Home > Commenti

Serve anche la tua firma

08.11.2016 - aggiornato: 08.11.2016 - 14:30

La linea ferroviaria Lugano-Chiasso va potenziata prima del 2050 per evitare l'annullamento di molti dei benefici di AlpTransit. Il commento di GianMaria Pusterla. 

© KEYSTONE/Christian Beutler

di GianMaria pusterla

Che l’arrivo di AlpTransit a Lugano-Vezia sia un cul de sac lo si intuisce facilmente. È un po’ come se un ciclista in fuga da 50 km e con 2 minuti sul gruppo si fermasse a salutare i famigliari a 100 metri dal traguardo facendosi raggiungere e superare. Un non senso. Tutto il vantaggio costruito grazie alla ciclopica linea veloce si annulla (esageriamo) passando dall’imbuto Lugano-Chiasso. Ora, di fronte a un’evidenza - che tutti, ma proprio tutti, hanno sempre sottolineato e che comunque ha avuto le sue ragioni geo-politiche-finanziarie - finalmente c’è chi vuole rompere l’«incantesimo» che ci lasciava quasi senza forze.

Una reazione per far capire a tutta la Svizzera l’importanza del completamento verso sud di AlpTransit. Abbiamo dovuto accettare che questo completamento fosse procrastinato. Fino al 2030 tutti i soldi previsti per progetti ferroviari sono già impegnati su altri fronti. E va bene: in fondo il grosso di AlpTransit (galleria del Monte Ceneri compresa) siamo riusciti a ottenerlo. Ma ora dobbiamo far capire che questo progetto non può venir posposto quasi sine die, ossia addirittura dopo il 2050. È troppo importante non... perdere il treno con quanto sta avvenendo a livello di traffici e trasporti nel mondo.

Basti a questo proposito proiettare le potenzialità del «raddoppio» del canale di Suez sul bacino mediterraneo per capire come le merci potranno aumentare tra il sud e il nord del pianeta e viceversa. Per fortuna, la via del San Gottardo rimane e rimarrà quella più breve. E quella più veloce, anche grazie a opere infrastrutturali come AlpTransit. Finora la politica (o i politici) hanno solo enunciato il problema. Ora, invece, un gruppo di ex politici ed esperti del settore ci danno lo strumento per svegliare la politica: basta digitare www.change.org/p/alptransit e mettere la propria firma!

Accesso e-GdP

Banner Libro Bonefferie

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

banner_spot_youtube_chi_siamo.png

misericordia_2015.jpg

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg