste il progetto?

I punti da rivalorizzare sono distribuiti lungo un tragitto che comincia e finisce alla stazione di Lugano. Dai sottopassaggi della stazione si prosegue verso le panchine e la zona pic-nic del Parco del Tassino, poi si scende verso il ponte in via Quiete e la scalinata degli Angioli (importante in quanto offre un accesso diretto al LAC) e, infine, si vira in direzione di Piazza del mercato, Piazza Indipendenza e la Foce, dove il lavoro di recupero eseguito è immenso e fantastico, ma manca quel guizzo artistico che fa la differenza.

 

Chi dirige il progetto?

Al momento lo coordino io; esiste anche una pagina facebook (www.facebook.com/Zone-luoghi-tristi-da-rivalorizzare-della-città-di-Lugano) dov’è possibile scambiare idee, opinioni e suggerimenti.

 

Ci sono già degli artisti interessati?

Per collaborare al progetto si sono già annunciati 10 artisti, per lo più ticinesi, e l’associazione Spazio ADO. Quest’ultima, che si occupa di giovani disagiati, crea degli oggetti unici, che spaziano dalle panchine alle sedie; loro si sono messi a disposizione per rendere più scintillante la zona della Foce dove sono collocate le panchine rosse.

 

Molto curiosa l’idea di una galleria d’arte all’interno del “castelletto” degli Angioli: potrebbe approfondire la questione?

L’idea l’ha avuta un utente di facebook, che sulla pagina del social network ha proposto di trasformare il “castelletto” in uno spazio dove poter allestire mostre di artisti ticinesi, dando loro più spazio e possibilità di farsi notare dal pubblico. 

 

Il suo progetto propone altre soluzioni molto curiose, come il disegno anamorfico in Piazza ex-scuole...

Questo è stato un piccolo colpo di genio per abbellire una piazza tuttora poco attraente. Sulla pagina facebook si trovano diverse idee simili, o testimonianze fotografiche derivate da altre città. Idee che spaziano da zone verdi particolari a giochi d’acqua con fontane a intermittenza, fino alla Street Art in 3D.

 

Quando presenterà la mozione in CC? Si aspetta che la Città la accetti completamente? 

La mozione verrà presentata in CC dal gruppo PPD a breve. Mi aspetto che la Città di Lugano approvi totalmente il progetto, perché valorizza le zone un po’ nell’ombra della Città trasformandole, grazie alla creatività degli artisti, in punti d’interesse, in valore aggiunto. Le  risorse creative presenti sul nostro territorio sono così intelligentemente impiegate per ampliare l’offerta turistica.

 

È possibile stimare i costi del progetto?

Per ogni luogo da valorizzare del percorso verrà scelto il progetto migliore, che verrà poi sostenuto da uno sponsor. Non ci saranno costi per la Città di Lugano, ma prima di attivarmi nella ricerca di investitori, devo sapere se la Città creda o meno nel progetto LuganoCreativa. Una volta che il Comune accetta la proposta del percorso e gli elementi da rivalorizzare, si potrà passare ai concorsi pubblici per stabilire quale disegno o spunto artistico sia maggiormente idoneo per rivalutare ciascuna delle aree dismesse. Ogni area avrà dunque il proprio vincitore.

 

Quale ruolo gioca e qual è l’importanza della creatività nella società odierna?

Gioca un ruolo sempre più importante. La creatività è una forza in continua crescita che incrementa l’immaginazione e porta l’uomo a interpretare a suo modo la visione dell’artista stesso e dell’opera realizzata. Con questo percorso, tutti avranno la possibilità di apprezzare le molte creazioni.

 

 

 

Luganese

Ferrovie luganesi: possibili disagi

Previsti disagi notturni tra domenica e mercoledì. Previsti bus sostitutivi.

Luganese

103 anni: auguri a Lucie!

La signora Lucie Hasler, decana di Vernate, ha festeggiato in ottima salute e attorniata da tutti i suoi cari l'importante traguardo. Un omaggio anche da tutta la …

Luganese

In pensione più tardi, se ne parla all'USI

Conferenza pubblica all'Auditorio del campus di Lugano per discutere su vincoli economici e costi sociali che cambiano con l'allungamento della speranza di vita. …

Luganese

I 100 anni di Pierina, auguri!

La signora Cadario è nata il 3 maggio 1918, residente dal 1942 a Paradiso. Il segreto della sua longevità si cela nel suo stile di vita semplice.

Luganese

"Ecco come combattere le fake news"

Il professore dell'USI Michael Bronstein ha sviluppato un metodo, fondato su algoritmi e intelligenza artificiale, che potrebbe dimostrarsi l’antidoto pi …

Luganese

Viaggio nel tempo alla scoperta dei samurai

(LE FOTO) Sarà possibile farlo a Villa Malpensata a Lugano, sede del Museo delle Culture, grazie alle armature donate da Paolo Morigi, per la prima volta in mostra.

Luganese

I 100 anni di Cecilia

La signora Cereghetti è nata il 29 marzo 1918 a Padova e negli anni '50 si è trasferita in Ticino, dove è stata attiva alle terme di Stabio e ha …

Luganese

Un nuovo castello alla Swissminiatur

(LE FOTO) Dopo il circo Knie, il modello del castello di Rapperswil, inaugurato oggi, riporta questa città all'interno della Svizzera in miniatura.

Luganese

Il caffè ticinese sbarca nella patria del tè

(LE FOTO) Due società ticinesi, la Masaba Coffee di Savosa e la Protoxtype di Mendrisio, hanno inaugurato domenica uno store nella città cinese di Heshan.

Luganese

Anche Paperino legge il Giornale del Popolo

Alla fiera del fumetto Uchronia Comics Convention, che si è tenuta durante il fine settimana a Lugano, Ivano Codina ha dedicato un'opera al GdP (IL VIDEO).

Luganese

Torna "Villa Ciani 3D"

Fino a giugno, ogni primo sabato del mese, i visitatori avranno la possibilità di poter visitare le sale dello storico edificio con altri occhi.

Luganese

Un orologio in ricordo di Clay Regazzoni

A 11 anni dalla scomparsa dell'ex pilota di Formula 1 ticinese, è stato prodotto un orologio da polso in suo onore, con tanto di autografo sul quadrante.

Luganese

Natale al GdP: "Un'avventura che continua"

Negli scorsi giorni, in occasione delle festività natalizie, il vescovo Valerio Lazzeri è venuto in visita alla redazione centrale di Lugano del Giornale del …

Luganese

Divertimento per tutti i gusti a MelideICE

La Piazza di Melide torna ad animare le festività. Ghiaccio, eventi e molte novità dal 24 novembre al 7 gennaio, con la possibilità di pattinare dal …

Luganese

S. Abbondio in... Eurovisione

La RSI trasmetterà in diretta nel Continente la Messa della mattina di Natale. Il presidente del Consiglio parrocchiale, Americo Bottani: «Una vetrina …

Luganese

La Cattedrale in mano ai bambini

(LE FOTO) Quasi 600 bambini hanno riempito l'edificio inaugurato a metà ottobre dopo i restauri in occasione del pomeriggio organizzato dall'Oratorio di Lugano …

Accesso e-GdP

banner_cannes3.jpg

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg