Home > Cultura > Teatro

Arlecchino (86enne) servitore di due padroni

26.05.2016 - aggiornato: 24.06.2016 - 14:02

Per la prima (e ultima) volta a Lugano la storica rappresentazione firmata da Giorgio Strehler con Ferruccio Soleri, l'Arlecchino italiano di sempre.

(foto dal web)

di Margherita Coldesina

 

A cavallo tra il 1959 e il 1960 Ferruccio Soleri venne selezionato da Giorgio Strehler per sostituire Marcello Moretti - una volta alla settimana - nell'Arlecchino servitore di due padroni, lo spettacolo che il Maestro aveva dato alla luce in via Rovello tredici anni prima, il 24 aprile 1947. Soleri ne divenne ben presto l'interprete principale e proprio vestendo i suoi panni, la maschera bergamasca per eccellenza, vertice della Commedia dell'Arte, sei anni fa è stato menzionato dal Guinness dei primati per la più longeva performance teatrale nello stesso ruolo.

Ma cinquant'anni di tutina colorata a rombi, maschera nera calata sul viso e cappellaccio bianco non hanno affatto intimidito l'interpretazione dell'attore fiorentino, protagonista di un'ennesima replica martedì sera al LAC (il giorno seguente la replica è stata affrontata da un altro attore, Enrico Bonavera) per la rassegna LuganoInScena.

A oltre mezzo secolo dal suo debutto con Strehler e dopo aver collezionato più di duemiladuecento repliche ovunque nel mondo (Siberia compresa, Nuova Zelanda, Giappone e Stati Uniti, Cina) il capolavoro di Carlo Goldoni si presenta vivo e vispo, veicolo atemporale del manifesto teatrale del regista triestino, il quale volle recuperare la maschera di Arlecchino (adattando anche il titolo, originariamente solo Servitore di due padroni) per garantire una risposta più massiccia da parte del pubblico internazionale.

Palestra di attori fra le più rinomate al mondo (quasi tutti i grandi passano da lì, da questa messinscena ereditata oggi da Soleri), Arlecchino servitore di due padroni è uno spettacolo di tre ore... che vola via in un battibaleno. Buffonesco, vivace, tenero e comicissimo, la pièce è incastonata in un palchetto metateatrale intorno e dentro al quale agiscono un poetico, incredibilmente divertente suggeritore (Stefano Guizzi), Pantalone (immenso Giorgio Bongiovanni), la figlia Clarice (Annamaria Rossano, esilarante nei canti e gli a parte), Beatrice / Federico Rasponi (sempre brava Giorgia Senesi, in coppia con Leonardo De Colle alias Florindo), Brighella (Enrico Bonavera), il dottor Lombardi e figlio (Tommaso Minniti e Stefano Onofri, goffo a puntino) e l'allegra Smeraldina, saltellante e incontenibile, qui Alessandra Gigli.

Lo spettacolo, salutato da generosi applausi a scena aperta, è un prodigio: matrimonio felice fra tecnica e apparente naturalezza del gesto / testo, con il suo virtuosismo e i tempi comici che spaccano il secondo, consegna al pubblico di qualsivoglia cultura, comunità parlante, estrazione una parentesi deliziosa e scattante fatta di acrobazie, litigi, abbuffate e innamoramenti. Lo sfarzo della Venezia settecentesca è dipinta su semplici teli intercambiabili a fondale: una scelta minimalista che accelera il ritmo. I costumi sono rigorosi, un piacere per gli occhi. Con Soleri resosi ponte tra un passato mitico e un presente formidabile, l'affamato Zanni / Arlecchino - mentitore indefesso ma perdonato - ha la stoffa per sopravvivere altri cent'anni. Personaggio che, ha dichiarato l'attore, "è stato il mio amante tutte le sere". Come separarsene? E soprattutto, perché mai?

 

Teatro

Problemi e attese per il nostro teatro

Forum di discussione con le compagnie della Svizzera italiana. La scena indipendente è molto attiva, produttiva, creativa, ma i punti di criticità non …

Teatro

L’Elettra appassionata di Anahì Traversi

È andata in scena giovedì sera la prima della nuova produzione di LuganoInScena. Convince la protagonista, meno l'attualizzazione registica.

Teatro

In quel cerchio magico di un "vero per finta"

Intervista a Flavia Armenzoni, direttrice del Teatro delle Briciole di Parma, che domenica ha aperto la rassegna "Senza confini" al Teatro Foce di Lugano.

Teatro

Il Cortile, luogo di culto per un teatro di qualità

Lo spazio teatrale che ha sede a Viganello compie dieci anni. Intervista con il fondatore, Emanuele Santoro.

Teatro - Musical

Sebalter salpa col Titanic!

Il cantautore ticinese parteciperà come comparsa a due rappresentazioni del musical all'aperto a Melide il 25 e 26 agosto, esibendosi anche come violino solista.

Teatro - L'intervista

"Titanic è un musical universale"

Parola al regista Stanislav Moša: "Tra la nascita e la morte cosa rimane nel mezzo? L’amore, ecco tutto. Titanic è l’amore nelle sue …

Teatro - Spettacolo

Una panchina e una presenza in platea

La panchina è quella dei nostri parchi, dove ci si siede e ci si incontra“Per te” è soprattutto dedicato a Julie, ai suoi consigli, al risuonare …

Teatro

Gli appuntamenti teatrali di Longlake

Il festival, al via il 23 giugno, offre diversi appuntamenti interessanti. Per quanto riguarda il teatro segnaliamo “Transiberiana” e “A ritrovar le storie …

Teatro - LAC

Il teatro svela arte e segreti al pubblico

Approdata al nuovo centro culturale di Lugano una 30ina di collaboratori della compagnia Finzi Pasca allo scopo di terminare l'ultimo lavoro. Quattro incontri aperti al …

Teatro - Teatro Dimitri

"Ho visto potenzialità e ho accettato"

I progetti ambiziosi della nuova direttrice del teatro di Verscio Kami Manns. La prima decisione presa: estendere la programmazione da …

Teatro

Arlecchino (86enne) servitore di due padroni

Per la prima (e ultima) volta a Lugano la storica rappresentazione firmata da Giorgio Strehler con Ferruccio Soleri, l'Arlecchino italiano di sempre.

Teatro - LAC

Prosegue la collaborazione con il Piccolo

Dopo il successo di Gabbiano, una nuova produzione di LuganoInScena vede la collaborazione con il teatro di Milano: “Ifigenia, liberata", per la regia di Carmelo …

Teatro - Il 13 maggio a Lugano

"Pilade" di Pasolini al LAC

Dopo il felice debutto al Teatro Vascello di Roma, “Pilade” di Pasolini approda il 13 maggio al LAC di Lugano. Abbiamo fatto alcune domande al …

Teatro

La Compagnia Baccalà vince il Premio svizzero della scena

Formata dalla ticinese Camilla Pessi e dal siciliano Simone Fassari, che si sono conosciuti durante la formazione alla Scuola Teatro Dimitri, …

Teatro - In scena dal 15 aprile

Dal viaggio al diario, fino al racconto teatrale

Una giornalista compie il sogno di molti, Pechino-Mosca, quasi 8mila km via terra attraverso la Mongolia. Tornata, scrive e descrive... Un’attrice interpreta... Un …

Teatro - LAC

"La Locandiera" di Chiodi, un successo

L'intramontabile commedia goldoniana era in scena lunedì di fronte a un'affollatissima Sala Teatro del LAC. La recensione di Margherita Coldesina.

Accesso e-GdP

Banner Libro Bonefferie

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

banner_spot_youtube_chi_siamo.png

misericordia_2015.jpg

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg