Home > Mondo

Bomba anarchica nel centro di Roma

07.12.2017 - aggiornato: 07.12.2017 - 21:29

Per fortuna l'ordigno, scoppiato all'alba davanti alla stazione dei carabinieri San Giovanni, non ha fatto feriti. La rivendicazione è giunta poche ore fa.

Un'esplosione fortissima, avvertita a centinaia di metri di distanza. Un ordigno rudimentale è scoppiato all'alba davanti alla stazione dei carabinieri San Giovanni, nel centro di Roma. Un attentato che, secondo chi indaga, aveva come obiettivo proprio la caserma.

La firma arriva in serata via web con la rivendicazione del Fai-Fri (Federazione anarchica informale- Fronte rivoluzionario internazionale), Cellula Santiago Maldonado, l'attivista argentino che appoggiava la causa delle popolazioni indigene Mapuche trovato morto nell'ottobre scorso 78 giorni dopo essere scomparso. "La notte scorsa abbiamo portato la guerra a casa del ministro (dell'Interno, Marco) Minniti. Con questa azione lanciamo una campagna internazionale di attacco contro uomini, strutture e mezzi della repressione", si legge nella rivendicazione.

L'ordigno, dotato di timer, è esploso alle 5.30: fortunatamente in quel momento non passava nessuno in strada e non ci sono stati feriti neanche tra le persone presenti all'interno dell'edificio, circa una decina. La deflagrazione ha danneggiato un'auto in sosta e mandato in frantumi la finestra di un palazzo vicino.

La Procura di Roma ha aperto un fascicolo per terrorismo. I magistrati del pool antiterrorismo, coordinati dal procuratore aggiunto Francesco Caporale, procedono per il reato di atto di terrorismo con ordigno esplosivo. Sulla vicenda sono in corso indagini dei carabinieri del Nucleo informativo e del Nucleo investigativo del Comando provinciale di Roma e i carabinieri del Raggruppamento operativo speciale dell'Arma dei Carabinieri (Ros).

Ancor prima della rivendicazione le indagini si sono indirizzate verso la galassia anarchica per individuare i responsabili. Le modalità ricorderebbero per alcuni aspetti le due esplosioni a maggio nel parcheggio delle poste di via Marmorata. E sono in corso accertamenti su quello che resta dell'ordigno, sembrerebbe dotato di timer, e composto da un contenitore metallico, con dentro polvere pirica e innesco. Al vaglio anche le registrazioni delle telecamere che inquadrano la strada. Una avrebbe ripreso due persone incappucciate lasciare qualcosa sul marciapiede e poi scappare.

Appena saputo dell'esplosione il generale Antonio de Vita, comandante provinciale dei Carabinieri di Roma, si è subito recato sul posto per coordinare gli accertamenti. "È un atto gravissimo", ha sottolineato De Vita. Di un "vile attacco" ha parlato il ministro italiano della Difesa Roberta Pinotti portando la solidarietà di tutto il Governo ai carabinieri. Il comandante generale dell'Arma Tullio Del Sette ha sottolineato che "i carabinieri non si lasceranno intimidire e proseguiranno con rinnovato impegno la loro attività quotidiana al servizio del Paese e della gente".

Sulla vicenda è intervenuto il capo della polizia, Franco Gabrielli, che ha parlato di "un episodio gravissimo" ma che "non deve essere motivo di allarmismo". Si tratta, ha sottolineato, di "fatti gravissimi" per i quali lo Stato e le forze di polizia "non faranno sconti a nessuno. Considero gravissimo - ha aggiunto - tutto ciò che è violenza. Ho voluto sottolineare la gravità di quanto accaduto a Repubblica e non certo sminuire l'episodio di San Giovanni". Dunque, ha concluso, "nessuna sottovalutazione. Ogni violenza va perseguita ed è quello che faremo".

(Ats)

 

Mondo

Cittadinanza per l'eroe del Mali

Premiato l'uomo che si è arrampicato al quarto piano di un palazzo di Parigi per salvare un bambino.

Mondo

Charlotte e George paggetti alle nozze reali

I figli del principe William e Kate affiancheranno il principe Harry e Meghan nella cerimonia del loro matrimonio sabato 19 maggio. Con loro altre 5 damigelle e 3 paggi.

Mondo

Dopo 139 anni, inviato l'ultimo telegramma

In Francia Orange ha messo fine a questo servizio di comunicazione, ormai superato dall'arrivo delle nuove tecnologie. Nel mese di aprile ne sono stati inviati 1'382. …

Mondo

Morto il ragno più anziano al mondo

Si tratta di una femmina di Gaius villous, di ben 43 anni, scoperta nel 1974 nell'Australia sud-occidentale. L'esemplare è morto... per una puntura di vespa.

Mondo

Svelato il nome del terzo royal baby

Louis Arthur Charles. È questo il nome del terzo figlio di William e Kate nato il 23 aprile. Da oggi ha dunque il titolo di  "Sua Altezza Reale il …

Mondo

L'isola che chiude per rifarsi il lifting

Da oggi la famosa isola di Boracay non sarà più accessibile ai turisti per 6 mesi, durante i quali si aggiusteranno le infrastrutture e soprattutto il sistema …

Mondo

Dopo 30 anni rispunta un Chagall rubato

Il dipinto "Otello e Desdemona" del 1911 era stato sottratto nel 1988 dalla casa di una coppia di New York; ora è stato recuperato grazie alle indicazioni …

Mondo

Svezia o Svizzera? Anche i grandi sbagliano

Al debutto dell'azienda svedese Spotify in borsa, sulla sede di New York è stata erroneamente issata la bandiera svizzera. Errore che non è passato …

Mondo

Il deserto del Sahara avanza

La superficie dell'area desertica è aumentata del 10% negli ultimi 100 anni. Ma potrebbe non essere l'unico.

Mondo

Turismo incivile a Venezia

Sarebbero svizzeri i due turisti che hanno ballato nudi nel campo di San Giacometto. Il gesto dei due giovani in preda ai fumi dell'alcol è stato filmato e …

Mondo

Stazione spaziale cinese disintegrata

Una palla di fuoco nella notte e il satellite di Pechino s'è distrutto durante il rientro. Allarme rientrato, i frammenti sono caduti nel Pacifico

Mondo

Addio a Linda Brown, la paladina dei diritti

Si è spenta in Kansan a 76 anni. Nel 1954 il suo caso portò a una sentenza della Corte suprema degli Stati Uniti che abolì la segregazione razziale nelle …

Mondo

Il più giovane capo al mondo è a San Marino

Dal 1. aprile la Repubblica di San Marino viene guidata, come Capitano Reggente, da un ragazzo di 27 anni, Matteo Ciacci, nato il 5 maggio del 1990. 

Mondo

Addio a Sudan, la sua specie è ora a rischio

(LE FOTO) È morto l'ultimo rinoceronte bianco settentrionale maschio, che viveva nella riserva di Ol Pejeta Conservancy in Kenya; ora rimangono solo due femmine …

Mondo

Acqua alta da record a Venezia

La punta massima di marea sul medio mare ha raggiunto i 110 cm: un'altezza non usuale in questo periodo dell'anno. 

Mondo

Addio a Hubert de Givenchy

Il celebre stilista, mito della Haute Couture, si è spento a 91 anni. È noto per aver lanciato l'omonima maison e aver vestito attrici come Audrey Hepburn.

Accesso e-GdP

banner_cannes3.jpg

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg