Home > Cultura > Letteratura

Gioia e bellezza con i Misteri del Rosario

24.12.2016 - aggiornato: 24.12.2016 - 15:04

Nel ricordo di padre David Maria Turoldo, Salvatore Maria Fares ci offre un’anteprima di una sua raccolta poetica degli anni Novanta, dedicata ai Misteri del Rosario.

La scena dell'Annunciazione ritratta da Beato Angelico tra il 1440 e il 1450 ca.

Fares, preferisco scriverti direttamente da amico. Non penso a nessuna presentazione, sono cose troppo delicate. Si rischia di profanare. Non è il caso neppure di disquisire sulla bellezza dei versi. C’è solo il bisogno di pensarci, e contemplare. Appunto, come si diceva un tempo: «Nel primo mistero si contempla, nel secondo si contempla… nel terzo si contempla».

È quanto tu ci proponi con questo tuo intenso e dolce cantare: un godimento di luce; un abbandonarci, un immergerci precisamente dentro il mistero. Lasciando che la grazia ti penetri e ti trasfiguri. E magari ognuno di noi, alla fine, si metta a sua volta a cantare. A cantare prima di tutto nel gaudio. Che non è ancora la gioia, la pienezza della gioia: per quanto, in virtù della fede di una madre, già viva in noi e per noi l’Emanuele. E lei abbia scontato l’inevitabile dubbio che tu meravigliosamente celebri come "benedetto". Il dubbio che sta impresso sulla porta della nostra fede.

Un gaudio dunque, che per ora è soprattutto speranza. Al fine di entrare nella notte. Nella notte del Signore e nostra. Nella quale però tu non vuoi che Gesù sia mai solo, ad eccezione di quando sarà nel Palazzo del Potere. Perché: «…lei ricordando Simeone / lacrimosa vegliando si struggeva». E già quando era al Litostroto per la flagellazione «solo una donna a chiedere veniva / che il giudizio (gli) fosse risparmiato». E se lungo la salita al Calvario «non bastava di Cirene il Giusto / a sollevare il legno per lenire / la profezia dell’ira…», ecco la tua invocazione alle madri («beate mammelle») che non udranno «il grido delle carni divorate». Per dire che almeno la donna sia tenuta estranea alla ferocia umana. E l’uomo stesso, in tutte le sue angosce, sappia che qualcuno gli è sempre accanto. Almeno la madre; e per tutti possa avverarsi ciò che tu canti del fabbro forgiatore dei chiodi della crocifissione: «Forse ti sei salvato, maniscalco, / quando disse alla madre dolorosa / "Ecco un figlio", se con le ginocchia / hai toccato la polvere abbuiata».

[...] È il cammino della vita: una via lattea di misteri. Nulla di meglio che percorrerla cantando. Come hai fatto tu, tra ginestre e pietre, secondo quanto esprime il titolo della tua preziosa raccolta. E i canti sono così immediati, e rapidi e luminosi, che non voglio dire altro: per non rovinare. E nel rispetto anche del lettore, anzi dell’orante.

Grazie, amico

david maria turoldo

 

La raccolta

La raccolta, intitolata La ginestra e la pietra, venne presentata e letta in pubblico da Fares nel 2009 nella Chiesa di San Rocco, con l’accompagnamento di pagine organistiche eseguite da Diego Fasolis. Era un’anteprima di Poestate. Presto sarà pubblicata, corredata di opere pittoriche riferite ai singoli Misteri, che vanno dai tradizionali a quelli della luce, istituiti da Giovanni Paolo II.

 

L’ANNUNCIAZIONE

 

"Virginis intactae cum veneris ante figuram

pretereundo cave ne sileatur Ave"

 

Al saluto dell’Angelo hai risposto

 

«Sono turbata non conosco fonte

Né accento d’uomo.

Sono intatto velo.

Come sarà ch’io regga a tanta sorte?

Come sarà ch’io salga a tanta luce?»

 

«Il volere dell’Alto non temere.

Benedetto il tuo dubbio, Umile Ancella!»

 

Obbediente chinasti le pupille

al casto grembo dove la Colomba

trasfuse Amore

 

LA NATIVITÀ

Cadde come una stella dividendo

il tempo noto dall’ignoto il bimbo,

agli squilli leggero nel candore

di un quieto sonno.

 

Tu meditavi già segretamente

nella trepida veglia dei pastori

misteri ed ansie e pene da sgranare

nel silenzio a venire.

Puoi temere

ora che si è incarnato, Madre Santa,

il Verbo che riscatta oscura notte

 

LA VISITAZIONE

Sui crinali, correndo, non lasciavi

l’ombra del tuo passare.

La ginestra e la pietra

si facevano luce.

 

Ti accolse, Benedetta, l’agitarsi

del Precursore e ti magnificava

sciogliendo versi altissimi il Signore.

 

Ed ancora ti chiamano Beata

le genti genuflesse nel tuo nome

Letteratura

Mosaici di parole e suoni

Luisa Orelli ricorda suo papà Giovanni, scomparso a inizio dicembre, rievocando la storia di un rapporto che resta nella memoria degli affetti.

Letteratura

Premi svizzeri di Letteratura 2017

La premiazione avverrà il 16 febbraio 2017

Letteratura

Buoni propositi d'ispirazione letteraria

Quattro giovani autori della Svizzera italiana consegnano ai lettori altrettanti libri, con l’auspicio che i loro messaggi possano accompagnarli nell …

Letteratura

Gioia e bellezza con i Misteri del Rosario

Nel ricordo di padre David Maria Turoldo, Salvatore Maria Fares ci offre un’anteprima di una sua raccolta poetica degli anni Novanta, dedicata ai Misteri

Letteratura - Pubblicazioni

Chialiva, la vera storia di una figura romanzesca

L’esule piemontese fu amico di Fogazzaro, che si ispirò a lui per il suo primo libro. Un processo racconta la sua tumultuosa venuta a …

Letteratura - Anniversario

Cent'anni fa nasceva Natalia Ginzburg

Militante, ma con occhi aperti e il cuore sempre in ascolto, la scrittrice fu una delle voci più notevoli della letteratura italiana. Conosciamola con …

Letteratura - Lutto

"Il silenzio incoraggia gli aguzzini"

Il ricordo di Elie Wiesel, scrittore e premio Nobel per la pace sopravvisuto ad Auschwitz, morto qualche giorno fa a 87 anni.

Letteratura - Francia

È morto Yves Bonnefoy

Il poeta, critico d'arte e traduttore francese è scomparso ieri all'età di 93 anni. 

Letteratura

Premio Chiara, svelati i finalisti

La terna è composta da Antonio Manzini, Valeria Parrella e Giorgio Pressburger. La premiazione avverrà il 23 ottobre.

Letteratura

Erasmo, Ariosto e Tasso, percorsi attorno alla follia

Si sono conclusi gli incontri primaverili del ciclo “Elogio della follia”. L’inaugurazione di Ossola ha introdotto la Follia erasmiana, ispirata al …

Letteratura - Pubblicazione

Dalla comicità alle domande su Dio

Il Giacomino del trio di Aldo, Giovanni e Giacomo, ha presentato ieri pomeriggio al Parco Ciani “Al Paradiso è meglio credere”, il nuovo romanzo in cui …

Letteratura - POESTATE

Ricco programma per i 20 anni

Il festival si terrà dall'1 al 4 giugno nel Patio di Palazzo Civico di Lugano. Numerosi e importanti gli …

Letteratura

Lo yin e lo yang di Heidi

Tra i contributi pubblicati nell’annuario di letteratura ecco quello della scrittrice e regista nata in Cina che qui narra la sua infanzia, in un Paese che non …

Letteratura - USI

L’ultimo Yehoshua e il rifiuto della maternità

Ne La comparsa, suo ultimo romanzo, lo scrittore israeliano ha affrontato un tema per lui inconsueto e prettamente femminile.

Letteratura

Sesso, delitti e castighi a Brissago

"Gente di Brissago" è un romanzo storico, ambientato nel borgo e costellato di eventi tragici e luttuosi, sul quale incombe la …

Letteratura

Jo Nesbø a Massagno

Ospiti illustri alla 12esima edizione di "Tutti i colori del giallo" (11-13 maggio). Oltre al celebre giallista norvegese, ci saranno …

Accesso e-GdP

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

banner_spot_youtube_chi_siamo.png

misericordia_2015.jpg

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg