Home > Mondo

Anche la Corte Suprema contro Alfie

20.04.2018 - aggiornato: 20.04.2018 - 18:22

Dichiarato inammissibile il ricorso presentato dai genitori. Resta così confermato il verdetto con il quale i giudici hanno dato l'ok ai medici a staccare la spina al bimbo.

© foto Keystone

La Corte Suprema britannica ha dichiarato inammissibile il ricorso presentato dai genitori del piccolo Alfie Evans, 23 mesi, per ottenere un riesame del caso. Resta così confermato il verdetto con il quale i giudici hanno dato l'ok ai medici a staccare la spina al bimbo - colpito da una patologia neurologica degenerativa mai diagnosticata esattamente - contro il volere di papa Thomas e mamma Kate.

Dopo il «no» della Corte Suprema, ora Thomas e Kate Evans dovranno tornare davvero, una seconda volta, alla Corte europea dei diritti umani di Strasburgo invocando il principio dell'Habeas corpus, secondo il quale nessuno può essere tenuto prigioniero contro la sua volontà. Dopo l’incontro di Thomas col Papa mercoledì a Roma, hanno però preso nuova forza le vie diplomatiche per risolvere lo spinosissimo caso.

La richiesta di Francesco «di dare asilo ad Alfie così che possa essere portato in Vaticano» – cioè al Bambino Gesù – si somma all'iniziativa della Farnesina presso il Ministero degli esteri britannico perché «sia accolto il desiderio dei genitori» e il bambino venga trasferito all'ospedale pediatrico romano che, già dall'estate scorsa, aveva dato la sua disponibilità ad accoglierlo. «Il Santo Padre mi ha chiesto di fare il possibile e l'impossibile per Alfie» ha detto Mariella Enoc, presidente dell'ospedale, in un'intervista a Vatican News.

«Ho incontrato Tom Evans e gli ho consegnato una lettera nella quale esprimiamo il desiderio di una collaborazione stretta con i medici dell'ospedale inglese al fine di curare al meglio Alfie e anche la disponibilità a pagare tutte le spese di trasporto del bambino». 

Giovedì, infine, ha offerto la sua disponibilità anche l’Ospedale pediatrico Gaslini di Genova.

Tentativo in extremis a Strasburgo 

Per cercare di ottenere un nuovo giudizio sul verdetto che autorizza i medici a staccare la spina al piccolo, dopo l'ultimo ricorso respinto dalla Corte Suprema britannica, i genitori del piccolo Alfie faranno un tentativo in extremis di fronte alla Corte Europea di Strasburgo per i Diritti Umani.

Lo annuncia per oggi stesso Andrea Williams, presidentessa del Christian Legal Centre, precisando che un'eliambulanza polacca e 3 ospedali son pronti a dare assistenza al bimbo, ma che la sentenza britannica lo impedisce.

 

(Red/Ats)

Mondo

Sparatoria in una scuola dell'Indiana

È accaduto alla Noblesville West Middle School. Almeno due i feriti. Ad aprire il fuoco uno studente, fermato dalle forze dell'ordine. Subito evacuato l'edificio …

Mondo

Charlotte e George paggetti alle nozze reali

I figli del principe William e Kate affiancheranno il principe Harry e Meghan nella cerimonia del loro matrimonio sabato 19 maggio. Con loro altre 5 damigelle e 3 paggi.

Mondo

Dopo 139 anni, inviato l'ultimo telegramma

In Francia Orange ha messo fine a questo servizio di comunicazione, ormai superato dall'arrivo delle nuove tecnologie. Nel mese di aprile ne sono stati inviati 1'382. …

Mondo

Morto il ragno più anziano al mondo

Si tratta di una femmina di Gaius villous, di ben 43 anni, scoperta nel 1974 nell'Australia sud-occidentale. L'esemplare è morto... per una puntura di vespa.

Mondo

Svelato il nome del terzo royal baby

Louis Arthur Charles. È questo il nome del terzo figlio di William e Kate nato il 23 aprile. Da oggi ha dunque il titolo di  "Sua Altezza Reale il …

Mondo

L'isola che chiude per rifarsi il lifting

Da oggi la famosa isola di Boracay non sarà più accessibile ai turisti per 6 mesi, durante i quali si aggiusteranno le infrastrutture e soprattutto il sistema …

Mondo

Dopo 30 anni rispunta un Chagall rubato

Il dipinto "Otello e Desdemona" del 1911 era stato sottratto nel 1988 dalla casa di una coppia di New York; ora è stato recuperato grazie alle indicazioni …

Mondo

Svezia o Svizzera? Anche i grandi sbagliano

Al debutto dell'azienda svedese Spotify in borsa, sulla sede di New York è stata erroneamente issata la bandiera svizzera. Errore che non è passato …

Mondo

Il deserto del Sahara avanza

La superficie dell'area desertica è aumentata del 10% negli ultimi 100 anni. Ma potrebbe non essere l'unico.

Mondo

Turismo incivile a Venezia

Sarebbero svizzeri i due turisti che hanno ballato nudi nel campo di San Giacometto. Il gesto dei due giovani in preda ai fumi dell'alcol è stato filmato e …

Mondo

Stazione spaziale cinese disintegrata

Una palla di fuoco nella notte e il satellite di Pechino s'è distrutto durante il rientro. Allarme rientrato, i frammenti sono caduti nel Pacifico

Mondo

Addio a Linda Brown, la paladina dei diritti

Si è spenta in Kansan a 76 anni. Nel 1954 il suo caso portò a una sentenza della Corte suprema degli Stati Uniti che abolì la segregazione razziale nelle …

Mondo

Il più giovane capo al mondo è a San Marino

Dal 1. aprile la Repubblica di San Marino viene guidata, come Capitano Reggente, da un ragazzo di 27 anni, Matteo Ciacci, nato il 5 maggio del 1990. 

Mondo

Addio a Sudan, la sua specie è ora a rischio

(LE FOTO) È morto l'ultimo rinoceronte bianco settentrionale maschio, che viveva nella riserva di Ol Pejeta Conservancy in Kenya; ora rimangono solo due femmine …

Mondo

Acqua alta da record a Venezia

La punta massima di marea sul medio mare ha raggiunto i 110 cm: un'altezza non usuale in questo periodo dell'anno. 

Mondo

Addio a Hubert de Givenchy

Il celebre stilista, mito della Haute Couture, si è spento a 91 anni. È noto per aver lanciato l'omonima maison e aver vestito attrici come Audrey Hepburn.

Accesso e-GdP

banner_cannes3.jpg

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg