Home > Cultura > Teatro

Al Teatro di Locarno tutti i limiti della solitudine

28.01.2016 - aggiornato: 24.06.2016 - 14:02

Ieri sera e martedì è anadata in scena la pièce "Due donne che ballano", commedia agrodolce di Josep Maria Benet Jornet.

(foto dal web)

di Margherita Coldesina

 

Josep Maria Benet Jornet, classe 1940, suonerà a molti come un nome sconosciuto. Invece è un celebrato drammaturgo spagnolo contemporaneo che ha influenzato almeno due generazioni di giovani autori catalani. E parecchio rappresentato: qui in Europa ma anche negli USA e in Argentina.

 

Sua la pièce "Due donne che ballano", commedia agrodolce andata in scena al Teatro di Locarno ieri sera e martedì. 

Curioso che la platea non fosse affollatissima, dato che sul palcoscenico si alternavano due star della scena teatrale italiana contemporanea: Maria Paiato (memorabile nel vestire i panni dell'anziana, dispotica signora) e Arianna Scommegna (la badante).

 

Sul palco vi è la riproduzione di un soggiorno, una finestra consunta, un tavolinetto di poche pretese. Le bellissime luci di Gianni Staropoli scandiscono le giornate, sempre uguali, sempre pesantissime da attraversare.

E si intuisce la presenza di un cucinino, girato l'angolo. Lo stile d'insieme è marcatamente popolare e il mobilio soffre il passare degli anni come le rughe che affollano il volto di una vecchia. Trionfano sulla libreria centinaia di fumetti, "giornalini" - come li chiama la padrona di casa riesumando la gioia che l'attraversava in gioventù, leggendoli (e abbiamo scoperto che trattasi di una passione trasferita dall'autore al personaggio). La storia delle due donne è una piccola storia come ce ne sono molte: il racconto di una feroce solitudine "risolta" in ostilità, aggressività e malfidenza.

 

La Scommegna, qui splendidamente calata nel ruolo di laureata cui tocca improvvisarsi badante per racimolare qualche soldo, fatica a farsi accettare dalla vecchia signora, che mal volentieri acconsente a una presa a carico da parte della figlia e del figlio, eternamente assenti. Ne scaturisce una conversazione banale ma intrisa di parolacce, un linguaggio che trasuda odio e sfiducia nei confronti della giovane inserviente. La quale, tuttavia -assecondando una perversa simbiosi sottrattiva - incassa gli insulti rilanciando, qui e là, battute al vetriolo. Palesando un disinteresse generalizzato per la vita.

 

Ma quando la badante, depressa, inconsolabile per la morte del figlioletto, confessa il suo male di vivere all'anziana, ecco sbocciare il seme della solidarietà, dell'onesta comprensione. E la stesura di un piano. Ma non vitale: una soluzione drastica. Il suicidio condiviso. Sulle note eterne di "Something studip" le due donne, ora meno schive, eroicamente ballano. Finalmente insieme.

 

Teatro

Problemi e attese per il nostro teatro

Forum di discussione con le compagnie della Svizzera italiana. La scena indipendente è molto attiva, produttiva, creativa, ma i punti di criticità non …

Teatro

L’Elettra appassionata di Anahì Traversi

È andata in scena giovedì sera la prima della nuova produzione di LuganoInScena. Convince la protagonista, meno l'attualizzazione registica.

Teatro

In quel cerchio magico di un "vero per finta"

Intervista a Flavia Armenzoni, direttrice del Teatro delle Briciole di Parma, che domenica ha aperto la rassegna "Senza confini" al Teatro Foce di Lugano.

Teatro

Il Cortile, luogo di culto per un teatro di qualità

Lo spazio teatrale che ha sede a Viganello compie dieci anni. Intervista con il fondatore, Emanuele Santoro.

Teatro - Musical

Sebalter salpa col Titanic!

Il cantautore ticinese parteciperà come comparsa a due rappresentazioni del musical all'aperto a Melide il 25 e 26 agosto, esibendosi anche come violino solista.

Teatro - L'intervista

"Titanic è un musical universale"

Parola al regista Stanislav Moša: "Tra la nascita e la morte cosa rimane nel mezzo? L’amore, ecco tutto. Titanic è l’amore nelle sue …

Teatro - Spettacolo

Una panchina e una presenza in platea

La panchina è quella dei nostri parchi, dove ci si siede e ci si incontra“Per te” è soprattutto dedicato a Julie, ai suoi consigli, al risuonare …

Teatro

Gli appuntamenti teatrali di Longlake

Il festival, al via il 23 giugno, offre diversi appuntamenti interessanti. Per quanto riguarda il teatro segnaliamo “Transiberiana” e “A ritrovar le storie …

Teatro - LAC

Il teatro svela arte e segreti al pubblico

Approdata al nuovo centro culturale di Lugano una 30ina di collaboratori della compagnia Finzi Pasca allo scopo di terminare l'ultimo lavoro. Quattro incontri aperti al …

Teatro - Teatro Dimitri

"Ho visto potenzialità e ho accettato"

I progetti ambiziosi della nuova direttrice del teatro di Verscio Kami Manns. La prima decisione presa: estendere la programmazione da …

Teatro

Arlecchino (86enne) servitore di due padroni

Per la prima (e ultima) volta a Lugano la storica rappresentazione firmata da Giorgio Strehler con Ferruccio Soleri, l'Arlecchino italiano di sempre.

Teatro - LAC

Prosegue la collaborazione con il Piccolo

Dopo il successo di Gabbiano, una nuova produzione di LuganoInScena vede la collaborazione con il teatro di Milano: “Ifigenia, liberata", per la regia di Carmelo …

Teatro - Il 13 maggio a Lugano

"Pilade" di Pasolini al LAC

Dopo il felice debutto al Teatro Vascello di Roma, “Pilade” di Pasolini approda il 13 maggio al LAC di Lugano. Abbiamo fatto alcune domande al …

Teatro

La Compagnia Baccalà vince il Premio svizzero della scena

Formata dalla ticinese Camilla Pessi e dal siciliano Simone Fassari, che si sono conosciuti durante la formazione alla Scuola Teatro Dimitri, …

Teatro - In scena dal 15 aprile

Dal viaggio al diario, fino al racconto teatrale

Una giornalista compie il sogno di molti, Pechino-Mosca, quasi 8mila km via terra attraverso la Mongolia. Tornata, scrive e descrive... Un’attrice interpreta... Un …

Teatro - LAC

"La Locandiera" di Chiodi, un successo

L'intramontabile commedia goldoniana era in scena lunedì di fronte a un'affollatissima Sala Teatro del LAC. La recensione di Margherita Coldesina.

Accesso e-GdP

Banner Libro Bonefferie

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

banner_spot_youtube_chi_siamo.png

misericordia_2015.jpg

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg