Home > Cultura > Teatro

Humor britannico... nudo e crudo

03.03.2016 - aggiornato: 03.03.2016 - 19:27

Tutto esaurito e applausi a scena aperta per lo spettacolo in cartellone al Teatro di Locarno

di Margherita Coldesina

Humor britannico: avete presente? Chi lo apprezza ha potuto goderne in abbondanza martedì e mercoledì sera al Teatro di Locarno, che ne era pervaso grazie al nuovo spettacolo in cartellone. Si direbbero moltissimi gli estimatori del genere, visto il doppio tutto esaurito e gli applausi del pubblico anche a scena aperta. "Nudi e crudi" di Alan Bennet, questa la pièce che la regista Serena Sinigaglia - fondatrice del Teatro Ringhiera di Milano e regista di riferimento del Piccolo Teatro... quello che si dice un marchio di garanzia - ha scelto di rappresentare rifacendosi alla traduzione e l'adattamento teatrale di Edoardo Erba. Un testo del 2001 fedelmente restituito sul palcoscenico dalle star Maria Amelia Monti, Paolo Calabresi e dal bravo Nicola Sorrenti. Quest'ultimo, efebico e camaleontico, calato nei panni giullareschi del narratore onnisciente e dei personaggi minori; la Monti in quelli di Mrs Ransome, svampita al punto giusto, simpaticona e trait d'union fra un equivoco e l'altro; Calabresi perfetto nel ruolo del misurato Mr Ransome. Lui, ex "Iena", che ci faceva ridere nel "Biascica" della serie televisiva "Boris". Ai fan di Alan Bennet apparirà come un ripasso, ma è bene sintetizzare la trama di "Nudi e crudi", per quanto sia un testo parecchio rappresentato (pochi anni fa anche Marco Rampoldi vi si cimentò in un allestimento del Franco Parenti).

Due coniugi borghesi britannici, Maurice e Rosemary Ransome, rincasando da una serata trascorsa all'Opera (gli echi di "Così fan tutte" di Mozart sono numerosissimi) si riscoprono vittime di un plateale furto avvenuto nel loro appartamento di benestanti. Ogni cosa: il divano, la credenza, la posateria, persino le tende e la carta igienica si sono portati via i ladri. Di cui ovviamente non c'è traccia; via libera, quindi, ai sopralluoghi della polizia, alle visite dell'assicuratore, della psicologa, il rasta,... La casa dei signori, ormai sgombra, diventa l'intimo teatro in cui vengono sviscerate le dinamiche di coppia dei Ransome. Accampati a terra, ridotti ad accontentarsi di un tavolo da campeggio e due seggioline di tela, i coniugi - dopo lo shok iniziale - tentano di riappropriarsi della loro identità. Rubata, è il caso di dirlo. La più abile ad emanciparsi è lei, la signora, che - favorita dalla recitazione fresca e mai spinta della Monti - tenta un approccio alternativo alla vita. Lui no, non ce la fa, si trascina piagnucolante e nostalgico fra quei muri davvero poco rassicuranti.

Un ciclone di novità scuoterà soprattutto la vita di Rosemary/Monti, la quale, insieme a Maurice/Calabresi, scatta una fotografia divertente e divertita della vita coniugale di due persone di mezza età. Uno spettacolo che non ha la pretesa di essere universale ma che è per tutti, mai volgare, con qualche battuta davvero brillante.

 

 

Teatro

Problemi e attese per il nostro teatro

Forum di discussione con le compagnie della Svizzera italiana. La scena indipendente è molto attiva, produttiva, creativa, ma i punti di criticità non …

Teatro

L’Elettra appassionata di Anahì Traversi

È andata in scena giovedì sera la prima della nuova produzione di LuganoInScena. Convince la protagonista, meno l'attualizzazione registica.

Teatro

In quel cerchio magico di un "vero per finta"

Intervista a Flavia Armenzoni, direttrice del Teatro delle Briciole di Parma, che domenica ha aperto la rassegna "Senza confini" al Teatro Foce di Lugano.

Teatro

Il Cortile, luogo di culto per un teatro di qualità

Lo spazio teatrale che ha sede a Viganello compie dieci anni. Intervista con il fondatore, Emanuele Santoro.

Teatro - Musical

Sebalter salpa col Titanic!

Il cantautore ticinese parteciperà come comparsa a due rappresentazioni del musical all'aperto a Melide il 25 e 26 agosto, esibendosi anche come violino solista.

Teatro - L'intervista

"Titanic è un musical universale"

Parola al regista Stanislav Moša: "Tra la nascita e la morte cosa rimane nel mezzo? L’amore, ecco tutto. Titanic è l’amore nelle sue …

Teatro - Spettacolo

Una panchina e una presenza in platea

La panchina è quella dei nostri parchi, dove ci si siede e ci si incontra“Per te” è soprattutto dedicato a Julie, ai suoi consigli, al risuonare …

Teatro

Gli appuntamenti teatrali di Longlake

Il festival, al via il 23 giugno, offre diversi appuntamenti interessanti. Per quanto riguarda il teatro segnaliamo “Transiberiana” e “A ritrovar le storie …

Teatro - LAC

Il teatro svela arte e segreti al pubblico

Approdata al nuovo centro culturale di Lugano una 30ina di collaboratori della compagnia Finzi Pasca allo scopo di terminare l'ultimo lavoro. Quattro incontri aperti al …

Teatro - Teatro Dimitri

"Ho visto potenzialità e ho accettato"

I progetti ambiziosi della nuova direttrice del teatro di Verscio Kami Manns. La prima decisione presa: estendere la programmazione da …

Teatro

Arlecchino (86enne) servitore di due padroni

Per la prima (e ultima) volta a Lugano la storica rappresentazione firmata da Giorgio Strehler con Ferruccio Soleri, l'Arlecchino italiano di sempre.

Teatro - LAC

Prosegue la collaborazione con il Piccolo

Dopo il successo di Gabbiano, una nuova produzione di LuganoInScena vede la collaborazione con il teatro di Milano: “Ifigenia, liberata", per la regia di Carmelo …

Teatro - Il 13 maggio a Lugano

"Pilade" di Pasolini al LAC

Dopo il felice debutto al Teatro Vascello di Roma, “Pilade” di Pasolini approda il 13 maggio al LAC di Lugano. Abbiamo fatto alcune domande al …

Teatro

La Compagnia Baccalà vince il Premio svizzero della scena

Formata dalla ticinese Camilla Pessi e dal siciliano Simone Fassari, che si sono conosciuti durante la formazione alla Scuola Teatro Dimitri, …

Teatro - In scena dal 15 aprile

Dal viaggio al diario, fino al racconto teatrale

Una giornalista compie il sogno di molti, Pechino-Mosca, quasi 8mila km via terra attraverso la Mongolia. Tornata, scrive e descrive... Un’attrice interpreta... Un …

Teatro - LAC

"La Locandiera" di Chiodi, un successo

L'intramontabile commedia goldoniana era in scena lunedì di fronte a un'affollatissima Sala Teatro del LAC. La recensione di Margherita Coldesina.

Accesso e-GdP

Banner Libro Bonefferie

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

banner_spot_youtube_chi_siamo.png

misericordia_2015.jpg

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg