Home > Mondo

Catalani a Bruxelles per Puigdemont

07.12.2017 - aggiornato: 07.12.2017 - 20:32

Quasi 50 mila indipendentisti hanno invaso pacificamente la capitale europea per abbracciare il loro presidente auto-esiliatosi in Belgio.

© AP Photo/Virginia Mayo

Sotto il cielo grigio di Bruxelles, un fiume in piena di bandiere gialle, rosse e blu, di palloncini e sciarpe gialle: quasi 50 mila indipendentisti catalani hanno invaso pacificamente la capitale europea per abbracciare il loro 'president', il deposto Carles Puigdemont auto-esiliatosi in Belgio, e per fare sentire il proprio grido di 'llibertat' a un'Ue "che non dà risposte".

Il tam tam iniziato nei giorni scorsi ha dunque funzionato, anche grazie all'organizzazione portata avanti da associazioni come l'Anc, nazionalisti catalani: 250 i pullman noleggiati per portare la gente, cinque i voli charter, senza contare chi ha passato la notte in macchina o nel camper. Decine quelli parcheggiati intorno al punto di raccolta della manifestazione. Tra benzina, autostrada e albergo, c'è chi ha speso 600 euro pur di fare i 1.400 chilometri che separano Barcellona da Bruxelles.

Una marea umana la folla che si è riunita a metà mattina nel parco del Cinquantenario, a due passi dai palazzi delle istituzioni europee. Un'unica voce quando, fendendo la folla, è arrivato Puigdemont, acclamato al grido di 'president, president'. Il corteo si è snodato per quasi quattro ore nelle strade del quartiere europeo. Con una lunga pausa davanti al Palazzo Berlaymont, sede della Commissione Ue. I manifestanti, sotto le finestre del presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker, hanno cantato a squarciagola l'inno catalano 'Els segadors'. Migliaia le bandiere catalane fatte sventolare o indossate come un mantello, messe addosso persino a qualche cagnolino.

"La nostra vocazione è europeista - spiega Joan Grau, un manifestante arrivato da Fonollosa, vicino a Barcellona - ma l'atteggiamento della Commissione europea ci ha deluso. Dopo il referendum ci aspettavamo una risposta che non è arrivata". Accanto alle bandiere catalane, ovviamente la maggior parte, ha sventolato anche qualche stendardo fiammingo e qualche bandiera corsa. Persino i Quattro mori della Sardegna sono arrivati a Bruxelles, portati da un drappello del movimento separatista Sardigna Natzione Indipendentzia.

Alla fine del corteo, i 50.000 sono confluiti in una piazza dove Puigdemont è stato nuovamente acclamato. "L'Ue ascolti i cittadini - ha arringato dal palco il leader deposto -. L'Europa non dovrebbe avere paura di difendere i valori democratici fondamentali. La Catalogna vuole rimanere un Paese democratico".

(Ats)

 

Mondo

Morta la cantante dei "The Cranberries"

La 46enne Dolores O'Riordan è scomparsa "improvvisamente" a Londra, ha fatto sapere il suo agente, senza tuttavia indicare le cause del decesso.

Mondo

Il castello con 6'500 proprietari

L'operazione di crowdfounding per salvare la struttura ha raccolto 500mila euro. Ogni donatore è diventato in questo modo non solo azionista, ma anche co- …

Mondo

È morto Johnny Hallyday

Il più popolare musicista di Francia combatteva da tempo contro un tumore ai polmoni. Nonostante la malattia mantenne l'impegno di cantare in tournée l' …

Mondo

Germania: si torna al passato?

Il presidente Steinmeier convoca i capi dei partiti giovedì prossimo e spinge perché torni la Grosse Koalition tra CDU e SPD.

Mondo

Sopravvive all'Olocausto, a 102 anni incontra il nipote

Il resto della famiglia era stato deportato dal ghetto. Per decenni è stato convinto che fossero morti tutti, invece suo fratello si era salvato e aveva avuto un …

Mondo

A 280 km/h invece di 120

È successo a Neuenburg, in Germania, a 30 km dal confine svizzero, e il pirata della strada è un 18enne domicilato a Basilea Città. 

Mondo

È morto Malcom Young

È stato il chitarrista e fondatore, assieme ad Angus, degli AC/DC, noto gruppo musicale  …

Mondo

In beneficenza la Lamborghini del Papa

L'auto consegnata a Francesco dai vertici della casa automobilistica verrà battuta all'asta e il ricavato andrà a favore della realizzazione di tre …

Mondo

Da sogno a realtà: i veri supereroi

(FOTO E VIDEO) Il fotografo Josh Rossi ha donato superpoteri a sei bambini con gravi malattie e disabilità: "Sono le nostre debolezze che ci rendono forti".

Mondo

Bill Gates e la città smart nel deserto

Il "papà" di Microsoft avrebbe investito quasi 80 milioni di dollari per un'area in Arizona con l'obiettivo di costruire una cittadina, Belmont, basata …

Mondo

Il terzo "royal baby" atteso per aprile

Lo ha annunciato Kensington Palace, sottolineando che i duchi di Cambridge sono molto felici per la nuova maternità. Kate intanto continua a soffrire per le nausee.

Mondo

Addio ad Aldo Biscardi

Il noto giornalista sportivo italiano, che aveva creato la trasmissione "Il processo del lunedì", è scomparso a quasi 87 anni. Era ricoverato da qualche …

Mondo

Frida, il labrador simbolo di speranza

In Messico è una celebrità: ha 7 anni e lavora accanto ai soccorritori per ritrovare persone rimaste intrappolate sotto le macerie. Ha salvato finora 52 vite.

Mondo

È morto Gastone Moschin

L'attore italiano ha partecipato a molti film tra cui Amici Miei, il secondo capitolo de Il Padrino e Milano Calibro 9. 

Mondo

Treno deraglia in India, 4 morti

Sei carrozze sono uscite dai binari nello Stato settentrionale di Uttar Pradesh. Il bilancio delle vittime potrebbe peggiorare dato che ci sono anche 50 feriti.

Mondo

Malala ammessa a Oxford

L'attivista pakistana, premio Nobel per la Pace 2014, ha annunciato che studierà politica, filosofia ed economia.

Accesso e-GdP

Banner Libro Bonefferie

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

misericordia_2015.jpg

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg