Home > Cultura > Mostre

Due sguardi su una lettrice

19.12.2015 - aggiornato: 21.12.2015 - 10:04

La nona puntata della rubrica di Michele Fazioli sulla mostra "Leggere, leggere, leggere!".

ALBERT ANKER, Ins (Berna) 1831-1910. Sopra: “La lettrice di Gotthelf” (1898); Sotto: “Giovane donna in costume che legge” (senza data). Scheda nel catalogo: Maria Will

di Michele Fazioli

 

Una giovane lettrice disegnata a carboncino e la stessa ragazza dipinta ad olio, entrambe realizzate da Albert Anker. La stessa, ma diversa: e non solo per il colore ma per molti fattori, il cui più sorprendente è quello che chiamerei lo spirito fisionomico della donna. Nel disegno (che solitamente si trova al castello di Hofwil) la lettrice ha una sua fisionomia, con un filo di sorriso sulla bocca. Nel dipinto (di proprietà della Confederazione svizzera e conservato a Berna) è più seria, non c’è nessuna traccia di sorriso.

Nel carboncino le due mani reggono il libro e basta, nella pittura la sinistra tiene bene aperta la pagina ma la destra tiene un posto con il dito (sta rileggendo o sta sbirciando in avanti?). Nel dipinto si configurano l’angolo  di una stufa di maiolica, che sembra riscaldare il quadro assieme al colore bruno chiaro del fondo, e i contrappesi di un pendolo che segna il tempo.

Sulla pettorina bianca della ragazza compare, nel dipinto, un gioiello. Nelle due opere è finissima, con tecnica naturalmente diversa, la trasparenza del copricapo di velo. Bellissimo il colore della copertina, d’un azzurro quasi turchese, oggi si direbbe quello di un libro Adelphi…

La lettrice sta leggendo un libro di Jeremias Gotthelf, importante scrittore (e pastore evangelico), autore di romanzi e racconti molto popolari, alcuni illustrati proprio da Anker.

Riparlo di Anker perché nell’esposizione allestita alla Pinacoteca cantonale Züst di Rancate spicca in modo particolare, con una sua sezione unitaria, cui è riservata una intera sala, proprio la parte dedicata al pittore bernese, che fu uno dei maggiori artisti svizzeri dell’800. La sua formazione culturale e artistica (gli studi classici e d’arte, la frequentazione di Parigi) ne fanno un autore profondo e sensibile e per nulla localistico, nonostante i suoi soggetti siano legati alla realtà svizzero-tedesca, contadina o piccolo borghese.

Fu il  “cantore pittorico” di un territorio rurale e di un preciso settore sociale (contadini, popolo) ma lo fu  con uno sguardo alto, spesso con intenzione anche didattica, morale e spirituale. Possedeva e leggeva una Bibbia in tedesco e una in ebraico: entrambe sono esposte in mostra, assieme ad altri oggetti personali, per creare un’atmosfera. Non so se l’opera a carboncino sia preparatoria del dipinto o ne sia una replica. Sono entrambe belle, appaiate a Rancate.

 

Mostre

Un percorso da sfogliare

Negli spazi dell’ex Macello di Lugano si snocciolano le opere di Dario Bianchi. L’itinerario fa tappa presso alcuni personaggi noti …

Mostre - Lugano

Sui binari del tempo viaggiano arte e società

In corso alla Biblioteca cantonale di Lugano una mostra sulle vedute e le stampe storiche di manufatti umani e paesaggi della Collezione di Giorgio Ghiringhelli.

Mostre

Frammenti di antichità a Rancate

Capolavori italici, etruschi e greci esposti a Rancate, nell’ambito della mostra che rende omaggio alla versatile attività di collezionista di Giovanni Z …

Mostre - Ascona

Morandi inaugura il San Materno

Trenta opere dell’artista italiano dei primi del ‘900 negli spazi del Castello riqualificati recentemente con i fondi della Fondazione di Kurt e Barbara Alten.

Mostre

Il gusto vario e raffinato di Giovanni Züst

Per la prima volta una mostra riunisce le collezioni d'arte che Giovanni Züst donò a enti pubblici svizzeri. Il GdP è mediapartner di questa bella …

Mostre - Lugano e Carona

Petrini: una scoperta e dieci dipinti inediti

Due esposizioni alla Galleria Canesso di Lugano e alla Loggia di Carona. A 25 anni dall’indimenticabile mostra dedicata al pittore, importanti novità arrivano …

Mostre - Lugano

Profumi, odori e puzze... in mostra

La curiosa esposizione “Ficcanaso in città” apre i battenti a Villa Saroli questo sabato.

 

 

Mostre - LAC

Gli artisti si affrontano “Sulla croce”

Undici autori, soprattutto della modernità, e sedici opere, lungo un percorso tematico. Lo stesso motivo declinato in stili, culture, generi espressivi diversi. …

Mostre - Ascona

Dadaismo, cento di questi anni

Il Comune di Ascona onora il centenario della corrente artistica con una mostra al Museo d’arte moderna.

Mostre - Premio Migros Ticino

Riconoscimento per Karim Forlin

L’artista si aggiudica il premio di "incoraggiamento alla creazione artistica 2016”. La giuria ha inoltre deciso di attribuire una menzione d’onore …

Mostre

La Croce in mostra allo Spazio -1

La Collezione Gioancarlo e Danna Olgiati persenta un allestimento dedicato alla Croce. In mostra opere di Giovanni Orelli, Roberto Ciaccio, e altri.

Mostre - Dossier Pinacoteca Züst

Leggo quando e quel che mi pare

L'undicesima puntata della rubrica di Michele Fazioli sulla mostra "Leggere, leggere, leggere!".

Mostre - Dossier Pinacoteca Züst

Uno sguardo trasognato

La decima puntata della rubrica di Michele Fazioli sulla mostra "Leggere, leggere, leggere!".

Mostre - Zurigo

Affluenza record per il Museo nazionale

Le varie esposizioni sono state visitate da oltre 230'000 persone. L'edificio sulle rive della Limmat sarà rinnovato sarà inaugurato il prossimo …

Mostre - Lugano

La pittura fatale di Sander in mostra

Le opere dell'artista di origine austriaca resteranno esposte alla galleria d’arte “il Tarlo” di Viganello fino al 15 gennaio 2016.

Mostre - Dossier Pinacoteca Züst

Due sguardi su una lettrice

La nona puntata della rubrica di Michele Fazioli sulla mostra "Leggere, leggere, leggere!".

Accesso e-GdP

Banner Libro Bonefferie

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

banner_spot_youtube_chi_siamo.png

misericordia_2015.jpg

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg