Home > Ticino e Regioni > Ticino

Erano fredde rocce, diventeranno boschi

24.05.2016 - aggiornato: 24.05.2016 - 10:21

L’immensa quantità di inerti del San Gottardo e dal Monte Ceneri è stata utilizzata in parte per il calcestruzzo. I depositi invece saranno colonizzati dalla natura.

di Giacomo Paolantonio

 

In un progetto di dimensioni ciclopiche come il tunnel ferroviario di base del San Gottardo (il più lungo di tutti i tempi), dalla cui inaugurazione ci separano ormai solamente poche ore, sono innumerevoli i dettagli dei quali bisogna tenere conto, dai più piccoli ai più grandi. Ce n’è uno che è di dettaglio, ma gigantesco allo stesso tempo, ossia la gestione e lo stoccaggio del materiale di scavo della galleria, ossia le rocce estratte dalla montagna.

Prese singolarmente, come ci ha spiegato l’ingegnere Alberto Del Col, responsabile del Settore Esecuzione Ceneri, sono solamente dei ciottoli di sabbia e ghiaia di qualche centimetro, massimo pochi decimetri. «Però - ha esordito Del Col - la somma di tutto quanto è stato scavato, nel massiccio del San Gottardo, occuperebbe fino all’orlo un immaginario treno merci lungo 7.160 chilometri, ovvero grosso modo la distanza che separa Zurigo da Chicago, che corrisponde a 28,2 milioni di tonnellate. Per quanto riguarda la Galleria di base del Ceneri, invece, sono poco più di 8 milioni di tonnellate i detriti derivati dagli scavi. Calcolatrice alla mano, i relativi chilometri del convoglio immaginario sarebbero 2.100, ovvero quanto divide Lugano da San Pietroburgo».
 

Sono cifre difficili anche solamente da immaginare, perciò mi domando come abbiate affrontato questa sfida…

Innanzitutto va ricordato che dallo scavo è stato possibile estrarre materiale di qualità idonea per la produzione di sabbia e ghiaia, motivo per cui una parte di questo è stata riutilizzata direttamente in loco per la produzione del calcestruzzo, utilizzato per il rivestimento interno delle gallerie e per realizzare altri manufatti. Questa proporzione è stata maggiore per il San Gottardo, dato che il materiale è risultato di qualità superiore (più compatto) rispetto a quello del Ceneri. Ciò dipende dal fatto che quest’ultimo si trova proprio a ridosso del confine tra la placca tettonica africana e quella eurasiatica, dunque, nei millenni è stato sottoposto a degli stress maggiori.
 

Dunque non è stato riciclato tutto per costruire il tunnel, ma una parte è finita nei depositi…

Certo. Per il tunnel del San Gottardo la proporzione di inerti riutilizzabili è stata di un terzo. Mentre al Ceneri solamente un quarto del materiale di scavo aveva caratteristiche meccaniche sufficienti. La qualità del materiale è stata costantemente controllata in loco dai geologi, dapprima visivamente e, subito dopo, con delle analisi specifiche. Quello idoneo ha dovuto passare diversi passaggi di frantumazione e cernita, che ha diviso le componenti per dimensione, in modo da poter essere catalogato e messo a disposizione del cantiere a seconda della ricetta del calcestruzzo necessaria.
 

Le previsioni circa l’occupazione dei depositi sono state rispettate?

Sostanzialmente sì, anche se nel deposito di Sigirino, che ospita il materiale del tunnel del Ceneri, alla fine dei conti verranno usati poco più di 3 milioni di metri cubi, ossi circa mezzo milione in meno. Questo perché, nel corso del consolidamento del progetto, è stato possibile affinare alcune variabile che erano ancora aperte nella fase di pubblicazione del progetto (per es.: scavo all’esplosivo o con fresa meccanica). Perciò il volume finale del materiale da mettere a dimora definitiva è stato minore. Inoltre mi preme sottolineare che in tutti i tre siti di deposito (Sigirino, Buzza di Biasca e Cavienca) ormai i movimenti di materiale sono stati praticamente effettuati da tempo. Restano, in particolare a Sigirino delle attività di movimentazione legate alla fase delle sistemazioni finali.
 

Leggi l'intervista completa sul GdP di oggi

 

Ticino

Un Gran Oro al Ticino ai Mondiali del Merlot

Il "Vigna d'Antan" dell'azienda Brivio di Mendrisio è stato giudicato "Miglior vino del concorso". Altre 20 medaglie d'oro sono state …

Ticino

77 nuovi diplomati all'USI

(LE FOTO) La consegna dei diplomi è avvenuta nell'aula magna dell'USI di Lugano. Sono stati consegnati 39 diplomi di Bachelor e 38 di Master.

Ticino

Tre laureati alla SUPSI da... Oscar

(LE FOTO) La famigerata statuetta per i migliori effetti speciali è andata a Blade Runner 2049. Nel team che ha curato la post-produzione del film c'erano tre …

Ticino

Casa dello studente, aperte le iscrizioni

La struttura, in particolare per giovani che scelgono di frequentare una scuola lontana da casa, si trova al Centro Gioventù e Sport di Bellinzona e offre 16 posti. …

Ticino

58 nuovi laureati in Scienze economiche

La consegna dei diplomi è avvenuta oggi pomeriggio, nell'aula magna dell'USI di Lugano a 58 studenti di 9 nazionalità diverse.

Ticino

Monete antiche restituite alla Serbia

Il lotto, sequestrato prima che venisse venduto e confiscato grazie a una procedura del Ministero pubblico ticinese, rappresentano testimonianze storiche e culturali.

Ticino

I Diplomati Master 2018 della SUPSI

La cerimonia si è tenuta al LAC di Lugano, durante la quale è intervenuto anche Daniele Finzi Pasca con un videomessaggio di auguri per i 52 neodiplomati.

Ticino

Dalle aziende ticinesi 60mila franchi a UNICEF

(LE FOTO) Si è tenuta ieri a Lugano la serata di beneficienza organizzata dal Comitato Svizzero per l’UNICEF dal titolo “L’impegno del Ticino per …

Ticino

I primi 16 ispettori ambientali ticinesi

La cerimonia di consegna degli attestati si è tenuta a Contone. Questa nuova formazione permetterà al Cantone di fare un passo avanti nella regolarità dei …

Ticino

Espoprofessioni, premiato un allievo di Cevio

Il concorso "SAMT CUBE" lanciato dalla Scuola d'arti e mestieri di Trevano è stato vinto da Athos Cadei, che si aggiudica una videocamera.

Ticino

La raccolta dei vestiti la fanno i postini

Nel mese di aprile Texaid dà la possibilità di lasciare presso la propria cassetta della posta gli indumenti usati. Gli appositi sacchi saranno poi raccolti dai …

Ticino

(Ri) Abbonati e... vincenti!

Ecco tutti i vincitori del concorso abbinato alla Campagna Abbonamenti del Giornale del Popolo; i premi in palio erano ben 82.

Ticino

Due locomotive storiche in transito

(LE FOTO) I due mezzi, che trainavano diverse carrozze storiche, sono arrivati ad Airolo martedì da Lyss e sono poi ripartiti alla volta di Bodio e poi di Locarno.

Ticino

Una raccolta fondi per Tavolino Magico

L'hanno lanciata Ars Medica e Genolier Foundation, tramite la riscossione di parte dell'incasso (poi da loro raddoppiato) sui menu "Charity" al ristorante …

Ticino

Difficoltà in matematica? Ecco perché

Una ricerca della SUPSI, svolta sugli allievi di quinta elementare, indica che i bambini tendono a effettuare una lettura poco profonda del testo di un problema.

Ticino

Fredda primavera meteorologica

È iniziata il 1. marzo all'insegna della neve. Per la primavera astronomica bisognerà attendere il 20 marzo, quando si verificherà l'equinozio di …

Accesso e-GdP

banner_cannes3.jpg

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg