Home > Cultura

La musica? "Solo un corollario"

07.02.2018 - aggiornato: 19.02.2018 - 09:12

SPECIALE SANREMO - A nessuno importano veramente le canzoni. Il Festival è più che altro un’occasione unica di diventare giudici improvvisati e di scatenarsi sui social.

© Foto dal web

La musica, si sa, è sempre un corollario. Perché a nessuno importano veramente le canzoni, a Sanremo. Capiamoci: a noi piace fare i nostalgici, siamo parte del popolo del web che rimpiange i tempi di Mina e Battisti ma poi di nascosto ascolta i The Kolors e piange sulle note di “Non smettere di cercarmi” di Noemi. Per noi il Festival è un’occasione ghiotta e unica di diventare giudici improvvisati, esperti di moda, di costume, di regia, di spettacolo. Di scatenarci sui social e di sperticarci in commenti con gli amici spiaggiati sul divano di casa.

E così la prima serata del Festival si è salvata: grazie ai tweet irriverenti, ironici e ficcanti di tutti noi. Chi salverà la musica?, si chiedevano i Pooh. Non di certo Sanremo, rispondiamo noi: perché di canzoni belle, spiace dirlo, se ne sono sentite poche. I soliti testi sull’amore negato o sofferto, la pace nel mondo, l’odio alla guerra e qualche raro tocco originale (come la leggenda di Cristobalda cantata in maniera un po’ incerta da Max Gazzè). Non è mancata nemmeno un’accusa di plagio che potrebbe costare a Fabrizio Moro e Ermal Meta una squalifica.

 

fabrizio_moro_e_ermal_meta.jpg

 

E allora, se la musica italiana del 2018 delude (e non certo per l’assenza sul palco di Laura Pausini, costretta a casa da una raucedine), il momento gossip più atteso dell’anno - specie l’anno in cui l’Italia non va ai Mondiali - non lo ha fatto. I ritocchini facciali di Baglioni, i ritocconi della Vanoni (“sgonfiate quei canotti!” ha urlato qualcuno dal pubblico), Fiorello che viola la par condicio chiedendo al pubblico dell’Ariston per chi voterà alle elezioni italiane del 4 marzo, il bacio della Hunziker al marito Tomaso Trussardi in diretta nazionale.

E poi l’ironia di Elio e le storie tese (il loro piano per combattere la noia del Festival? Togliere tutte le canzoni, lasciare solo gli ospiti e poi fare una gara per far vincere il miglior ospite). E ancora, il fascino di Pierfrancesco Favino, bello bello in modo assurdo ma se lo lasciasse dire: Pierfi, noi ti amiamo ma torna a fare l’attore. Nei film le battute sono meno studiate delle gag che ti hanno costretto a fare con Michelle.

 

hunzi.jpg

EPA/CLAUDIO ONORATI

 

 

Già, Michelle. Lei e i suoi 41 anni, lei e le sue scollature vertiginose che ricordano a noi ragazze di oggi che il tempo non passa uguale per tutti, che davvero ne grazia una per illuderne cento. E così l’unica certezza in questo mare di star improvvisate e vecchie glorie incartapecorite (scusate, la Vanoni proprio non ci è andata giù. Meglio Mina che canticchia nella pubblicità della TIM, a questo punto) rimangono Fiorello e le sue battute sul presidente turco Erdogan «che sta venendo a Sanremo perché ha saputo che ci sono 1300 giornalisti liberi», i suoi duetti con Baglioni, la sua prontezza nel risolvere il primo inghippo della serata: l’irruzione di un uomo sul palco.

Fiorello ci ha fatto sorridere, pensare. E dimenticare perfino che anche stasera ci toccherà ascoltare la sigla di questa edizione 2018. Saremo comunque davanti alla tv, con il telecomando in una mano e il cellulare nell’altra pronti a twittare. Perché Sanremo è Sanremo.​

(ma.simi)

Cultura

Il primo colpo al cuore e due anniversari

DIARIO DA CANNES - Cold War del polacco Pawlikowski conquista i critici della Croisette, mentre il 1968 viene ricordato da Godard e DA 2001: Odissea …

Cultura

Se gli USA latitano, i russi si fanno sentire

DIARIO DA CANNES - Serebrennikov e Loznitsa raccontano due facce dell’ex Unione Sovietica, mentre le sezioni collaterali riservano interessanti scoperte.

Cultura

Incontro con il giornalista Mura

Giovedì 19 aprile, alle 20.30, presso la Sala Aragonite di Manno, si parlerà di racconti, cucina, sport e canzoni, ossia... "i 4 lati di Mura".

Cultura

Intorno al ritmo

Luca Cerchiari ci presenta la terza edizione di "The Cambridge Companion to the Musical” di Everett e Laird, volume sulla commedia musicale americana.

Cultura

Riflettori puntati sui mitici Anni '90

Per due mesi Bellinzona ospiterà il festival culturale e musicale "Strange Days", che propone eventi di diverso tipo per capire come sia cambiato il mondo …

Cultura

Topolino festeggia 90 anni

A partire dalla prossima settimana Disney celebrerà per tutto il 2018 uno dei personaggi più amati da intere generazioni di bambini e adulti.

Cultura

La vita in quella che fu l'URSS

SPECIALE SABATO - Un bel libro ci racconta quel mondo scomparso, attraverso 400 oggetti, altrettante fotografie, 700 citazioni letterarie. Un'immersione oltre i clich …

Cultura

Il Festival di Sanremo visto dal GdP!

Una rubrica che racchiude le nostre impressioni e i nostri commenti, tra il serio e il faceto, delle varie puntate della 68ma edizione del Festival della canzone italiana.

Cultura

Premiata la luganese Vera Trachsel

È tra i 5 giovani artisti che hanno ricevuto il riconoscimento Manor 2018, del valore di 15mila franchi. Le sue opere esposte al Museo cantonale d'arte di Lugano.

Cultura

DIORIO: Belle époque e Grande guerra

DIORIO - Undicesima puntata degli interventi-racconti del grafico ticinese Orio Galli, che partono dalle sue vicende famigliari per narrarci dell'emigrazione nella …

Cultura

Quelle faccine davvero universali?

SPECIALE SABATO - Marcel Danesi spiega il significato delle emoji. Lo studioso dell’Università di Toronto racconta nascita ed evoluzione di queste icone …

Cultura

Un musical avvincente e convincente

Il commento sullo spettacolo teatrale di Yor Milano, "La vera storia di Nicolao della Flüe", andato in scena domenica sera al Palazzo dei Congressi di …

Cultura

La Svizzera italiana di Nessi

SPECIALE SABATO - Quindici passeggiate con uno sguardo particolare. Senza dimenticare i monumenti artistici, lo scrittore si sofferma su aspetti minori della quotidianit …

Cultura

Una figura di donna moderna e impegnata

Carolina Maraini-Sommaruga (Lugano 1869-Savosa 1959) è protagonista alla Pinacoteca Züst di Rancate. Conosciamola meglio. 

Cultura

I 60 anni dello "Zecchino d'Oro"

Previsti per l'occasione 4 appuntamenti e una puntata speciale. Ripercorriamo la storia del festival, da decenni emblema di una televisione a misura di bambino.

Cultura

Dimitri e Carla Del Ponte tutti d'un pezzo

(LE FOTO) Sono due delle 20 personalità elvetiche raffigurate in legno dall'artista Inigo Gheyselinck ed esposte a Berna nell'ambito della campagna #Woodvetia. …

Accesso e-GdP

banner_cannes3.jpg

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg