Home > Ticino e Regioni > Mendrisiotto

Porte aperte... in quota

20.06.2016 - aggiornato: 20.06.2016 - 05:00

Grande successo per la giornata di visita sul cantiere in vetta al Monte Generoso. Come annunciato non ci sarà l’albergo, ma due ristoranti

© Foto Fiorenzo Maffi

di Andrea Finessi

 

La montagna li ha chiamati e loro sono accorsi. I ticinesi, soprattutto quelli momò, non si sono fatti pregare per andare a salutare il Monte Generoso, dove sabato è stata organizzata una giornata di porte aperte per visitare quel “fiore” che si appresta a sbocciare la prossima primavera. È infatti quasi pronto il Fiore di pietra di Mario Botta, piantato dalla Migros con l’ausilio della Ferrovia del Monte Generoso, come è stato mostrato ai circa 400 visitatori. Alla presenza del direttore della ferrovia Francesco Isgrò, di Mario Botta, del capocantiere Marzio Giorgetti e dell’ingegnere Luigi Brenni, al pubblico è stato mostrato lo stato di avanzamento dei lavori, lasciando tuttavia ancora all’immaginazione il risultato finale. «Vogliamo creare una stratificazione, sulla scia della tradizione che vuole un grande albergo in cima alle montagne», ha detto Mario Botta accogliendo i visitatori.

L’architetto ha quindi citato l’urbanista tedesco del 1’800 Bruno Taut: «Disse che sulla sommità delle Alpi si sarebbero posti dei ripetitori per onde radio e che sarebbe stato un modo di prendere possesso delle cime delle montagne. E così come nel medioevo vi erano i segnali di comunicazione sulle vette, anche oggi abbiamo i nostri segnali per comunicare. Tuttavia creare strutture in cima alle montagne è praticamente una tradizione che si potrebbe perfino annoverare in un filone a sé del mondo dell’architettura. Costruire sulla cima, dove si osserva tutt’intorno a 360 gradi, è un modo in cui ci si appropria della montagna, esattamente così come lo scalatore arriva sulla vetta per godere di quel panorama». Circa i 23 milioni investiti tra struttura, logistica, progetti e gli importanti lavori di canalizzazione fino alla Valle di Muggio.

 

«Abbiamo rispettato i tempi, ma la meteo non è stata clemente», ha commentato Marzio Giorgetti, spiegando che per Natale la struttura dovrebbe poter essere consegnata. L’inaugurazione, è stato detto, si terrà in primavera e si può già confermare definitivamente che non si tratterà più di un albergo-ristorante, ma solo di un ristorante. Vi saranno delle camere, ma ad uso esclusivo del personale, come era già stato ipotizzato in ottobre. Troppo alti i costi per la gestione di una struttura ricettiva “rischiosa”, dal punto di vista turistico. Una scommessa su cui per ora non si vuole puntare, restando saldi invece a quel tipo di offerta alberghiera apprezzata dal turismo di giornata del Monte Generoso. Vi saranno quindi due ristoranti, uno self service e uno servito, nonché un bar, per un totale di circa 410 posti a sedere. I locali ospiteranno inoltre anche altri tipi di servizi, quali una sala espositiva, inizialmente occupata dalla mostra sui 125 anni della Ferrovia, una sala conferenze in cui poter organizzare incontri, un negozio di prodotti tipici e locali amministrativi, inclusi quelli del Gruppo Insubrico di Astronomia (GIA).  Non è finita qui, perché oltre alla nuova struttura, che darà sicuramente nuovo impulso al turismo sul Monte Generoso, a livello regionale si sono mosse altre iniziative in parallelo. Due esempi su tutti: anzitutto la ristrutturazione della Peonia, dotata di un nuovo sito internet e gestita da una nuova gerenza. L’Osteria potrà compensare in parte la carenza di alloggi in vetta con le sue cinque camere per un totale di venti posti letto. Secondariamente il sentiero che parte da Bellavista è attualmente oggetto di importanti lavori di riqualifica su impulso dell’Ente turistico del Mendrisiotto, del Cantone, delle AIM, della Città di Mendrisio, del Comune di Castel San Pietro e della Swisscom, che in stretta collaborazione con la Ferrovia del Monte Generoso hanno incaricato la Eco 2000 (con la supervisione della Comal) di realizzare il sentiero. Il tutto, assicura l’ente turistico, sarà pronto in autunno, in attesa che il ristorante apra i battenti.

 

 

Mendrisiotto

Oro mondiale a uno Chardonnay ticinese

Il "Carisma" dell'azienda Gialdi SA di Mendrisio ha ricevuto il premio più ambito al concorso "Chardonnay du Monde", disputato nel cuore …

Mendrisiotto

Lo scultore con la Cambogia nel cuore

Enrico Sala pronto a partire per l’ennesimo viaggio (sono 25!). In primavera verranno inaugurati due nuovi edifici scolastici e una nuova maternità, grazie al …

Mendrisiotto

Dopo la lumaca ecco "Enrico il lombrico"

È andato alle stampe il nuovo libro per bambini dell'ex sindaco di Chiasso Moreno Colombo. Il ricavato andrà interamente in beneficenza.

Mendrisiotto

103 anni: auguri Candido!

Il decano di Riva San Vitale è stato festeggiato martedì scorso da una cinquantina di persone, tra cui il sindaco, presso il centro diurno "ai Gelsi". …

Mendrisiotto

Per le testuggini d’acqua serve un'oasi

Pubblicate a Mendrisio e Stabio le richieste di licenza edilizia per gli interventi di ripristino della palude di Colombera, sito per la riproduzione dei rettili tutelato …

Mendrisiotto

L'AS Castello compie mezzo secolo

La squadra celebrerà il 2 settembre il suo 50mo compleanno, per il quale è stato edito un libro che ne ripercorre la storia, con aneddoti, interviste e …

Mendrisiotto

La via sublime al Generoso

La SAT Mendrisio ha concluso la prima fase dei lavori di ripristino della “variante”: l'ardita via delle Guardie di confine che da Perostabbio porta fino in …

Mendrisiotto

Fiamme in un appartamento a Chiasso

(LE FOTO) L'incendio è avvenuto alle 12 in una palazzina di Via Guisan. Nessun ferito. Il rogo ha interessato la cucina.

Mendrisiotto

L'ultimo saluto a Diakite Youssouf

(LE FOTO) Al cimitero di Balerna la cerimonia di commiato del 20enne migrante maliano, morto sul tetto di un treno alla stazione FFS.

Mendrisiotto

Chiusura notturna dell'A2 a Mendrisio

Traffico deviato da sabato 25 marzo alle 23.00 a domenica 26 marzo alle 8.00 per consentire l'unione dei due nuovi viadotti della Tana, recentemente realizzati.

Mendrisiotto

Mendrisio si accende di blu

Il Borgo scelto come luogo centrale in Ticino della giornata per la consapevolezza dell’autismo: sabato 1 aprile ospiterà tanti eventi per sensibilizzare sul …

Mendrisiotto

Cordoglio a Balerna per il giovane maliano

Un momento di riflessione e preghiera guidato da don Marco Notari per il giovane migrante morto. Anche il Vescovo di Lugano ha partecipato con un messaggio.

Mendrisiotto

AIM: "Ecco perché votare sì"

Il capo dicastero Marco Romano spiega, in un'intervista, i tanti benefici per i cittadini con l'approvazione della trasformazione delle aziende industriali di Mendrisio …

Mendrisiotto

Lavori lungo via artisti Pozzi

Prenderanno il via lunedì 6 febbraio per il completamento del marciapiede e il rifacimento del tombinone nei Comuni di Mendrisio e Castel San Pietro.

Mendrisiotto

Si è spento don Ezio Lozza

Il parroco di Rancate è deceduto giovedì mattia all’Ospedale Beata Vergine di Mendrisio in seguito a un malore improvviso.

Mendrisiotto

Lo sguardo rivolto ad Haiti

Le parrocchie di Balerna, Mendrisio, Novazzano e Vacallo uniscono gli sforzi  per la colletta natalizia a sostegno della missione di Anse à Veau-Miragoâne …

Accesso e-GdP

banner_cannes3.jpg

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg