Home > Commenti

E ora i tempi si stringono

25.09.2017 - aggiornato: 25.09.2017 - 12:51

L'editoriale della nostra direttrice Alessandra Zumthor in merito al "no" della popolazione svizzera alla riforma del sistema pensionistico: "È tutto da rifare".

di Alessandra Zumthor

 

È un rifiuto secco, senza se e senza ma, quello che popolo e Cantoni hanno opposto all’urgentissima riforma del nostro sistema pensionistico.

Possiamo mettere in evidenza il risultato in controtendenza del Ticino (come nel caso della Riforma III delle imprese) ma la sostanza non cambia: sulle pensioni è tutto da rifare. E, come per la Riforma III, i tempi stringono: lì sono le convenzioni internazionali a premere, qui la struttura stessa della nostra società, che continua a invecchiare e non sa come finanziare, in futuro, un carico sempre più elevato di pensioni sulle spalle di un numero sempre più basso di giovani.

Come uscirne? Alain Berset (che forse rimpiange gli Affari esteri...) dovrà trovare una nuova via, dopo che è fallito il suo tentativo di mettere per la prima volta mano insieme al primo e al secondo pilastro, con il compromesso poi uscito dalle Camere federali che aveva -a nostro avviso- presentato una soluzione socialmente ed economicamente sostenibile, appunto Previdenza 2020.

Ma ai cittadini votanti non sono evidentemente piaciute singole parti di questo compromesso tutto elvetico: chi non voleva le donne in pensione a 65 anni, chi non capiva perché aumentare di 70 franchi la rendita AVS in un clima di contenimento dei costi. Così è stato buttato tutto alle ortiche, considerando forse più i singoli aspetti concreti che non la visione d’assieme. Singoli aspetti che per altro paiono ineluttabili: di fatto sarà impossibile per le donne evitare la pensione a 65 anni, come pure si dovrà per forza rivedere l’IVA, o il tasso di conversione del secondo pilastro. Starà alla politica cercare un nuovo compromesso che sia anche recepito positivamente, come tale, dai cittadini. Il problema, lo ripetiamo, è il tempo, perché dopo tre riforme AVS fallite, ora i tempi per trovare una via d’uscita condivisa sono davvero strettissimi.

Accesso e-GdP

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

banner_spot_youtube_chi_siamo.png

misericordia_2015.jpg

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg