Home > Ticino e Regioni > Mendrisiotto

Il Roncaglia è tornato a vivere

12.05.2016 - aggiornato: 12.05.2016 - 08:59

I precedenti interventi avevano reso il torrente privo di quegli elementi naturali necessari a sostenere la fauna ittica e anfibia. Il Cantone è intervenuto per ricreare un habitat più funzionale all’ecosistema.

Il corso d'acqua prima (sinistra) e dopo la rivitalizzazione. 

di Andrea Finessi

 

Meglio un fiume dritto, in ordine, lastricato e con il fondo pulito, oppure un fiume con tronchi e ghiaia sul fondo, argini naturali per facilitare l’accesso alle persone in modo da giungere sulla riva e bagnarsi i piedi? Quando si parla di natura, spesso è meglio lasciare che essa faccia il suo corso, come nel caso del torrente Roncaglia. A monte del Mulino del Daniello nel Parco Valle della Motta, restava una tratta di corso d’acqua artificiale, povera ecologicamente e con sponde verticali tanto da rendere necessario un intervento.

Come già avvenuto per la Breggia, si è dovuto correre ai ripari a causa di quelli che sono stati definiti «importanti deficit idromorfologici da ricondurre alle opere d’arginatura», secondo Sandro Peduzzi e Laura Bernasconi, del Gruppo operativo acque del Dipartimento del Territorio. Come hanno spiegato al GdP gli esperti dell’Ufficio dei corsi d’acqua del DT, sono state create delle zone «più naturali possibili, ripristinando un habitat favorevole alla fauna». Sulla tratta di intervento l’alveo lastricato, le sponde artificiali e il decorso rettilineo, monotono e privo di strutture naturali, avevano difatti compromesso gli ecosistemi acquatici, con un conseguente impoverimento della biodiversità e la perdita di numerose funzioni ecologiche legate alle acque di superficie.

L’intervento ha permesso di ripristinare in modo ottimale il collegamento ecologico lungo questo torrente e in tutta la Valle della Motta, continua Bernasconi, perché «un corso d’acqua rinaturato crea ambienti diversi a favore della fauna, consentendo l’insediamento di un maggior numero di specie per un maggior numero di esemplari». «È da sottolineare infatti anche l’importanza dei corsi d’acqua quali importanti corridoi di collegamento ecologico, in particolare in territori molto urbanizzati». Corridoi acquatici rappresentati appunto anche dal Roncaglia, il quale presentava ancora delle tratte “banalizzate”: «In passato l’unico scopo dei corsi d’acqua era diventato far defluire correttamente le acque. Così gli ambienti acquatici si sono gradualmente impoveriti e quindi anche altre specie legate ai corsi d’acqua stavano venendo a mancare, portando alla perdita di tutte le funzioni ecologiche. Gli interventi come questo hanno lo scopo di ripristinare il recupero paesaggistico ed ecologico degli ambienti acquatici. Nel caso del Roncaglia, serviranno in particolare per la trota Fario e per il gambero di fiume, ma anche per anfibi quale la rana di Lataste e la salamandra ».

Nello specifico sono stati posati banchi di ciottoli e ghiaia, delle ceppaie, sono state ricostituite delle rapide, creando in tal modo delle zone rifugio per i pesci e zone di variabilità del letto del torrente. Inoltre innalzando l’alveo è stato ripristinato il collegamento tra l’ambiente terrestre e quello acquatico, prima assente a causa del muro d’argine. L’intervento è stato effettuato dal Consorzio per la manutenzione e le opere di arginatura del Basso Mendrisiotto, ma è stato reso possibile grazie al sostegno della Fondazione Galli – Parco Valle della Motta, insieme ai Comuni di Coldrerio e di Novazzano e altri enti, quali il Pesca Club Novazzano.

Conclusosi in ottobre, l’intervento di “rivitalizzazione” o rinaturazione, così come vengono definite queste azioni per riportare un ambiente ad uno stato più naturale, verrà presentato il prossimo 21 maggio a Coldrerio in zona Mulino alle ore 13.45. Per l’occasione sarà presente anche il direttore del DT Claudio Zali, il cui intervento precederà un breve momento didattico per spiegare quando fatto e illustrare gli aspetti naturalistici del Parco Valle della Motta. Alle 16 sarà offerta una merenda a tutti i visitatori. La data non è casuale, visto che il giorno successivo, il 22 maggio sarà la giornata mondiale per la biodiversità e si inserisce nell’iniziativa “Uno scrigno da scoprire” promossa dall’Associazione Alleanza territorio e biodiversità: «Una misura piccola a scala mondiale - conclude Peduzzi - ma concreta in difesa e a tutela della biodiversità, secondo l’adagio  …. pensare globalmente e agire localmente».

Mendrisiotto

Oro mondiale a uno Chardonnay ticinese

Il "Carisma" dell'azienda Gialdi SA di Mendrisio ha ricevuto il premio più ambito al concorso "Chardonnay du Monde", disputato nel cuore …

Mendrisiotto

Lo scultore con la Cambogia nel cuore

Enrico Sala pronto a partire per l’ennesimo viaggio (sono 25!). In primavera verranno inaugurati due nuovi edifici scolastici e una nuova maternità, grazie al …

Mendrisiotto

Dopo la lumaca ecco "Enrico il lombrico"

È andato alle stampe il nuovo libro per bambini dell'ex sindaco di Chiasso Moreno Colombo. Il ricavato andrà interamente in beneficenza.

Mendrisiotto

103 anni: auguri Candido!

Il decano di Riva San Vitale è stato festeggiato martedì scorso da una cinquantina di persone, tra cui il sindaco, presso il centro diurno "ai Gelsi". …

Mendrisiotto

Per le testuggini d’acqua serve un'oasi

Pubblicate a Mendrisio e Stabio le richieste di licenza edilizia per gli interventi di ripristino della palude di Colombera, sito per la riproduzione dei rettili tutelato …

Mendrisiotto

L'AS Castello compie mezzo secolo

La squadra celebrerà il 2 settembre il suo 50mo compleanno, per il quale è stato edito un libro che ne ripercorre la storia, con aneddoti, interviste e …

Mendrisiotto

La via sublime al Generoso

La SAT Mendrisio ha concluso la prima fase dei lavori di ripristino della “variante”: l'ardita via delle Guardie di confine che da Perostabbio porta fino in …

Mendrisiotto

Fiamme in un appartamento a Chiasso

(LE FOTO) L'incendio è avvenuto alle 12 in una palazzina di Via Guisan. Nessun ferito. Il rogo ha interessato la cucina.

Mendrisiotto

L'ultimo saluto a Diakite Youssouf

(LE FOTO) Al cimitero di Balerna la cerimonia di commiato del 20enne migrante maliano, morto sul tetto di un treno alla stazione FFS.

Mendrisiotto

Chiusura notturna dell'A2 a Mendrisio

Traffico deviato da sabato 25 marzo alle 23.00 a domenica 26 marzo alle 8.00 per consentire l'unione dei due nuovi viadotti della Tana, recentemente realizzati.

Mendrisiotto

Mendrisio si accende di blu

Il Borgo scelto come luogo centrale in Ticino della giornata per la consapevolezza dell’autismo: sabato 1 aprile ospiterà tanti eventi per sensibilizzare sul …

Mendrisiotto

Cordoglio a Balerna per il giovane maliano

Un momento di riflessione e preghiera guidato da don Marco Notari per il giovane migrante morto. Anche il Vescovo di Lugano ha partecipato con un messaggio.

Mendrisiotto

AIM: "Ecco perché votare sì"

Il capo dicastero Marco Romano spiega, in un'intervista, i tanti benefici per i cittadini con l'approvazione della trasformazione delle aziende industriali di Mendrisio …

Mendrisiotto

Lavori lungo via artisti Pozzi

Prenderanno il via lunedì 6 febbraio per il completamento del marciapiede e il rifacimento del tombinone nei Comuni di Mendrisio e Castel San Pietro.

Mendrisiotto

Si è spento don Ezio Lozza

Il parroco di Rancate è deceduto giovedì mattia all’Ospedale Beata Vergine di Mendrisio in seguito a un malore improvviso.

Mendrisiotto

Lo sguardo rivolto ad Haiti

Le parrocchie di Balerna, Mendrisio, Novazzano e Vacallo uniscono gli sforzi  per la colletta natalizia a sostegno della missione di Anse à Veau-Miragoâne …

Accesso e-GdP

banner_cannes3.jpg

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg