Home > Cultura > Teatro

Anche Chiapparino dà i numeri...

14.09.2016 - aggiornato: 14.09.2016 - 09:14

Nuova stagione in forte sinergia con LuganoInScena: 47 le produzioni locali, di cui 10 al LAC, mentre Rifici porterà in zona Cassarate quattro spettacoli del LIS.

 

(foto Maffi)

di Manuela Camponovo

 

Ottimista lo vorrebbe essere Roberto Badaracco (Dicastero Cultura) di nuovo presente ad un’altra conferenza stampa (nuova stagione del Foce, Teatro e Studio), lodando l’importanza della struttura, ma poi sottolineando comunque la carenza logistica di cui soffre Lugano, avendo perso una sala di media grandezza come il Cittadella: «Vedremo se in futuro sarà possibile sviluppare questo ambito…». Ma vicino al fiume, più che al lago, l’offerta della produzione locale è importante con una media di affluenza di 15.000-20.000 spettatori l’anno e si tratta di sviluppare sinergie e collaborazioni per non creare, rispetto al LAC, una serie A e una serie B… Il concetto insomma dovrebbe essere questo. Anche se, per ora (nota personale) la distanza sembra ancora tanta…

Dal canto suo, Claudio Chiapparino, che come direttore Divisione Eventi e Congressi della Città di Lugano gestisce anche il Foce, dopo una introduzione con alcune informazioni di servizio (entro la fine di ottobre saranno ultimati i lavori del foyer che si spera diventi un punto d’incontro tra artisti e pubblico), più che illustrare i contenuti (raccolti nel programma) ha preferito “dare i numeri”. Anche lui! Ma non di affluenza come il LAC, ma relativi alle proposte. Perché questa stagione dovrebbe segnare anche una svolta, un ulteriore sviluppo del rapporto con LuganoInScena.

Gli intrecci sono complessi. Per la rassegna “Home”, che comprende le creazioni delle compagnie, appunto, di casa: alcune sono state scelte da Carmelo Rifici per essere rappresentate al LAC (nella Sala grande o nel TeatroStudio); altre andranno sul palco del Foce ma nell’ambito del cartellone di LuganoInScena; d’altra parte, Rifici porterà in zona Cassarate alcune produzioni di sua scelta e di compagnie non locali… In un gioco di reciprocità e vasi comunicanti che al Foce coinvolge anche Il Cortile di Viganello, il Pan e il Teatro delle Radici, che hanno le loro sale poco più in là… Vedremo quali saranno le possibili ricadute anche sulle abitudini dello spettatore, l’affezionato alla familiarità intima, quasi feriale del Foce, saprà fare lo sforzo di varcare l’imponente soglia del LAC? E viceversa?

In sostanza: 47 gli spettacoli (stiamo parlando del primo semestre, per praticità, anche se qualche anticipazione sul prossimo anno viene già data) di 35 compagnie e artisti, di cui 15 sotto il cappello LIS (5 al Foce, 10 al LAC, 6 in Sala grande, 4 nella sala piccola; 9 prime e 6 riprese); 27 al Foce (4 LIS, 22 prime, 5 riprese). Inoltre: 9 al Cortile, 1 allo Spazio Pan. In tutto: 32 prime, 15 riprese. 5 recital; 5 di danza; 5 “family”. Intanto s’inizia con il Festival delle marionette di Poletti e con il Festival Internazionale del Teatro (entrambi già illustrati a suo tempo).

Naturalmente ritorneranno le rassegne del MAT e di “Senza confini”. Tra le novità Home: DesertoDentroTeatro con lo Shakespeare di “Racconto d’inverno”, un’“Antigone” del collettivo di attori diplomati all’Accademia Teatro Dimitri, Patrizia Barbuiani che si confronta con “Il piccolo principe”, “La regina delle nevi”, prima assoluta, coproduzione Teatro Pan, Teatro Invito, LIS; la produzione LIS “Elektra” con Anahì Traversi, Pia Lanciotti, Adele Raes, Igor Horvat e Roberto Molo, regia di Andrea Novicov, il Teatro Paravento con “Il ritorno della miliardaria” che s’ispira al classico di Dürrenmatt “La visita della vecchia signora”, “Personal Interpretation of dance” di Filippo Armati, “Il viaggio di “Abar e Babir” di Stefania Mariani; il debutto registico di Simon Waldvogel con “Adios” è previsto per febbraio. Si allarga davvero alla Svizzera italiana questo cartellone includendo la creazione grigionese “Circondario confinante” della compagnia InauDita. Tra le riprese segnaliamo: “L’arco di San Marco” di Ferruccio Cainero, “Petali” del Teatro delle Radici, “Emigranti” di Emanuele Santoro. Un programma intensissimo che ha costretto a occupare il palco anche attorno al periodo delle festività di fine anno. Vedremo con quali esiti. 

Il Foce però è anche musica: la rassegna Raclette prenderà il via il 28 ottobre con Sophie Hunger (nominata per i premi svizzeri della musica che saranno proclamati domani), cinema e ballo. Insomma, che si apra il sipario con i migliori auspici.

Teatro

Problemi e attese per il nostro teatro

Forum di discussione con le compagnie della Svizzera italiana. La scena indipendente è molto attiva, produttiva, creativa, ma i punti di criticità non …

Teatro

L’Elettra appassionata di Anahì Traversi

È andata in scena giovedì sera la prima della nuova produzione di LuganoInScena. Convince la protagonista, meno l'attualizzazione registica.

Teatro

In quel cerchio magico di un "vero per finta"

Intervista a Flavia Armenzoni, direttrice del Teatro delle Briciole di Parma, che domenica ha aperto la rassegna "Senza confini" al Teatro Foce di Lugano.

Teatro

Il Cortile, luogo di culto per un teatro di qualità

Lo spazio teatrale che ha sede a Viganello compie dieci anni. Intervista con il fondatore, Emanuele Santoro.

Teatro - Musical

Sebalter salpa col Titanic!

Il cantautore ticinese parteciperà come comparsa a due rappresentazioni del musical all'aperto a Melide il 25 e 26 agosto, esibendosi anche come violino solista.

Teatro - L'intervista

"Titanic è un musical universale"

Parola al regista Stanislav Moša: "Tra la nascita e la morte cosa rimane nel mezzo? L’amore, ecco tutto. Titanic è l’amore nelle sue …

Teatro - Spettacolo

Una panchina e una presenza in platea

La panchina è quella dei nostri parchi, dove ci si siede e ci si incontra“Per te” è soprattutto dedicato a Julie, ai suoi consigli, al risuonare …

Teatro

Gli appuntamenti teatrali di Longlake

Il festival, al via il 23 giugno, offre diversi appuntamenti interessanti. Per quanto riguarda il teatro segnaliamo “Transiberiana” e “A ritrovar le storie …

Teatro - LAC

Il teatro svela arte e segreti al pubblico

Approdata al nuovo centro culturale di Lugano una 30ina di collaboratori della compagnia Finzi Pasca allo scopo di terminare l'ultimo lavoro. Quattro incontri aperti al …

Teatro - Teatro Dimitri

"Ho visto potenzialità e ho accettato"

I progetti ambiziosi della nuova direttrice del teatro di Verscio Kami Manns. La prima decisione presa: estendere la programmazione da …

Teatro

Arlecchino (86enne) servitore di due padroni

Per la prima (e ultima) volta a Lugano la storica rappresentazione firmata da Giorgio Strehler con Ferruccio Soleri, l'Arlecchino italiano di sempre.

Teatro - LAC

Prosegue la collaborazione con il Piccolo

Dopo il successo di Gabbiano, una nuova produzione di LuganoInScena vede la collaborazione con il teatro di Milano: “Ifigenia, liberata", per la regia di Carmelo …

Teatro - Il 13 maggio a Lugano

"Pilade" di Pasolini al LAC

Dopo il felice debutto al Teatro Vascello di Roma, “Pilade” di Pasolini approda il 13 maggio al LAC di Lugano. Abbiamo fatto alcune domande al …

Teatro

La Compagnia Baccalà vince il Premio svizzero della scena

Formata dalla ticinese Camilla Pessi e dal siciliano Simone Fassari, che si sono conosciuti durante la formazione alla Scuola Teatro Dimitri, …

Teatro - In scena dal 15 aprile

Dal viaggio al diario, fino al racconto teatrale

Una giornalista compie il sogno di molti, Pechino-Mosca, quasi 8mila km via terra attraverso la Mongolia. Tornata, scrive e descrive... Un’attrice interpreta... Un …

Teatro - LAC

"La Locandiera" di Chiodi, un successo

L'intramontabile commedia goldoniana era in scena lunedì di fronte a un'affollatissima Sala Teatro del LAC. La recensione di Margherita Coldesina.

Accesso e-GdP

Banner Libro Bonefferie

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

banner_spot_youtube_chi_siamo.png

misericordia_2015.jpg

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg