Home > Cultura > Teatro

L’Elettra appassionata di Anahì Traversi

09.12.2016 - aggiornato: 09.12.2016 - 16:09

È andata in scena giovedì sera la prima della nuova produzione di LuganoInScena. Convince la protagonista, meno l'attualizzazione registica.

© Pietro Tafaro

di Manuela Camponovo

L’attualizzazione non passa solo da aspetti formali, insomma non è sufficiente vestire Elettra come un’esponente di un movimento protestatario delle piazze, fornirla di una piccola tenda canadese dove possa rifugiarsi, accampata fuori dal “palazzo”, pur nella felice idea scenografica della grande tavola-facciata inclinata, quasi a voler schiacciare chi è fuori e non può entrare… Il linguaggio resta aulico e avvincente perché è il classico già al filtro dell’aggiornamento di Hofmannsthal, ma le idee del regista Andrea Novicov (sul conflitto generazionale “politico”) appaiono non realizzate, non evidenti. Per far questo l’operazione avrebbe dovuto essere più radicale.

“Elektra” convince attraverso la bravura, ancora una volta confermata, di Anahì Traversi che non solo nella voce, ma anche nella corporeità trasmette la centralità del suo personaggio ribelle, legato alla natura selvaggia, al passato rituale, sacrificale, stregonesco e animalesco, ossessivamente concentrato sulla vendetta. Le fa da contraltare la sorella minore, Crisotemide, irrigidita nel suo perbenismo convenzionale (vuole solo formare una famiglia, avere dei figli, assumere il suo ruolo in un tranquillo, rassicurante futuro), ma proprio a confronto con l’incisività appassionata di Traversi, l’interpretazione di Adele Raes appare acerba, non all’altezza. Bene gli altri, la madre sinistra, glaciale e, insieme, consumata dai sogni della colpa, di Pia Lanciotti, l’Egisto-damerino, cavalier servente imbelle di Roberto Molo e l’Oreste, il fratello che, dopo la tradizionale agnizione, compirà la vendetta, di Igor Horvat. Lo stesso Novicov si concede una breve presenza come aio di Oreste…

Suggestiva l’ambientazione sonora di Roberto Mucchiut, mentre le scene sono state realizzate da Les Ateliers du Colonel (Losanna) e i costumi  da Laura Pennisi. 

Dopo “Purgatorio”, si tratta anche questa di una produzione LuganoInScena che ha coinvolto talenti locali. Applaudito il debutto di ieri sera, Teatro Foce esaurito con la consueta platea della “prima”, formata soprattutto da invitati più o meno eccellenti e addetti ai lavori. Si replica oggi e domani.

Teatro

Problemi e attese per il nostro teatro

Forum di discussione con le compagnie della Svizzera italiana. La scena indipendente è molto attiva, produttiva, creativa, ma i punti di criticità non …

Teatro

L’Elettra appassionata di Anahì Traversi

È andata in scena giovedì sera la prima della nuova produzione di LuganoInScena. Convince la protagonista, meno l'attualizzazione registica.

Teatro

In quel cerchio magico di un "vero per finta"

Intervista a Flavia Armenzoni, direttrice del Teatro delle Briciole di Parma, che domenica ha aperto la rassegna "Senza confini" al Teatro Foce di Lugano.

Teatro

Il Cortile, luogo di culto per un teatro di qualità

Lo spazio teatrale che ha sede a Viganello compie dieci anni. Intervista con il fondatore, Emanuele Santoro.

Teatro - Musical

Sebalter salpa col Titanic!

Il cantautore ticinese parteciperà come comparsa a due rappresentazioni del musical all'aperto a Melide il 25 e 26 agosto, esibendosi anche come violino solista.

Teatro - L'intervista

"Titanic è un musical universale"

Parola al regista Stanislav Moša: "Tra la nascita e la morte cosa rimane nel mezzo? L’amore, ecco tutto. Titanic è l’amore nelle sue …

Teatro - Spettacolo

Una panchina e una presenza in platea

La panchina è quella dei nostri parchi, dove ci si siede e ci si incontra“Per te” è soprattutto dedicato a Julie, ai suoi consigli, al risuonare …

Teatro

Gli appuntamenti teatrali di Longlake

Il festival, al via il 23 giugno, offre diversi appuntamenti interessanti. Per quanto riguarda il teatro segnaliamo “Transiberiana” e “A ritrovar le storie …

Teatro - LAC

Il teatro svela arte e segreti al pubblico

Approdata al nuovo centro culturale di Lugano una 30ina di collaboratori della compagnia Finzi Pasca allo scopo di terminare l'ultimo lavoro. Quattro incontri aperti al …

Teatro - Teatro Dimitri

"Ho visto potenzialità e ho accettato"

I progetti ambiziosi della nuova direttrice del teatro di Verscio Kami Manns. La prima decisione presa: estendere la programmazione da …

Teatro

Arlecchino (86enne) servitore di due padroni

Per la prima (e ultima) volta a Lugano la storica rappresentazione firmata da Giorgio Strehler con Ferruccio Soleri, l'Arlecchino italiano di sempre.

Teatro - LAC

Prosegue la collaborazione con il Piccolo

Dopo il successo di Gabbiano, una nuova produzione di LuganoInScena vede la collaborazione con il teatro di Milano: “Ifigenia, liberata", per la regia di Carmelo …

Teatro - Il 13 maggio a Lugano

"Pilade" di Pasolini al LAC

Dopo il felice debutto al Teatro Vascello di Roma, “Pilade” di Pasolini approda il 13 maggio al LAC di Lugano. Abbiamo fatto alcune domande al …

Teatro

La Compagnia Baccalà vince il Premio svizzero della scena

Formata dalla ticinese Camilla Pessi e dal siciliano Simone Fassari, che si sono conosciuti durante la formazione alla Scuola Teatro Dimitri, …

Teatro - In scena dal 15 aprile

Dal viaggio al diario, fino al racconto teatrale

Una giornalista compie il sogno di molti, Pechino-Mosca, quasi 8mila km via terra attraverso la Mongolia. Tornata, scrive e descrive... Un’attrice interpreta... Un …

Teatro - LAC

"La Locandiera" di Chiodi, un successo

L'intramontabile commedia goldoniana era in scena lunedì di fronte a un'affollatissima Sala Teatro del LAC. La recensione di Margherita Coldesina.

Accesso e-GdP

Banner Libro Bonefferie

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

banner_spot_youtube_chi_siamo.png

misericordia_2015.jpg

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg