Home > Cultura > Musica

Sorprese in casa Galilei

16.07.2016 - aggiornato: 16.07.2016 - 18:38

Mercoledì al Centro scolastico di Montagnola si esibirà l’Accademia Arcadia. Un modo per indagare il rapporto fra il celebre scienziato e il mondo delle sette note.

di Zeno Gabaglio

 

Per presentare una figura complessa e intrigante come quella di Galileo Galilei un semplice concerto – per lui che comunque fu strettamente legato alla musica – probabilmente non è abbastanza. Ed è per questo che Ceresio Estate – per l’appuntamento che si terrà il prossimo mercoledì 20 luglio alle ore 20.30 presso il Centro scolastico di Montagnola – ha invitato il gruppo Accademia d’Arcadia per dar vita a uno spettacolo autenticamente multimediale. Un percorso di fascinazione uditiva e visuale che Alessandra Rossi Lürig – concertatrice del gruppo – ha voluto qui introdurci.

Se una certa popolarità in ambito musicale gode il nome di Vincenzo Galilei, non così immediata è l’Associazione tra il nome di suo figlio (il grande fisico, astronomo e matematico Galileo) e il mondo delle sette note. Quali furono quindi tali legami?
A metà del Cinquecento Vincenzo Galilei fu un importante musicista – membro della celebre Camerata fiorentina dei Bardi – ma anche un teorico rivoluzionario, che non accettò le idee fino ad allora predominanti di Gioseffo Zarlino perché funzionavano in teoria, ma non corrispondevano a ciò che lui sperimentava nella pratica. I suoi esperimenti sulla tensione delle corde furono eseguiti con l’aiuto del figlio Galileo, allora adolescente, che poi li riprese in età matura nel fondamentale trattato Sidereus Nuncius. Si può quindi dire che la scienza moderna – non solo teoria, ma anche verifica empirica – nacque con l’insegnamento musicale di Vincenzo verso il figlio Galileo, colui che avrebbe per sempre cambiato la lettura dei fenomeni naturali.

Nel programma di concerto – oltre al padre Vincenzo e al meno celebre fratello Michelangelo Galilei – ci sono compositori fondamentali quali Claudio Monteverdi, Giulio Caccini e Girolamo Frescobaldi, accanto a nomi meno conosciuti come quelli di Cristofano Malvezzi, Claudio Saracini o Francesco Turini. Che tipo di idee vi hanno condotto attraverso le scelte musicali?
Innanzitutto abbiamo voluto evidenziare i legami interni alla famiglia Galilei e poi anche scegliere quelle musiche che toccarono Galileo da vicino, come il brano di Malvezzi composto per le nozze di Ferdinando de’ Medici e Caterina di Lorena cui presero parte come liutisti sia Vincenzo sia Galileo. Caccini fece anche lui parte della Camerata de’ Bardi e le sue “Nuove Musiche” sono il frutto musicale delle teorizzazioni di Vincenzo.

L’epoca storica compresa nel Progetto Galileo è quella del tardo Rinascimento, un periodo spesso ritenuto insuperato per il fiorire sia delle arti sia – in senso lato – dell’essere umano. Quali sono gli elementi che hanno reso il Rinascimento così straordinario?
Il nostro obiettivo si concentra sui primi quarant’anni del Seicento, cioè su quel tardo Rinascimento in cui il manierismo e la nascita del Barocco portarono a un radicale mutamento di stile in tutte le arti: la musica subisce una rivoluzione totale in cui si rompono quegli schemi così equilibrati e proporzionati che caratterizzavano il sentire rinascimentale. L’estetica barocca del primo Seicento nega le regole e le certezze abbracciando l’asimmetria, il contraddire, lo stupefare: l’arte diviene ode all’infinito, alla meraviglia, alla metafora e al simbolo.

Il Progetto Galileo non si presenta come un semplice concerto quanto piuttosto come uno spettacolo multisensoriale. Cosa si troveranno di fronte gli spettatori che verranno a Montagnola?
Si tratta di un progetto performativo che racconta la figura di Galileo attraverso la musica dal vivo e la video-arte, per dare una prospettiva nuova dell’uomo Galileo non solo come padre del pensiero moderno europeo, ma anche come appassionato musicista. Le due rivoluzioni da lui vissute in prima persona (quella scientifica e quella musicale) sono inseparabili e noi vogliamo raccontare proprio questo: come la scienza e la musica per Galileo non siano state altro che la stessa voce di quel “grande libro della natura” che è l’universo.

 

Musica

Intorno al ritmo

Luca Cerchiari presenta due concerti che definisce "un esempio di policromia concettuale ed espressiva": quello del duo Don Byron e Aruan Ortiz e quello di George …

Musica

Shakira sospende il tour europeo

Problemi alle corde vocali per la cantante pop, costretta a una pausa forzata. Il concerto in programma il 1. dicembre dall'Hallenstadion di Zurigo sarà …

Musica

Addio a Elio e le Storie Tese

Dopo 37 anni di successi, il gruppo ha deciso di sciogliersi. Concerto d'addio il 19 dicembre al Forum di Assago: "Vogliamo lasciare un bel ricordo, di persone ancora …

Musica

A Mendrisio musica per tutti i gusti

Sabato 24 giugno 35 gruppi musicali si alterneranno fino a notte fonda sui palchi allestiti nel nucleo del Borgo. Poi la festa continuerà fino all’alba, ma a …

Musica

Disco d'oro per i Sinplus

Il giovane duo Locarnese lo ha conquistato con "Tienimi forte". È la prima band svizzera ad avere ottenuto tale riconoscimento con una canzone in italiano.

Musica

Tramonto nero per il Rock

Anno triste il 2016 con la morte di grandi star che hanno fatto la storia del rock. Su 25 artisti con incassi da record, 19 hanno più di 50 anni. I giovani colmeranno il …

Musica

Addio a Chuck Berry, uno dei re del rock

Fu uno dei musicisti che diedero nuovo impulso alla musica, creando il Rock 'N' Roll. Aveva 90 anni.

Musica

MusicNet conferma il suo successo

Si è conclusa domenica l’ottava edizione, che si è presentata in una veste totalmente rinnovata con un’offerta ricca di eventi che si sono svolti nell …

Musica

JazzAscona, alcuni nomi della 33ma edizione

Sul palco del festival saliranno Opé Smith, Soul Brass Band, The New Orleans Jazz Vipers, Glen David Andrews & Twogether, The New Orleans Swamp Donkeys e molti altri …

Musica

"Awakening", il nuovo disco di Sebalter

Il cantante, compositore, violinista e chitarrista ticinese ritorna sulle scene musicali con il suo secondo album, in uscita venerdì, con 10 nuove canzoni pop e …

Musica

Anche i Gotthard a Moon&Stars

La rock band svizzera salirà sul palco nell'ultima data della manifestazione, che avrà luogo dal 14 al 22 luglio a Locarno.

Musica

Una stagione a ritmo... afro-americano

Tra il Ticino e la vicina Milano sono molti gli appuntamenti. Privilegiata la contemporaneità, ma senza dimenticare i valori degli stili meno vicini del tempo …

Musica

"Silver", il nuovo album dei Gotthard

La rock band svizzera celebra i 25 anni di attività con l'uscita del nuovo disco, prevista il 13 di gennaio, e nuovi concerti in Europa e in Svizzera.

Musica

La musicologia dopo l'ideologia

Negli anni '70-'80 il dibattito sui criteri di selezione per i festival era vivace. In seguito, i direttori artistici sono cresciuti in numero e preparazione  …

Musica - Premio

Grand Prix svizzero a Sophie Hunger

Assegnato giovedì sera a Losanna dal ministro della cultura Alain Berset il prestigioso riconoscimento nelle mani della cantante bernese

Musica - Ceresio Estate

Sorprese in casa Galilei

Mercoledì al Centro scolastico di Montagnola si esibirà l’Accademia Arcadia. Un modo per indagare il rapporto fra il celebre scienziato e il mondo …

Accesso e-GdP

Banner Libro Bonefferie

banner_concorso_presepi_2017.jpg

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

banner_spot_youtube_chi_siamo.png

misericordia_2015.jpg

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg