Home > Cultura

La continua ricerca del maestro Arnoldi

13.02.2017 - aggiornato: 13.02.2017 - 12:38

Dalmazio Ambrosioni ricorda lo sculture ticinese scomparso venerdì a Comano all'età di 88 anni. (LE FOTO delle sue opere più belle)

Arnoldi nel 2008 a Castelgrande.

© archivio

Nag Arnoldi nel 2012 davanti a una sua scultura.

© fotogonnella

L'esposizione delle opere di Nag Arnoldi nel parco di Villa Castagnola a Lugano  nel 2013.

© Maffi
© Maffi

L'inaugurazione di una scultura di Nag Arnoldi davanti l'Ospedale La Carità di Locarno nel 2007.

© archivio
© Crinari

di Dalmazio Ambrosioni

 

Nag Arnoldi è morto venerdì nella sua casa di Comano. Nato a Locarno nel 1928, avrebbe compiuto 89 anni in settembre e, nonostante gli acciacchi, fino agli ultimi giorni era impegnato con la scultura e con progetti espositivi. Sempre con quel suo stile schietto e diretto nel carattere e nell’opera, che ne ha connotato l’intera produzione artistica. Al punto da essere molto popolare in Ticino e in area culturale italiana, oltre che sicuramente l’artista ticinese contemporaneo più conosciuto e quotato nel mondo. Si era formato artisticamente a Lugano nell’immediato dopoguerra frequentando gli atelier di Mario e Antonio Chiattone, di Giuseppe Foglia, Boldini e Cotti. Ha abitato a lungo in viale Cassarate, allora la strada degli artisti, per stabilirsi a Comano dal matrimonio con Ornella, nata Rezzonico.

dsc_2851000995678.jpg

L'esposizione a Castelgrande nel 2008. (fotogonnella)

Sul piano espositivo ha esordito a Castagnola nel 1954, con presentazione di Carlo Cotti e da allora è stato un crescendo con grandi personali in Svizzera (Lugano, Bienne, Ginevra, Zurigo, Basilea, Berna…) e nel mondo, in particolare l’Italia (Firenze, Ferrara, Mantova, Verona, Milano ecc.) e le Americhe tra Città del Messico e Portorico, New York, San Diego, Los Angeles, Palm Springs.  Nei primi anni Sessanta ha risieduto a Città del Messico, cogliendo l’occasione di frequentare artisti affermati quali Alfaro Siqueiros e Rufino Tamayo, di conoscere sul piano storico la scena culturale ed artistica centroamericana, e di proporre grandi esposizioni con quello stile innovativo che gli ha meritato un successo internazionale. Dapprima con la pittura, dipinti ad olio caratterizzati da importanti riferimenti culturali, da forme segnicamente decise e da un acceso repertorio cromatico, e poi, dagli anni Settanta, con la scultura che è diventata parte continua della sua produzione. (...)

nag10.jpg

L'esposizione delle opere di Nag Arnoldi nel parco di Villa Castagnola a Lugano nel 2012 (foto Maffi)

Uno dei tratti essenziali della sua vicenda artistica è la continua ricerca, sulla base di un’irrequietezza ben controllata lungo la quale ha saputo cogliere la lezione prima del Rinascimento e del Barocco, poi dei grandi maestri europei, da Picasso a Bernard Buffet, dai futuristi a Marino Marini e Giacometti. 

2005081924_1462956.jpg

Arnoldi durante l'inaugurazione della mostra del 2009 presso il Castelgrande di Bellinzona.
 

Continua a leggere tutto sul GdP di oggi

 

Cultura

Incontro con il giornalista Mura

Giovedì 19 aprile, alle 20.30, presso la Sala Aragonite di Manno, si parlerà di racconti, cucina, sport e canzoni, ossia... "i 4 lati di Mura".

Cultura

Intorno al ritmo

Luca Cerchiari ci presenta la terza edizione di "The Cambridge Companion to the Musical” di Everett e Laird, volume sulla commedia musicale americana.

Cultura

Riflettori puntati sui mitici Anni '90

Per due mesi Bellinzona ospiterà il festival culturale e musicale "Strange Days", che propone eventi di diverso tipo per capire come sia cambiato il mondo …

Cultura

Topolino festeggia 90 anni

A partire dalla prossima settimana Disney celebrerà per tutto il 2018 uno dei personaggi più amati da intere generazioni di bambini e adulti.

Cultura

La vita in quella che fu l'URSS

SPECIALE SABATO - Un bel libro ci racconta quel mondo scomparso, attraverso 400 oggetti, altrettante fotografie, 700 citazioni letterarie. Un'immersione oltre i clich …

Cultura

Il Festival di Sanremo visto dal GdP!

Una rubrica che racchiude le nostre impressioni e i nostri commenti, tra il serio e il faceto, delle varie puntate della 68ma edizione del Festival della canzone italiana.

Cultura

Premiata la luganese Vera Trachsel

È tra i 5 giovani artisti che hanno ricevuto il riconoscimento Manor 2018, del valore di 15mila franchi. Le sue opere esposte al Museo cantonale d'arte di Lugano.

Cultura

DIORIO: Belle époque e Grande guerra

DIORIO - Undicesima puntata degli interventi-racconti del grafico ticinese Orio Galli, che partono dalle sue vicende famigliari per narrarci dell'emigrazione nella …

Cultura

Quelle faccine davvero universali?

SPECIALE SABATO - Marcel Danesi spiega il significato delle emoji. Lo studioso dell’Università di Toronto racconta nascita ed evoluzione di queste icone …

Cultura

Un musical avvincente e convincente

Il commento sullo spettacolo teatrale di Yor Milano, "La vera storia di Nicolao della Flüe", andato in scena domenica sera al Palazzo dei Congressi di …

Cultura

La Svizzera italiana di Nessi

SPECIALE SABATO - Quindici passeggiate con uno sguardo particolare. Senza dimenticare i monumenti artistici, lo scrittore si sofferma su aspetti minori della quotidianit …

Cultura

Una figura di donna moderna e impegnata

Carolina Maraini-Sommaruga (Lugano 1869-Savosa 1959) è protagonista alla Pinacoteca Züst di Rancate. Conosciamola meglio. 

Cultura

I 60 anni dello "Zecchino d'Oro"

Previsti per l'occasione 4 appuntamenti e una puntata speciale. Ripercorriamo la storia del festival, da decenni emblema di una televisione a misura di bambino.

Cultura

Dimitri e Carla Del Ponte tutti d'un pezzo

(LE FOTO) Sono due delle 20 personalità elvetiche raffigurate in legno dall'artista Inigo Gheyselinck ed esposte a Berna nell'ambito della campagna #Woodvetia. …

Cultura

Assegnati i premi Möbius 2017

La Fondazione per lo sviluppo della cultura digitale, giunta alla sua ventunesima edizione, ha premiato il progetto Monitra e la piattaforma Treccani.

Cultura

La passione per Tolkien in un museo

SPECIALE SABATO - Tra le vigne grigionesi sorge il “Greisinger Museum”, unico al mondo, che espone 10mila pezzi da collezione legati alla narrativa …

Accesso e-GdP

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg