Home > Commenti

A Bellinzona si guadagnano tempo e forze

06.04.2017 - aggiornato: 06.04.2017 - 14:22

L'editoriale di GianMaria Pusterla in merito alla decisione di Andrea Bersani e del suo partito, il PLR, di non andare al ballottaggio con Mario Branda.

Un momento durante la Cerimonia di insediamento del municipio della nuova Bellinzona.

© foto Crinari

di Gianmaria Pusterla

 

È una giusta decisione quella adottata ieri dal PLR di Bellinzona. Più che giusta diremmo corretta, perché considera adeguatamente l’espressione dei cittadini-elettori, che domenica avevano plebiscitato il sindaco uscente Mario Branda presente sulla lista “Unità di Sinistra/I Verdi”. Sarebbe stato onestamente difficile per Andrea Bersani, benché vessillifero del partito che nella nuova Bellinzona ha fatto incetta di consensi, sovvertire quanto i cittadini avevano già espresso in prima battuta. 

E così, senza attendere ancora quasi un mese e senza perdere forze per una campagna elettorale che avrebbe potuto minare quella coesione nata dalle elezioni del 2 aprile, parte l’avventura politico-amministrativa del secondo polo più importante del Cantone. 

Sino a ieri eravamo abituati ad avere una sola città-faro in Ticino. La forza e il peso di Lugano sovrastavano gli altri tre centri (appunto Bellinzona, Locarno e Mendrisio. Un’osservazione tra parentesi: con la conferma di Branda si perpetua per altri tre anni una singolare suddivisione partitica delle poltrone di sindaco, con i quattro partiti di Governo a condurre ognuno una delle quattro città). 

Da oggi i poli saranno due. Con un indubbio vantaggio per la crescita del Cantone: avere due città forti, rappresentative di un territorio importante, presenti con voce in capitolo anche sulla scena nazionale, costituisce una chance di crescita. Da qui la nostra predilezione per un intelligente discorso aggregativo sul piano cantonale. Ma questo secondo polo ticinese, in questi primi tre anni di esistenza, dovrà pure - e con priorità - delineare nel migliore dei modi gli aspetti interni sul piano dell’organizzazione amministrativa, per permettere ai cittadini di identificarsi al più presto con la nuova città. È un compito non da poco, che richiede molto lavoro e massima attenzione nei confronti delle aspettative della gente. Partire subito fa guadagnare tempo.

 

Accesso e-GdP

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

bellinzon-1.jpg

Ieri nel mondo

banner_spot_youtube_chi_siamo.png

misericordia_2015.jpg

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg