Home > Mondo

Florida, l'FBI ammette: "Ci avevano avvertiti"

16.02.2018 - aggiornato: 16.02.2018 - 22:43

All'agenzia di sicurezza USA erano giunte due segnalazioni sul giovane 19enne Nicholas Cruz, ma sono state ignorate. Una leggerezza costata 17 vite. 

© Keystone

Per ben due volte l'Fbi è stata allertata sul conto di Nikolas Cruz, il 19enne che mercoledì ha ucciso 17 persone e ferito altre 14 al liceo Marjory Stoneman Douglas di Parkland, in Florida. In entrambi i casi, però, le segnalazioni sono cadute nel vuoto, e il Bureau è finito nella bufera per quella che forse era una strage evitabile.
È la stessa agenzia ad ammettere di non aver fatto nulla, non solo dopo la segnalazione già nota del blogger che lo scorso settembre avvertì gli agenti del commento in cui Cruz sosteneva: "Diventerò il più grande massacratore nelle scuole". Ma neppure quando, il 5 gennaio, una persona vicina al giovane contattò l'agenzia per segnalare comportamenti preoccupanti.

L'Fbi riconosce così che in quest'ultima circostanza il protocollo non è stato seguito nella sua interezza: "Le informazioni fornite avrebbero dovuto essere valutate come una potenziale minaccia vitale", si legge nella nota, dove il direttore Christopher Wray esprime rammarico "per l'ulteriore dolore che ciò ha provocato in coloro che sono rimasti coinvolti in questa orribile tragedia", spiegando di stare "ancora indagando sui fatti". 

Stando a quanto riferisce il Bureau, le indicazioni ricevute su Cruz avvertivano che il giovane potesse "potenzialmente condurre una sparatoria a scuola", sulla base del fatto che aveva manifestato "desiderio di uccidere, comportamenti sopra le righe e postato messaggi inquietanti sui social media". Informazioni che l'agenzia avrebbe dovuto analizzare e trasmettere all'ufficio competente. "Abbiamo stabilito che questo protocollo non è stato seguito - si legge ancora - le informazioni non furono inviate all'ufficio di Miami e all'epoca non furono condotte ulteriori indagini". Dopo queste ammissioni, in serata il governatore della Florida, Rick Scott, ha chiesto le dimissioni del direttore dell'Fbi, Christopher Wray.

 

Emergono intanto sempre più dettagli sul killer. Secondo la Abc, Cruz, che ha confessato di essere l'autore della sparatoria, ha detto agli investigatori che sono state voci nella sua testa, descritte come "demoni", a dargli istruzioni su cosa fare per portare a termine il massacro.

Intanto, il presidente Usa Donald Trump vola a Parkland, come ha annunciato lui stesso su Twitter. "Parto oggi per la Florida per incontrare alcune delle persone più coraggiose sulla Terra", ha scritto, senza fornire ulteriori dettagli sull'incontro con i sopravvissuti. "Sto anche lavorando con il Congresso su più fronti", ha aggiunto. L'arrivo di Trump però non è stato apprezzato dal vice sindaco della contea di Broward, Mark Bogen, che con la Cnn ha definito la visita "assurda": "E' un ipocrita".

(ATS/ANSA)

 

Mondo

Cittadinanza per l'eroe del Mali

Premiato l'uomo che si è arrampicato al quarto piano di un palazzo di Parigi per salvare un bambino.

Mondo

Charlotte e George paggetti alle nozze reali

I figli del principe William e Kate affiancheranno il principe Harry e Meghan nella cerimonia del loro matrimonio sabato 19 maggio. Con loro altre 5 damigelle e 3 paggi.

Mondo

Dopo 139 anni, inviato l'ultimo telegramma

In Francia Orange ha messo fine a questo servizio di comunicazione, ormai superato dall'arrivo delle nuove tecnologie. Nel mese di aprile ne sono stati inviati 1'382. …

Mondo

Morto il ragno più anziano al mondo

Si tratta di una femmina di Gaius villous, di ben 43 anni, scoperta nel 1974 nell'Australia sud-occidentale. L'esemplare è morto... per una puntura di vespa.

Mondo

Svelato il nome del terzo royal baby

Louis Arthur Charles. È questo il nome del terzo figlio di William e Kate nato il 23 aprile. Da oggi ha dunque il titolo di  "Sua Altezza Reale il …

Mondo

L'isola che chiude per rifarsi il lifting

Da oggi la famosa isola di Boracay non sarà più accessibile ai turisti per 6 mesi, durante i quali si aggiusteranno le infrastrutture e soprattutto il sistema …

Mondo

Dopo 30 anni rispunta un Chagall rubato

Il dipinto "Otello e Desdemona" del 1911 era stato sottratto nel 1988 dalla casa di una coppia di New York; ora è stato recuperato grazie alle indicazioni …

Mondo

Svezia o Svizzera? Anche i grandi sbagliano

Al debutto dell'azienda svedese Spotify in borsa, sulla sede di New York è stata erroneamente issata la bandiera svizzera. Errore che non è passato …

Mondo

Il deserto del Sahara avanza

La superficie dell'area desertica è aumentata del 10% negli ultimi 100 anni. Ma potrebbe non essere l'unico.

Mondo

Turismo incivile a Venezia

Sarebbero svizzeri i due turisti che hanno ballato nudi nel campo di San Giacometto. Il gesto dei due giovani in preda ai fumi dell'alcol è stato filmato e …

Mondo

Stazione spaziale cinese disintegrata

Una palla di fuoco nella notte e il satellite di Pechino s'è distrutto durante il rientro. Allarme rientrato, i frammenti sono caduti nel Pacifico

Mondo

Addio a Linda Brown, la paladina dei diritti

Si è spenta in Kansan a 76 anni. Nel 1954 il suo caso portò a una sentenza della Corte suprema degli Stati Uniti che abolì la segregazione razziale nelle …

Mondo

Il più giovane capo al mondo è a San Marino

Dal 1. aprile la Repubblica di San Marino viene guidata, come Capitano Reggente, da un ragazzo di 27 anni, Matteo Ciacci, nato il 5 maggio del 1990. 

Mondo

Addio a Sudan, la sua specie è ora a rischio

(LE FOTO) È morto l'ultimo rinoceronte bianco settentrionale maschio, che viveva nella riserva di Ol Pejeta Conservancy in Kenya; ora rimangono solo due femmine …

Mondo

Acqua alta da record a Venezia

La punta massima di marea sul medio mare ha raggiunto i 110 cm: un'altezza non usuale in questo periodo dell'anno. 

Mondo

Addio a Hubert de Givenchy

Il celebre stilista, mito della Haute Couture, si è spento a 91 anni. È noto per aver lanciato l'omonima maison e aver vestito attrici come Audrey Hepburn.

Accesso e-GdP

banner_cannes3.jpg

banner_passione_calcio.jpg

Banner - Spot GdP 2018

banner_reportage_siria.jpg

banner_arte-e-cultura.jpg

banner_alberghi_albergatori.jpg

Ieri nel mondo

catt-ch2.jpg

Il sito ufficiale della Diocesi diLugano

banner_caritas_ticino.jpg