Home > Ticino e Regioni > Ticino

Erano fredde rocce, diventeranno boschi

24.05.2016 - aggiornato: 24.05.2016 - 10:21

L’immensa quantità di inerti del San Gottardo e dal Monte Ceneri è stata utilizzata in parte per il calcestruzzo. I depositi invece saranno colonizzati dalla natura.

di Giacomo Paolantonio

 

In un progetto di dimensioni ciclopiche come il tunnel ferroviario di base del San Gottardo (il più lungo di tutti i tempi), dalla cui inaugurazione ci separano ormai solamente poche ore, sono innumerevoli i dettagli dei quali bisogna tenere conto, dai più piccoli ai più grandi. Ce n’è uno che è di dettaglio, ma gigantesco allo stesso tempo, ossia la gestione e lo stoccaggio del materiale di scavo della galleria, ossia le rocce estratte dalla montagna.

Prese singolarmente, come ci ha spiegato l’ingegnere Alberto Del Col, responsabile del Settore Esecuzione Ceneri, sono solamente dei ciottoli di sabbia e ghiaia di qualche centimetro, massimo pochi decimetri. «Però - ha esordito Del Col - la somma di tutto quanto è stato scavato, nel massiccio del San Gottardo, occuperebbe fino all’orlo un immaginario treno merci lungo 7.160 chilometri, ovvero grosso modo la distanza che separa Zurigo da Chicago, che corrisponde a 28,2 milioni di tonnellate. Per quanto riguarda la Galleria di base del Ceneri, invece, sono poco più di 8 milioni di tonnellate i detriti derivati dagli scavi. Calcolatrice alla mano, i relativi chilometri del convoglio immaginario sarebbero 2.100, ovvero quanto divide Lugano da San Pietroburgo».
 

Sono cifre difficili anche solamente da immaginare, perciò mi domando come abbiate affrontato questa sfida…

Innanzitutto va ricordato che dallo scavo è stato possibile estrarre materiale di qualità idonea per la produzione di sabbia e ghiaia, motivo per cui una parte di questo è stata riutilizzata direttamente in loco per la produzione del calcestruzzo, utilizzato per il rivestimento interno delle gallerie e per realizzare altri manufatti. Questa proporzione è stata maggiore per il San Gottardo, dato che il materiale è risultato di qualità superiore (più compatto) rispetto a quello del Ceneri. Ciò dipende dal fatto che quest’ultimo si trova proprio a ridosso del confine tra la placca tettonica africana e quella eurasiatica, dunque, nei millenni è stato sottoposto a degli stress maggiori.
 

Dunque non è stato riciclato tutto per costruire il tunnel, ma una parte è finita nei depositi…

Certo. Per il tunnel del San Gottardo la proporzione di inerti riutilizzabili è stata di un terzo. Mentre al Ceneri solamente un quarto del materiale di scavo aveva caratteristiche meccaniche sufficienti. La qualità del materiale è stata costantemente controllata in loco dai geologi, dapprima visivamente e, subito dopo, con delle analisi specifiche. Quello idoneo ha dovuto passare diversi passaggi di frantumazione e cernita, che ha diviso le componenti per dimensione, in modo da poter essere catalogato e messo a disposizione del cantiere a seconda della ricetta del calcestruzzo necessaria.
 

Le previsioni circa l’occupazione dei depositi sono state rispettate?

Sostanzialmente sì, anche se nel deposito di Sigirino, che ospita il materiale del tunnel del Ceneri, alla fine dei conti verranno usati poco più di 3 milioni di metri cubi, ossi circa mezzo milione in meno. Questo perché, nel corso del consolidamento del progetto, è stato possibile affinare alcune variabile che erano ancora aperte nella fase di pubblicazione del progetto (per es.: scavo all’esplosivo o con fresa meccanica). Perciò il volume finale del materiale da mettere a dimora definitiva è stato minore. Inoltre mi preme sottolineare che in tutti i tre siti di deposito (Sigirino, Buzza di Biasca e Cavienca) ormai i movimenti di materiale sono stati praticamente effettuati da tempo. Restano, in particolare a Sigirino delle attività di movimentazione legate alla fase delle sistemazioni finali.
 

Leggi l'intervista completa sul GdP di oggi

 

Ticino

I controlli radar della settimana

Ecco dove verranno effettuati i controlli mobili della velocità la prossima settimana, ossia da lunedì 23 a domenica 29 ottobre.

Ticino

È online l'orario 2018 delle FFS

Fra le novità in vigore dal 10 dicembre, l'apertura della Stabio-Arcisate percorsa in soli 21 minuti con treni ogni mezz'ora. Ritornano le corse serali della …

Ticino

La salute mentale riguarda tutti

10 ottobre, Giornata mondiale della salute mentale: per l'occasione è online un nuovo portale che mira a sensibilizzare e informare la popolazione.

Ticino

La Tombola in salsa ticinese

L'idea dell'editore Domioni porta nelle nostre case "la tombola geografica del Canton Ticino". Una versione divertente del classico gioco per conoscere il …

Ticino

4 nuovi agenti di custodia ticinesi

Si tratta di Johnny Cibelli, Davide D’Elia, Angie Sarina e Nenad Vucetik, i quali hanno ritirato sabato il loro diploma durante l'annuale cerimonia a Friborgo. …

Ticino

73 droni in volo assieme, è record!

(LE FOTO) Il primato è stato stabilito sabato a Lodrino dai ragazzi del progetto ated4kids. Gli aeromobili telecomandati erano stati creati dai piccoli piloti.

Ticino

Perché a piedi è meglio

Venerdì 22 settembre si terrà la 17ma edizione della "Giornata a scuola a piedi" con vari eventi in tutto il Cantone volti a promuovere una modalit …

Ticino

Arte del riciclo, due ticinesi premiati

(LE FOTO) Nel concorso nazionale, Maurizio Milesi di Lumino e John Delmuè di Rivera si sono distinti per le opere create usando vecchi imballaggi in metallo.

Ticino

Tunnel del Gottardo chiuso per 14 notti

La circolazione sarà bloccata dall'11 al 15 settembre, dal 18 al 22 settembre, dal 25 al 29 settembre e dal 2 al 4 ottobre, a partire dalle 21 fino alle 5.

Ticino

Andar per funghi in sicurezza

Ecco alcuni consigli e indicazioni utili rivolte in particolare ai "fungiatt", ma anche agli escursionisti, da tenere presente prima di inoltrarsi nei boschi.

Ticino

I prossimi controlli radar

Ecco dove saranno effettuati i controlli della velocità mobili da parte della Polizia nel corso della settimana che va da lunedì 4 a domenica 10 settembre.

Ticino

Quando Svampa era di casa in Ticino

Il ricordo di Giorgio Fieschi dell'artista venuto a mancare sabato. Accanto alle canzoni, le partecipazioni radiofoniche e televisive, che lo hanno reso popolare nel …

Ticino

Riprende l’anno scout

A settembre, con la ripresa dell'anno scolastico, ricomincia anche l'attività delle 36 sezioni scout del Ticino e Moeasano.

Ticino

Il Governo in gita in Val di Blenio

Il luogo è stato scelto dal presidente del Consiglio di Stato, Manuele Bertoli, per il tradizionale preludio alla ripresa dell'attività governativa dopo la …

Ticino

Riuscito il viaggio da record!

Quattro giovani ticinesi hanno girato la Svizzera, passando per tutti e 26 i Cantoni, in 17 ore e 19 minuti usando solo i mezzi pubblici. Ed entrano così nel Guinness …

Ticino

Al Festival con i mezzi pubblici

RailAway propone un biglietto scontato del 20% per il viaggio di andata e ritorno a Locarno in occasione della rassegna cinematografica.

Accesso e-GdP

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

banner_spot_youtube_chi_siamo.png

misericordia_2015.jpg

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg