Home > Cultura > Letteratura

L'emuzziún che si fissa nel tempo e nel cuore

06.03.2018 - aggiornato: 06.03.2018 - 17:19

Il terzo libro di poesie in dialetto di Chico Bernasconi; fatti, incontri, luoghi: piccole, grandi storie che provocano emozioni. Con tanti buoni motivi per leggere il volumetto.

© Foto dal web

di GianMaria Pusterla

 

Ho voluto “portar dentro” questa recensione sul terzo libro di poesie in dialetto (di Mendrisio) scritto da Chico (Enrico) Bernasconi nelle pagine dell’inserto culturale e non - come spesso capita - in quelle di cronaca per un paio di buoni motivi. Il primo riguarda il tema che pervade tutte le poesie: l’emozione. “Emuzziún” è difatti il titolo. Tutte le 57 poesie (come gli anni dell’autore) sono momenti che ognuno di noi ha vissuto, può vivere o vivrà. Tutte scritte in 12 versi per 6 rime, e tutte senza citare la parola “emuzziún” (esercizio che non deve essere stato facile...).

Che cosa c’è di più bello se non provare emozioni? Chico Bernasconi le ha sapute cogliere e trasmettere con una semplicità che in questo caso è sinonimo di profondità. All’emozione spesso si associa un tempo breve, fugace. Nasce e si esaurisce. È così, ma in questo caso l’autore riesce ad emozionare il lettore facendogli provare un tempo più lungo rispetto al lampo che questo sentimento genera. Il perché è presto detto: le poesie, pur essendo espressione di qualcosa vissuto dall’autore in prima persona, raccontano avvenimenti, fatti, incontri che tutti possono fare o che tutti hanno già fatto e che quindi ci rimangono dentro, senza soluzione di continuità. (... «L’è nasüü!!! Signúr, che sensazziún / l’è la püssée forta, gh’è mia da paragún / Sa diventa pá, l’è l dì püssée bell... / ma a tütt i mamm, tantu, ma tantu da capèll!», da «Diventá pá»).

 

libro_giusta.jpg

 

L’altro buon motivo è il motore stesso che anima l’autore: la scrittura in dialetto. O meglio dire: il dialetto tout court. Chico Bernasconi nel suo piccolo (ma che poi così piccolo non è se appena si pensa che alla presentazione del libro avvenuta sabato scorso al Museo d’arte di Mendrisio erano presenti non meno di 250 persone...) si impegna nel salvaguardare il dialetto. Lo fa attraverso i suoi libri, grazie ai quali intende mantenere viva l’attenzione verso il dialetto. Ma gli stessi libri sono poi il pretesto per chiedere a gran voce di non dilapidare il patrimonio che questa lingua, con le sue mille declinazioni regionali, porta con sé, testimone delle nostre radici. E questa spinta, questa volontà ha origini forti proprio a Mendrisio.

Solo per citare alcuni esempi: sarà un caso che nel Magnifico Borgo la Compagnia dialettale sia stata vessillifera, anche in anni di quasi diniego del dialetto, della parlata popolare? Oppure che l’ex direttore per oltre vent’anni del Centro di dialettologia del Canton Ticino, Franco Lurà, sia di Mendrisio? Senza citare appunto il lavoro di Chico Bernasconi. Il vernacolo come chiave per aggregare, come detto, attorno alla nostra identità.

Il terzo buon motivo è il fine che si vuol raggiungere con questa pubblicazione: tutto il ricavato della vendita del libro (lo si può acquistare nelle tre librerie di Mendrisio e alla Libreria Cerutti di Balerna) andrà a favore dell’attività promossa dal gruppo degli Amici delle Processioni Storiche di Mendrisio, di cui lo stesso Bernasconi è presidente. Questo gruppo, di recente costituzione, si impegna a promuovere, a sostenere e a divulgare le conoscenze e la presenza delle Processioni del Giovedì e del Venerdì Santo. Processioni che presto - ed è un nostro auspicio - dovrebbero entrare nel Patrimonio UNESCO.

Ma alla fin fine, il motivo inconfessabile di questa recensione è l’amicizia: quella con l’autore in primis, al quale va il ringraziamento per le capacità che sa mettere in campo, per l’arguzia e l’ironia del suo dire e del suo scrivere. In termini più generali però quella che suscita la lettura di queste 57 poesie.

 

Letteratura

Al via "Tutti i colori del giallo"

La rassegna massagnese è iniziata mercoledì e si concluderà stasera, venerdì. Ospite dell’ultimo incontro, alle 18.30, sarà Roberto …

Letteratura

Dai viaggi alla narrazione

È uscito "Un uomo in partenza - Memorie di un accompagnatore turistico" del veneto Gianluca Niero e curato dalla giornalista svizzera Manuela Camponovo.

Letteratura

Mosaici di parole e suoni

Luisa Orelli ricorda suo papà Giovanni, scomparso a inizio dicembre, rievocando la storia di un rapporto che resta nella memoria degli affetti.

Letteratura

Premi svizzeri di Letteratura 2017

La premiazione avverrà il 16 febbraio 2017

Letteratura

Buoni propositi d'ispirazione letteraria

Quattro giovani autori della Svizzera italiana consegnano ai lettori altrettanti libri, con l’auspicio che i loro messaggi possano accompagnarli nell …

Letteratura

Gioia e bellezza con i Misteri del Rosario

Nel ricordo di padre David Maria Turoldo, Salvatore Maria Fares ci offre un’anteprima di una sua raccolta poetica degli anni Novanta, dedicata ai Misteri

Letteratura - Pubblicazioni

Chialiva, la vera storia di una figura romanzesca

L’esule piemontese fu amico di Fogazzaro, che si ispirò a lui per il suo primo libro. Un processo racconta la sua tumultuosa venuta a …

Letteratura - Anniversario

Cent'anni fa nasceva Natalia Ginzburg

Militante, ma con occhi aperti e il cuore sempre in ascolto, la scrittrice fu una delle voci più notevoli della letteratura italiana. Conosciamola con …

Letteratura - Lutto

"Il silenzio incoraggia gli aguzzini"

Il ricordo di Elie Wiesel, scrittore e premio Nobel per la pace sopravvisuto ad Auschwitz, morto qualche giorno fa a 87 anni.

Letteratura - Francia

È morto Yves Bonnefoy

Il poeta, critico d'arte e traduttore francese è scomparso ieri all'età di 93 anni. 

Letteratura

Premio Chiara, svelati i finalisti

La terna è composta da Antonio Manzini, Valeria Parrella e Giorgio Pressburger. La premiazione avverrà il 23 ottobre.

Letteratura

Erasmo, Ariosto e Tasso, percorsi attorno alla follia

Si sono conclusi gli incontri primaverili del ciclo “Elogio della follia”. L’inaugurazione di Ossola ha introdotto la Follia erasmiana, ispirata al …

Letteratura - Pubblicazione

Dalla comicità alle domande su Dio

Il Giacomino del trio di Aldo, Giovanni e Giacomo, ha presentato ieri pomeriggio al Parco Ciani “Al Paradiso è meglio credere”, il nuovo romanzo in cui …

Letteratura - POESTATE

Ricco programma per i 20 anni

Il festival si terrà dall'1 al 4 giugno nel Patio di Palazzo Civico di Lugano. Numerosi e importanti gli …

Letteratura

Lo yin e lo yang di Heidi

Tra i contributi pubblicati nell’annuario di letteratura ecco quello della scrittrice e regista nata in Cina che qui narra la sua infanzia, in un Paese che non …

Letteratura - USI

L’ultimo Yehoshua e il rifiuto della maternità

Ne La comparsa, suo ultimo romanzo, lo scrittore israeliano ha affrontato un tema per lui inconsueto e prettamente femminile.

Accesso e-GdP

banner_cannes3.jpg

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg