Home > Commenti

I regali e la vigilia di Natale

05.12.2017 - aggiornato: 05.12.2017 - 16:21

L'editoriale di GianMaria Pusterla sull'appello della Conferenza dei vescovi svizzeri di non aprire i negozi la domenica 24 dicembre. Una voce che può sembrare anacronistica.

© Foto archivio

di GianMaria Pusterla

 

È un vero e proprio appello quello diramato ieri dalla Conferenza dei vescovi svizzeri, sostenuta dalla Federazione delle Chiese protestanti, di non aprire i negozi la domenica 24 dicembre. Una richiesta ai proprietari dei negozi: «Desistete dall’apertura la vigilia di Natale». Una voce che può sembrare anacronistica, anche perché i nostri vescovi sono ben coscienti di come concretamente il loro appello verrà accolto.

Il nostro mondo si accende in questo periodo di luminarie, proponendo con forza l’abbagliante pensiero consumistico. Le luci non ci ricordano l’avvento della buona novella - la nascita di Gesù - e quindi di come chi crede sia chiamato a esserne testimone. I vescovi vogliono però metterci di fronte proprio alla necessità di giungere preparati all’incontro con il Mistero della nascita del figlio di Dio. La loro posizione sulle aperture domenicali dei commerci non è cambiata nel corso degli ultimi anni. Ed è più che legittima, essendo l’espressione dei vertici della nostra Chiesa locale.

Si può scontrare con gli interessi economici di un settore che proprio prima di questa festività raggiunge un giro d’affari considerevole, permettendo di mantenere posti di lavoro. Ma è proprio su questo aspetto – i posti di lavoro e il sostegno ai lavoratori – che possono incontrarsi due posizioni apparentemente inconciliabili: trovare le condizioni migliori nell’attuale contesto di aperture domenicali per le lavoratrici e per i lavoratori del commercio, chiamati a sacrifici, che devono però essere compensati con il riguardo a loro dovuto, sia in termini salariali, sia nel numero delle ore di lavoro.

Questo appello dei vescovi deve concorrere a responsabilizzare i datori di lavoro per costruire una società rispettosa del diritto dei lavoratori. E richiamare noi cristiani al fatto che la spesa e gli ultimi regali quest’anno li possiamo fare anche sabato 23 dicembre e non necessariamente domenica 24…

Accesso e-GdP

Banner Libro Bonefferie

banner_concorso_presepi_2017.jpg

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

banner_spot_youtube_chi_siamo.png

misericordia_2015.jpg

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg