Home > Cultura

Immergersi nell'avventura del treno

13.01.2018 - aggiornato: 13.01.2018 - 12:49

SPECIALE SABATO - In Alsazia c'è il museo più grande d'Europa che propone un’esperienza affascinante tra tecnica, spettacolo e curiosità e carrozze arredate.

di Manuela Camponovo

La Svizzera è la nazione dei treni, si sa e a pochi chilometri da Basilea e dal confine elvetico si trova il più grande museo ferroviario d’Europa, due buone ragioni per parlarne...
 Mulhouse, in Alsazia, non ha le pittoresche attrattive di Colmar (né possiede un’opera d’arte sconvolgente come il Rétable d’Issenheim, la famosa pala di Grünewald) o le altre motivazioni di visita di una Strasburgo, dai mercatini di Natale alla sorprendente cattedrale, ai futuristici edifici delle istituzioni umanitarie e politiche.

L’industriosa e pionieristica Mulhouse, che avrebbe potuto essere svizzera se nel 1798 non avesse votato per l’annessione alla rivoluzionaria Francia, da uno sguardo superficiale, sembra piuttosto anonima, però è anche detta la “città dei Musei”, strutture dedicate ai manufatti (carta, stampa, artigianato) e alle invenzioni del progresso tra ‘800 e ‘900: esiste un museo dell’automobile, quello dell’elettricità e appunto “La Cité du Train”, con una prima trasformazione nel 2005 e continui successivi ampliamenti.

 

train_3.jpg

 

Storico, istruttivo, didascalico, spettacolare, divertente, adatto in particolare a tutta la famiglia e non è un modo di dire perché le strade degli interessi si dividono tra uomini più catturati dalla tecnica, donne a cui piacerà in particolare cogliere ambientazioni di costume e bambini conquistati dall’interattività, dai plastici, dai trenini turistici, interni ed esterni a simulare un breve percorso alsaziano, proprio accanto ai binari veri della linea ferroviaria.
Il percorso spettacolo

Ma andiamo per ordine, qui, dove si trova la più bella collezione di treni del mondo. Il primo padiglione a cui il visitatore viene confrontato, in un enorme capannone, tocca ogni aspetto della vita ferroviaria, divisa in sei tematiche, a dimostrazione delle ricadute sociali di questa esplosiva invenzione fin dal suo primo apparire. In una totale immersione visiva e sonora, le atmosfere e le situazioni sceneggiate sono ricreate attraverso manichini a grandezza umana rivestiti con abiti d’epoca, mentre registrazioni vocali trasmettono possibili conversazioni di viaggiatori in partenza oppure seduti all’interno di scompartimenti: su alcuni dei quali si potrà anche salire, dalla spartana terza classe alla prima dei treni di lusso; oppure si potranno spiare gli interni dai finestrini…

Continua a leggere nell'inserto di Cultura di oggi

Cultura

DIORIO: Belle époque e Grande guerra

DIORIO - Undicesima puntata degli interventi-racconti del grafico ticinese Orio Galli, che partono dalle sue vicende famigliari per narrarci dell'emigrazione nella …

Cultura

Quelle faccine davvero universali?

SPECIALE SABATO - Marcel Danesi spiega il significato delle emoji. Lo studioso dell’Università di Toronto racconta nascita ed evoluzione di queste icone …

Cultura

Un musical avvincente e convincente

Il commento sullo spettacolo teatrale di Yor Milano, "La vera storia di Nicolao della Flüe", andato in scena domenica sera al Palazzo dei Congressi di …

Cultura

La Svizzera italiana di Nessi

SPECIALE SABATO - Quindici passeggiate con uno sguardo particolare. Senza dimenticare i monumenti artistici, lo scrittore si sofferma su aspetti minori della quotidianit …

Cultura

Una figura di donna moderna e impegnata

Carolina Maraini-Sommaruga (Lugano 1869-Savosa 1959) è protagonista alla Pinacoteca Züst di Rancate. Conosciamola meglio. 

Cultura

I 60 anni dello "Zecchino d'Oro"

Previsti per l'occasione 4 appuntamenti e una puntata speciale. Ripercorriamo la storia del festival, da decenni emblema di una televisione a misura di bambino.

Cultura

Dimitri e Carla Del Ponte tutti d'un pezzo

(LE FOTO) Sono due delle 20 personalità elvetiche raffigurate in legno dall'artista Inigo Gheyselinck ed esposte a Berna nell'ambito della campagna #Woodvetia. …

Cultura

Assegnati i premi Möbius 2017

La Fondazione per lo sviluppo della cultura digitale, giunta alla sua ventunesima edizione, ha premiato il progetto Monitra e la piattaforma Treccani.

Cultura

La passione per Tolkien in un museo

SPECIALE SABATO - Tra le vigne grigionesi sorge il “Greisinger Museum”, unico al mondo, che espone 10mila pezzi da collezione legati alla narrativa …

Cultura

Storie di montagna, di uomini e di donne

Al via il 25 agosto la 24esima edizione del Festival dei Festival. Oltre ai veri protagonisti della rassegna, ossia i migliori film su vette e cime del mondo, ci sarà …

Cultura

Un funzionale "paradiso" a Giubiasco

Intervista alla direttrice del nuovo centro artistico Kami Manns. A pochi passi dalla stazione vengono riutilizzati gli spazi di un ex fabbrica a scopi culturali.

Cultura

La sfida è valorizzare l'organo

Intervista all'organista Andrea Coen, protagonista del quinto concerto di Ceresio Estate, martedì 25 luglio nella Chiesa di Santa Maria del Sasso a Morcote.

Cultura

Quando i colori vincono sul dolore

IL PERSONAGGIO - La giovane artista berlinese di origini ebraiche Charlotte Salomon espone la sua opera fino al 25 giugno a Palazzo Reale di Milano.

Cultura

In libreria un inedito di Tolkien

Gioiranno i fan del professore di Oxford: dopo 100 anni verrà pubblicato "Beren e Lúthien", scoperto dal figlio Christopher Tolkien nel 1918.

Cultura

Nuove scoperte nelle grotte di Qumran

SPECIALE SABATO -  Proponiamo dal nostro inserto un'intervista sulle novità emerse durante la campagna di scavo realizzato dalla Facoltà di Teologia …

Cultura

Il sorriso della Gioconda? Felice

Dopo secoli, uno studio mette luce sull'alone di mistero attorno al famoso ed enigmatico sorriso della Monna Lisa.

Accesso e-GdP

Banner Libro Bonefferie

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

misericordia_2015.jpg

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg