Home > Mondo

Caccia agli attentatori in fuga

14.11.2015 - aggiornato: 16.11.2015 - 13:04

Emergono intanto i primi dettagli sui terroristi uccisi. Si parla di una cellula di reduci dalla Siria. Forse una donna tra loro, il più giovane aveva 20 anni. Sale a 128 il bilancio delle vittime. La gendarmeria francese cerca due auto, una con talga belga. Per ora si para di un siriano, un francese, tre belgi e un egiziano.

(foto EPA)

(foto AP)

Mentre sale a 129 morti e 250 feriti, di cui 99 gravi, il bilancio degli attacchi terroristici di venerdì sera a Parigi, in Francia è partita la caccia all'uomo. Sono 8 i terroristi morti: uno ucciso, gli altri si sono fatti saltare in aria, ma alcuni sarebbero in fuga.

 

Terroristi in fuga

Secondo un testimone a Le Monde, i terroristi hanno utilizzato due vetture nere e una di queste aveva una targa belga. La gendarmeria francese ha emesso un avviso in cui informa la popolazione che si cerca un'automobile Seat di colore nero con targa estera: GUT 18053. Secondo quanto ha detto al Washington Post una fonte dell'antiterrorismo europea, "per pianificare sei attacchi, bisogna che ci siano molte persone coinvolte, non solo quelle sul posto".

 

Chi sono gli attentatori? Forse anche una donna

Nel frattempo cominciano a emergere dettagli sull'identità degli attentatori. Secondo l'intelligence britannica si tratterebbe di una cellula "autosufficiente" dell'Isis formata da reduci dalla Siria, riferisce la BBC.

Uno degli attentatori è stato identificato grazie alle impronte digitali. Si tratta di un cittadino francese già noto ai servizi della Dgsi, la Direction generale de la securitè interieure. Il kamikaze, che ha fatto strage nella sala concerti, era nato nella periferia parigina, a Courcouronnes. Si chiamava Ismael M., aveva 30 anni ed era di nazionalità francese. Ma soprattutto era schedato negli archivi dei servizi di informazione francesi dal 2010, per la sua vicinanza con gli ambienti islamici più radicali e ritenuti a rischio, secondo quanto si apprende da fonti vicine all'inchiesta.

Vicino al corpo di un altro kamikaze, che si è fatto esplodere davanti allo Stade de France di Saint-Denis, è stato trovato un passaporto egiziano. Mentre sui resti di un altro dei killer suicidi è stato trovato un passaporto siriano

Quest'ultimo passaporto è stato identificato come appartenente ad un rifugiato siriano registrato  il 3 ottobre a Lero, un'isola dell'Egeo. Lo ha detto il vice ministro dell'Interno greco Nikolaos Toskas, secondo quanto riporta la tv greca Antenna news.

Il titolare del passaporto era passato da Lero il 3 ottobre, dove è stato identificato sulla base delle norme europee", ha detto Toskas. "Non sappiamo - ha aggiunto - se il passaporto è stato controllato da altri Paesi attraverso i quali il titolare è probabilmente passato".

Il viceministro ha quindi assicurato che il Paese continuerà "lo sforzo scrupoloso e persistente per garantire la sicurezza del nostro Paese e dell'Europa in queste difficili circostanze, insistendo sulla completa identificazione di coloro che arrivano".

 

Tre degli attentatori sarebbero belgi e proverrebbero dal quartiere di Molenbeek di Bruxelles, da cui provenivano già alcuni dei terroristi del blitz di gennaio in Belgio. Lo riporta il quotidiano belga DH online. Sono invece in corso, secondo la tv Rtbf, perquisizioni nel quartiere e cinque persone sarebbero state arrestate.

 

Alcuni testimoni della strage della sala da concerti Bataclan hanno affermato di aver visto una donna nel commando di quattro terroristi all'origine dell'azione.
Secondo la radio Europe 1, una coppia di spettatori presente al concerto afferma di aver visto i terroristi. Sono stati ascoltati per tutta la notte dalla polizia, fino alle 6 del mattino, ed hanno fornito informazioni definite preziose.
La madre della donna interrogata ha riferito alla radio che sua figlia "dice di aver visto una donna. A un certo punto si è trovata di fronte ai terroristi, ha visto la donna che era da una parte. Non era armata". Uno degli uomini, continua la madre della teste, "era giovane, un uomo di 30 anni, con una barba di tre giorni e di tipo europeo". Il più giovane tra loro aveva 20 anni, essendo nato nel 1985,  riferisce France info, citando fonti di polizia.

 

 

1447510384093_0.jpg

Colpiti i luoghi di svago, aggiornata la conta delle vittime

Sono sei i luoghi di ritrovo presi di mira dai terroristi che hanno colpito la Capitale francese. Il maggior numero di vittime nel locale notturno Bataclan, dove era in corso un concerto rock, 89 le vittime accertate. Allo Stade de France, mentre era in corso la partita Francia-Germania, le granate e i colpi d'arma da fuoco hanno fatto 4 morti. In Rue de Charonne, dove si trovano diversi caffè e ristoranti, tra la gente vi sono stati 18 morti, falciati dalle mitragliatrici. In Rue Alibert, in un ristorante, non lontano dalla Charonne, altri 12 morti nel corso di una sparatoria. Colpito un altro ristorante, una pizzeria in Rue de la Fontaine au Roi, dove vi sono stati altri 5 morti. In Boulevard Voltaire una vittima e l'attentatore suicida. 129 morti. 

 

 

(red.)

 

Articoli correlati:

Hollande: «È stato un atto di guerra»

Notte di attacchi, Parigi nel terrore

L'orrore indicibile della mattanza al Bataclan

Almeno 8 i terroristi, ma altri sono in fuga

Il mondo reagisce: solidarietà alla Francia

Mondo

Cittadinanza per l'eroe del Mali

Premiato l'uomo che si è arrampicato al quarto piano di un palazzo di Parigi per salvare un bambino.

Mondo

Charlotte e George paggetti alle nozze reali

I figli del principe William e Kate affiancheranno il principe Harry e Meghan nella cerimonia del loro matrimonio sabato 19 maggio. Con loro altre 5 damigelle e 3 paggi.

Mondo

Dopo 139 anni, inviato l'ultimo telegramma

In Francia Orange ha messo fine a questo servizio di comunicazione, ormai superato dall'arrivo delle nuove tecnologie. Nel mese di aprile ne sono stati inviati 1'382. …

Mondo

Morto il ragno più anziano al mondo

Si tratta di una femmina di Gaius villous, di ben 43 anni, scoperta nel 1974 nell'Australia sud-occidentale. L'esemplare è morto... per una puntura di vespa.

Mondo

Svelato il nome del terzo royal baby

Louis Arthur Charles. È questo il nome del terzo figlio di William e Kate nato il 23 aprile. Da oggi ha dunque il titolo di  "Sua Altezza Reale il …

Mondo

L'isola che chiude per rifarsi il lifting

Da oggi la famosa isola di Boracay non sarà più accessibile ai turisti per 6 mesi, durante i quali si aggiusteranno le infrastrutture e soprattutto il sistema …

Mondo

Dopo 30 anni rispunta un Chagall rubato

Il dipinto "Otello e Desdemona" del 1911 era stato sottratto nel 1988 dalla casa di una coppia di New York; ora è stato recuperato grazie alle indicazioni …

Mondo

Svezia o Svizzera? Anche i grandi sbagliano

Al debutto dell'azienda svedese Spotify in borsa, sulla sede di New York è stata erroneamente issata la bandiera svizzera. Errore che non è passato …

Mondo

Il deserto del Sahara avanza

La superficie dell'area desertica è aumentata del 10% negli ultimi 100 anni. Ma potrebbe non essere l'unico.

Mondo

Turismo incivile a Venezia

Sarebbero svizzeri i due turisti che hanno ballato nudi nel campo di San Giacometto. Il gesto dei due giovani in preda ai fumi dell'alcol è stato filmato e …

Mondo

Stazione spaziale cinese disintegrata

Una palla di fuoco nella notte e il satellite di Pechino s'è distrutto durante il rientro. Allarme rientrato, i frammenti sono caduti nel Pacifico

Mondo

Addio a Linda Brown, la paladina dei diritti

Si è spenta in Kansan a 76 anni. Nel 1954 il suo caso portò a una sentenza della Corte suprema degli Stati Uniti che abolì la segregazione razziale nelle …

Mondo

Il più giovane capo al mondo è a San Marino

Dal 1. aprile la Repubblica di San Marino viene guidata, come Capitano Reggente, da un ragazzo di 27 anni, Matteo Ciacci, nato il 5 maggio del 1990. 

Mondo

Addio a Sudan, la sua specie è ora a rischio

(LE FOTO) È morto l'ultimo rinoceronte bianco settentrionale maschio, che viveva nella riserva di Ol Pejeta Conservancy in Kenya; ora rimangono solo due femmine …

Mondo

Acqua alta da record a Venezia

La punta massima di marea sul medio mare ha raggiunto i 110 cm: un'altezza non usuale in questo periodo dell'anno. 

Mondo

Addio a Hubert de Givenchy

Il celebre stilista, mito della Haute Couture, si è spento a 91 anni. È noto per aver lanciato l'omonima maison e aver vestito attrici come Audrey Hepburn.

Accesso e-GdP

banner_cannes3.jpg

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg