Home > Cultura > Mostre

Gli artisti si affrontano “Sulla croce”

27.03.2016 - aggiornato: 24.06.2016 - 14:02

Undici autori, soprattutto della modernità, e sedici opere, lungo un percorso tematico. Lo stesso motivo declinato in stili, culture, generi espressivi diversi. Allo Spazio -1 fino al 29 maggio.

(http://www.collezioneolgiati.ch)

di Dalmazio Ambrosioni

 

All’interno dei temi del religioso e del sacro, il soggetto della croce è uno dei più presenti nell’iconografia cristiana, che costituisce un pilastro portante della nostra civiltà. Si è però diradato sin quasi a sparire nell’arte moderna e contemporanea, e questa espulsione dalla scena artistica è uno degli elementi socio-culturali più auto-censori nell’arte del Novecento fino ad oggi. Per rimanere alle nostre latitudini, già P. Giovanni Pozzi in varie pagine e con precisione in uno scritto del 1993 su Avvenire poneva il tema, sperando «in una resurrezione dell’iconografia cristiana», che da alcuni segnali era indotto a ritenere possibile. Quell’auspicio viene ora raccolto e reso visibile dalla Collezione Olgiati con la mostra intitolata Sulla croce. La croce come elemento centrale del cristianesimo, simbolo della sofferenza e della morte, e finalmente (resurrexit sicut dixit) di resurrezione e di redenzione; la croce come incontro tra cielo e terra già nelle culture primigenie dell’uomo. 

 

In sintonia con il tema la mostra è concentratissima, 11 artisti e 16 opere. Oltre alla scelta di autori ed opere, la sua forza è data dall’allestimento che si sviluppa lungo un percorso tematico e non cronologico. Riesce così a indirizzare l’attenzione sui modi in cui i vari autori hanno affrontato lo stesso tema della croce e della sofferenza in tempi, luoghi, stili, culture e generi espressivi diversi. Come? Facendo propri i temi sintetizzati nella croce - dramma e perdita ma anche speranza e certezza - lungo il solco fecondo della cultura cristiana. Per cui il relazionarsi, il confrontarsi, il collidere a volte anche inquietante e quasi provocatorio di un’opera con l’altra, nel momento in cui sommuove il magma di sentimenti, emozioni, memorie anche ancestrali e collettive, ebbene nello stesso momento dischiude una serie di richiami puntuali e ben indirizzati alla cultura e alla tradizione cristiana. In questo modo riesce ad aggiungere a quel formidabile capitolo della nostra civiltà una pagina in più, una sorta di aggiornamento consistente sì nell’analisi delle opere ma ancor di più nello sforzo dei vari saggisti di decodificare, interpretare ed attualizzare il tema lungo i contrafforti di una cultura moderna sempre più costretta (anche dai drammatici eventi dei nostri giorni) a finalmente recuperare ed inserirsi in una tradizione possente. La croce torna ad essere un paradigma anche di questo nostro tempo sospeso tra follia e tragedia.

 

Risalendo nel tempo, la mostra parte dal 1602 con il dipinto San Sebastiano alla colonna di Ludovico Carracci. Prosegue con Gesù Bambino dormiente sulla croce, 1742, del locarnese Giovanni Antonio Felice Orelli, sicuramente delizioso ma in verità geniale sintesi teologica, con Gesù posato sulla croce come nella culla, con la mano sul mondo. La maggior parte delle opere è tuttavia di autori moderni e contemporanei. Qui è la grande sfida, qui lo sforzo di aggiornare la tradizione, di mettere in scena il rapporto interiore tra l’umanità e la croce, le sofferenze che serpeggiano nel mondo (ed ancor più nell’intimo degli animi) e i drammi che segnano il nostro tempo come un corpo martoriato. Straordinarie naturalmente le ceramiche di Lucio Fontana e la cera di Medardo Rosso, inquietante la combustione di Burri, sorprendente (chi se l’aspettava?) il piccolo ex voto di Yves Klein, di gran classe i due bronzi “locarnesi” di Marino Marini, ma l’attenzione viene rubata dalle immagini più attuali. Dalla Via Crucis fotografica dell’albanese Adrian Paci, da L’uomo disteso in legno di tiglio bruciato di Paloma Warga Weisz, dalle linee e dagli spazi di Roberto Ciaccio e per me soprattutto da Punto croce di Kounellis: una grande croce in ferro intrecciata di cotoni rossi, posata come in attesa del Cireneo del XXI secolo. 

 

Una piccola-grande mostra. Per lo sguardo, per la mente, per il cuore.

Mostre

Un percorso da sfogliare

Negli spazi dell’ex Macello di Lugano si snocciolano le opere di Dario Bianchi. L’itinerario fa tappa presso alcuni personaggi noti …

Mostre - Lugano

Sui binari del tempo viaggiano arte e società

In corso alla Biblioteca cantonale di Lugano una mostra sulle vedute e le stampe storiche di manufatti umani e paesaggi della Collezione di Giorgio Ghiringhelli.

Mostre

Frammenti di antichità a Rancate

Capolavori italici, etruschi e greci esposti a Rancate, nell’ambito della mostra che rende omaggio alla versatile attività di collezionista di Giovanni Z …

Mostre - Ascona

Morandi inaugura il San Materno

Trenta opere dell’artista italiano dei primi del ‘900 negli spazi del Castello riqualificati recentemente con i fondi della Fondazione di Kurt e Barbara Alten.

Mostre

Il gusto vario e raffinato di Giovanni Züst

Per la prima volta una mostra riunisce le collezioni d'arte che Giovanni Züst donò a enti pubblici svizzeri. Il GdP è mediapartner di questa bella …

Mostre - Lugano e Carona

Petrini: una scoperta e dieci dipinti inediti

Due esposizioni alla Galleria Canesso di Lugano e alla Loggia di Carona. A 25 anni dall’indimenticabile mostra dedicata al pittore, importanti novità arrivano …

Mostre - Lugano

Profumi, odori e puzze... in mostra

La curiosa esposizione “Ficcanaso in città” apre i battenti a Villa Saroli questo sabato.

 

 

Mostre - LAC

Gli artisti si affrontano “Sulla croce”

Undici autori, soprattutto della modernità, e sedici opere, lungo un percorso tematico. Lo stesso motivo declinato in stili, culture, generi espressivi diversi. …

Mostre - Ascona

Dadaismo, cento di questi anni

Il Comune di Ascona onora il centenario della corrente artistica con una mostra al Museo d’arte moderna.

Mostre - Premio Migros Ticino

Riconoscimento per Karim Forlin

L’artista si aggiudica il premio di "incoraggiamento alla creazione artistica 2016”. La giuria ha inoltre deciso di attribuire una menzione d’onore …

Mostre

La Croce in mostra allo Spazio -1

La Collezione Gioancarlo e Danna Olgiati persenta un allestimento dedicato alla Croce. In mostra opere di Giovanni Orelli, Roberto Ciaccio, e altri.

Mostre - Dossier Pinacoteca Züst

Leggo quando e quel che mi pare

L'undicesima puntata della rubrica di Michele Fazioli sulla mostra "Leggere, leggere, leggere!".

Mostre - Dossier Pinacoteca Züst

Uno sguardo trasognato

La decima puntata della rubrica di Michele Fazioli sulla mostra "Leggere, leggere, leggere!".

Mostre - Zurigo

Affluenza record per il Museo nazionale

Le varie esposizioni sono state visitate da oltre 230'000 persone. L'edificio sulle rive della Limmat sarà rinnovato sarà inaugurato il prossimo …

Mostre - Lugano

La pittura fatale di Sander in mostra

Le opere dell'artista di origine austriaca resteranno esposte alla galleria d’arte “il Tarlo” di Viganello fino al 15 gennaio 2016.

Mostre - Dossier Pinacoteca Züst

Due sguardi su una lettrice

La nona puntata della rubrica di Michele Fazioli sulla mostra "Leggere, leggere, leggere!".

Accesso e-GdP

Banner Libro Bonefferie

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

banner_spot_youtube_chi_siamo.png

misericordia_2015.jpg

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg