Home > Cultura > Mostre

La lunga avventura di Visarte

23.06.2016 - aggiornato: 24.06.2016 - 14:02

Ricorrono i 150 anni dell’Associazione, che da sempre - ha ricordato Alain Berset - si occupa di difendere gli interessi e la professionalità di chi lavora in campo artistico.

di Dalmazio Ambrosioni

 

 

Per Alain Berset, Consigliere federale e capo del Dipartimento dell’interno, Visarte è una garanzia di qualità e un’ambasciatrice culturale della Svizzera. «È da tempo un attore imprescindibile della politica culturale e un importante interlocutore della Confederazione. Se la Svizzera è dotata di una politica artistica, lo dobbiamo in gran parte a questa associazione». E nella prefazione al numero di “Art Suisse” apparso da poco e dedicato ai 150 anni di Visarte, Alain Berset ne precisa gli scopi: «Difende gli interessi di chi opera nel settore delle arti visive e offre importanti prestazioni quali una cassa pensioni, indennità giornaliere in caso di malattia e consulenza giuridica».

Musica per le orecchie degli artisti che, grazie proprio alla nascita e all’attività dell’Associazione, si sono visti riconosciuti sia il loro status che i loro diritti, e che oggi raccolgono un suggello politico al massimo livello. Il giudizio del ministro della cultura è un risultato significativo soprattutto perché, riconoscendo il ruolo di questa Società, di fatto sancisce la figura professionale di chi ne fa parte. Il che non è scontato visto che ancora oggi, almeno a livello di comunicazione, il concetto di “artista” rimane parecchio vago e spesso anche abusato. Per questo c’è Visarte, le cui finalità dichiarate rimangono essenzialmente, oggi come 150 anni fa, quelle di «creare nuove possibilità espositive per far apprezzare l’arte svizzera ad un’ampia platea, e lottare per i diritti e la sicurezza sociale degli artisti».

Due traguardi che vanno perseguiti con continuità. Non sono scontati oggi come non lo sono mai stati nemmeno sul piano storico, se solo si pensa che uno dei capitoli più turbolenti della sua storia si è dipanato attorno alla questione dell’ammissione delle donne. Risultato? Oggi, sia a livello nazionale con Regine Helbling, sia cantonale con Fabiola Quezada, origini messicane, alla testa ci sono proprio due donne.

Storia di un successo - La data storica è il 1 maggio 1866, per l’appunto 150 anni fa, quando a Ginevra viene fondata la Società Pittori e Scultori Svizzeri. Gli architetti vi aderiranno soltanto alcuni decenni dopo, nel 1905, dando vita in forma ufficiale alla SPSAS, dalla quale nel 2001 prende origine l’attuale Visarte. Tre date per un quadro di sintesi. Ma come e soprattutto perché poco dopo la metà dell’Ottocento si è avvertita la necessità di un’associazione degli artisti svizzeri?
Occorre retrocedere di un paio d’anni, al 1864, quando il pittore Frank Buchser e lo scrittore Gottfried Keller, una sorta di mito nazionale nel panorama letterario elvetico, si incontrano a Zurigo sulla base di una medesima insoddisfazione. Secondo loro, la Società Svizzera di Belle Arti non fa abbastanza per promuovere l’arte e per tutelare gli interessi degli artisti. In secondo luogo entrambi notano il calo di qualità delle esposizioni Turnus, allestite appunto “a turno” in alcune città svizzere, ad esempio nel 1895 a Lugano. Troppo dilettantismo, dicono.

 

Continua a leggere sul GdP di oggi

 

Mostre

Un percorso da sfogliare

Negli spazi dell’ex Macello di Lugano si snocciolano le opere di Dario Bianchi. L’itinerario fa tappa presso alcuni personaggi noti …

Mostre - Lugano

Sui binari del tempo viaggiano arte e società

In corso alla Biblioteca cantonale di Lugano una mostra sulle vedute e le stampe storiche di manufatti umani e paesaggi della Collezione di Giorgio Ghiringhelli.

Mostre

Frammenti di antichità a Rancate

Capolavori italici, etruschi e greci esposti a Rancate, nell’ambito della mostra che rende omaggio alla versatile attività di collezionista di Giovanni Z …

Mostre - Ascona

Morandi inaugura il San Materno

Trenta opere dell’artista italiano dei primi del ‘900 negli spazi del Castello riqualificati recentemente con i fondi della Fondazione di Kurt e Barbara Alten.

Mostre

Il gusto vario e raffinato di Giovanni Züst

Per la prima volta una mostra riunisce le collezioni d'arte che Giovanni Züst donò a enti pubblici svizzeri. Il GdP è mediapartner di questa bella …

Mostre - Lugano e Carona

Petrini: una scoperta e dieci dipinti inediti

Due esposizioni alla Galleria Canesso di Lugano e alla Loggia di Carona. A 25 anni dall’indimenticabile mostra dedicata al pittore, importanti novità arrivano …

Mostre - Lugano

Profumi, odori e puzze... in mostra

La curiosa esposizione “Ficcanaso in città” apre i battenti a Villa Saroli questo sabato.

 

 

Mostre - LAC

Gli artisti si affrontano “Sulla croce”

Undici autori, soprattutto della modernità, e sedici opere, lungo un percorso tematico. Lo stesso motivo declinato in stili, culture, generi espressivi diversi. …

Mostre - Ascona

Dadaismo, cento di questi anni

Il Comune di Ascona onora il centenario della corrente artistica con una mostra al Museo d’arte moderna.

Mostre - Premio Migros Ticino

Riconoscimento per Karim Forlin

L’artista si aggiudica il premio di "incoraggiamento alla creazione artistica 2016”. La giuria ha inoltre deciso di attribuire una menzione d’onore …

Mostre

La Croce in mostra allo Spazio -1

La Collezione Gioancarlo e Danna Olgiati persenta un allestimento dedicato alla Croce. In mostra opere di Giovanni Orelli, Roberto Ciaccio, e altri.

Mostre - Dossier Pinacoteca Züst

Leggo quando e quel che mi pare

L'undicesima puntata della rubrica di Michele Fazioli sulla mostra "Leggere, leggere, leggere!".

Mostre - Dossier Pinacoteca Züst

Uno sguardo trasognato

La decima puntata della rubrica di Michele Fazioli sulla mostra "Leggere, leggere, leggere!".

Mostre - Zurigo

Affluenza record per il Museo nazionale

Le varie esposizioni sono state visitate da oltre 230'000 persone. L'edificio sulle rive della Limmat sarà rinnovato sarà inaugurato il prossimo …

Mostre - Lugano

La pittura fatale di Sander in mostra

Le opere dell'artista di origine austriaca resteranno esposte alla galleria d’arte “il Tarlo” di Viganello fino al 15 gennaio 2016.

Mostre - Dossier Pinacoteca Züst

Due sguardi su una lettrice

La nona puntata della rubrica di Michele Fazioli sulla mostra "Leggere, leggere, leggere!".

Accesso e-GdP

Banner Libro Bonefferie

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

banner_spot_youtube_chi_siamo.png

misericordia_2015.jpg

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg